consigli

Sos Energia. 5 consigli per chi deve cambiare caldaia quest’autunno

Scegliere la giusta caldaia da acquistare richiede molta attenzione ed un’analisi precisa e dettagliata di quelle che sono le proprie esigenze e la tipologia di utilizzo.

di Davide Raia |

Rubrica settimanale Sos Energia, frutto della collaborazione fra Key4biz e SosTariffe. Una guida per il consumatore con la comparazione dei prezzi dell’elettricità, del gas e dell’acqua. Per consultare tutti gli articoli, clicca qui.

Oramai l’estate volge al termine e, con l’arrivo della stagione autunnale, per molti arriverà anche il momento di cambiare la caldaia acquistando un nuovo modello, più efficiente e moderno, in grado di garantire un riscaldamento efficace per tutti i mesi a seguire. Scegliere la giusta caldaia da acquistare richiede molta attenzione ed un’analisi precisa e dettagliata di quelle che sono le proprie esigenze e la tipologia di utilizzo.

 

Prima di illustrare alcuni dei consigli da seguire quando si deve cambiare la caldaia, segnaliamo che per ridurre al minimo i costi della bolletta del gas, che possono essere anche molto elevati quando si utilizza il gas con un sistema di riscaldamento autonomo, è opportuno valutare la possibilità di sottoscrivere una delle migliori tariffe disponibili sul mercato libero dell’energia. Consultando il comparatore di SosTariffe.it per offerte gas si potrà scegliere la tariffa più conveniente da attivare online in pochi clic.

 

Torniamo ora alla scelta della caldaia. Si tratta di una scelta da valutare con attenzione prendendo in considerazione un gran numero di fattori che contribuiscono, in misure differenti, all’individuazione della caldaia più adatta alle proprie esigenze. Se si utilizzerà la caldaia per il riscaldamento di casa durante i mesi più freddi, ad esempio, si potrà valutare la possibilità di effettuare un investimento economicamente più importante che garantirà la possibilità di ridurre, in misura maggiore, i consumi.

 

Chi utilizzerà la caldaia per il riscaldamento per molto tempo durante l’inverno potrà, quindi, valutare l’acquisto di una caldaia a condensazione, un dispositivo più costoso ma che, sfruttando i fumi ed il vapore acqueo prodotto durante la combustione, riescono a ridurre la spesa energetica. A lungo termine, la caldaia a condensazione può rivelarsi la scelta ideale per moltissime tipologie di utilizzo. E’ chiaro, ribadiamo, che questa tipologia di caldaia comporterà un investimento iniziale maggiore.

Banner Tiesse

 

Per massimizzare l’efficienza energetica ed il potere calorifico dell’impianto, può risultare particolarmente vantaggioso l’acquisto di una caldaia a pellet, più grande e costosa delle caldaie tradizionali ma che, sul lungo periodo, può risultare un investimento azzeccato. Le caldaie a pellet presentano, inoltre, un impatto ambientale decisamente più limitato rispetto alle caldaie alimentate a metano o a GPL. Si tratta di un altro aspetto da tenere in considerazione al momento della scelta del dispositivo da acquistare.

 

Se in casa si utilizza la caldaia esclusivamente per il riscaldamento dell’acqua sanitaria, ad esempio perché l’appartamento è collegato ad un sistema di riscaldamento centralizzato, è possibile fare una serie di valutazioni decisamente differenti rispetto a quanto illustrato in precedenza. Per riscaldare l’acqua, ad esempio, potrebbe essere vantaggioso l’acquisto di uno scaldacqua a pompa di calore che offre un risparmio del 75% rispetto ai tradizionali scaldabagni elettrici.

 

Prima di procedere all’acquisto di una caldaia, o di un dispositivo legato al riscaldamento di casa, è opportuno valutare la presenza di detrazioni fiscali. Ogni anno, infatti, le detrazioni fiscali possono variare, rendendo più o meno vantaggioso l’acquisto di una determinata tipologia di caldaia. Al momento della scelta del modello da acquistare, quindi, è opportuno informarsi con cura in merito alle detrazioni fiscali in corso di validità. Questa soluzione, infatti, permette di detrarre dalle tasse parte della spesa d’acquisto garantendo un risparmio considerevole sull’investimento da fare per l’impianto di casa.

 

Una volta individuato il modello di caldaia più adatto alle proprie esigenze, sarà opportuno prendersi tutto il tempo necessario per valutare il luogo di installazione richiedendo tutte le informazioni del caso all’installatore di fiducia. La scelta corretta del punto di installazione è fondamentale per il giusto funzionamento dell’impianto. E’, inoltre, consigliabile richiedere di conoscere, nel dettaglio, anche i costi di installazione dell’impianto per evitare brutte sorprese in un secondo momento.

Per saperne di più su: Energy

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL