i consigli

Sos Energia. Condizionatore, come capire quando è ora di cambiarlo

Il cambio di condizionatore va sempre tenuto in considerazione quando non si è soddisfatti del funzionamento del proprio modello, il cui utilizzo comunque porta con sé una spesa considerevole.

di Davide Raia |

Rubrica settimanale Sos Energia, frutto della collaborazione fra Key4biz e SosTariffe. Una guida per il consumatore con la comparazione dei prezzi dell’elettricità, del gas e dell’acqua. Per consultare tutti gli articoli, clicca qui.

Il condizionatore è uno degli elettrodomestici più utilizzati, almeno in alcuni periodi dell’anno, e, come tale, necessita di una costante manutenzione e di interventi periodici che ne certificano il corretto funzionamento, sia in termini di sicurezza che per quanto riguarda la sua efficienza, un parametro fondamentale per valutare l qualità del condizionatore stesso.

 

L’impatto sui costi energetici di casa di un condizionatore può essere davvero consistente. Soprattutto quando si utilizzano dispositivi con diversi anni di “carriera” sulle spalle, infatti, i consumi di energia possono diventare consistenti. E’ importante sottolineare, quindi, che il primo passo da compiere per ridurre al minimo la spesa per l’energia è rappresentato dalla possibilità di attivare una delle tariffe più convenienti per l’elettricità. E’ possibile individuare le soluzioni più economiche e procedere all’attivazione online direttamente tramite il comparatore di SosTariffe.it per offerte luce.

 

E’ chiaro, in ogni caso, che un condizionatore non durerà per sempre. Si tratta, infatti, di un dispositivo che richiede una manutenzione costante per poter funzionare in modo corretto. Oltre alla continua e periodica pulitura o sostituzione dei filtri, un componente essenziale per il funzionamento del condizionatore, sarà necessario, periodicamente, ricaricare il gas refrigerante, che anche a causa di piccolissime perdite, tenderà progressivamente a diminuire causando un funzionamento peggiore del dispositivo.

 

Quando gli interventi di manutenzione iniziano a diventare sin troppo frequenti ed i costi per poter far funzionare correttamente il dispositivo si impennano, valutare l’acquisto di un nuovo condizionatore è senza dubbio un’ipotesi da tenere ben presente. Se, analizzando i consumi energetici, si notano dei picchi eccessivi in concomitanza con l’utilizzo di un condizionatore caratterizzando da un basso livello di efficienza, effettuare il passaggio ad un modello di nuova generazione, ad alta efficienza, potrebbe rappresenta una scelta vincente dal punto di vista economico.

Banner Tiesse

 

C’è, inoltre, da valutare la qualità del funzionamento del condizionatore. Se un dispositivo non riesce a garantire un rinfrescamento di una casa completo, probabilmente sarà necessario effettuare un cambio con un modello di nuova generazione in grado di offrire prestazioni migliori. Il cambio di condizionatore va sempre tenuto in considerazione quando non si è soddisfatti del funzionamento del proprio modello, il cui utilizzo comunque porta con sé una spesa considerevole, o si devono fare i conti con continui interventi di manutenzione.

Per saperne di più su: Energy

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL