Tasso di conversione, come aumentarlo in 5 mosse

Dalle micro-conversioni ai requisiti per una call to action efficace. MailUp spiega il conversion rate, o tasso di conversione.

di Redazione | @Key4biz |

Il conversion rate è un concetto ampio, una sorta di contenitore che ciascun brand riempie con propri obiettivi e strategie. Se un ecommerce ha come parametro di conversione l’ordine effettuato, la newsletter di un brand B2B può puntare alle visite del blog o al numero di download del white paper.

 

In un articolo sul blog di MailUp, l’editor Andrea Serventi ha spiegato che cos’è il conversion rate e come è possibile calcolarlo.

 

Il conversion rate è la percentuale di destinatari che ha cliccato sul link all’interno dell’email e ha completato l’azione desiderata, come la compilazione di un modulo o l’acquisto di un prodotto.

 

Come detto, se il tasso di conversione varia a seconda dell’obiettivo che il brand si è prefissato, per calcolarlo è sufficiente invece un semplice calcolo: mettere in rapporto il numero di destinatari che compiono l’azione-obiettivo con il numero totale di email recapitate con successo. Il risultato della divisione va poi moltiplicato per 100.

 

Per incrementare le conversioni, MailUp suggerisce 5 passaggi chiave:

  • Crea email mobile-optimized
  • Profila e segmenta gli invii
  • Adotta il sistema di double opt-in
  • Automatizza i flussi
  • Crea call to action above the fold e bullet-proof

 

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL