Email marketing

MailUp, migliorare il CTR delle email in cinque mosse

La strategia più efficace per potenziare il click-through rate, una delle metriche più importanti dell’Email Marketing, attraverso cinque azioni base.

di Flavio Fabbri | @FabbriFlav2 |

Il tasso di click, in inglese click-through rate (CTR), ci consente di calcolare il tasso di rendimento di un messaggio pubblicitario (ma anche di un url e di un banner ad esempio), cioè “il rapporto tra quanti hanno visualizzato un contenuto (per esempio di un’email o di un annuncio pubblicitario) e quanti hanno cliccato su di esso”.

 

Il click, ha spiegato Andrea Serventi in un post sul blog di MailUp, è “la chiave che conduce all’anticamera della conversione” e possiamo anche definire il CTR come una delle più rilevanti metriche per l’email marketing: un fattore strategico che può decretare “il successo della stragrande maggioranza delle campagne email.

 

Tiesse, innovazione made in Italy

Partendo dai dati forniti dall’ultimo Osservatorio Statistico, nel 2017 l’incremento dei clic totali è stato del 36,9% rispetto all’anno precedente. Segno, si legge nel post di MailUp, che le aziende “ripongono maggiore cura nel creare messaggi interamente mobile responsive (favorendo fruizione e usabilità ottimali anche su schermi piccoli) e con colore di background pieno. In generale, migliora la resa grafica dei messaggi, a intero vantaggio dei clic”.

 

Serventi individua cinque azioni chiave per migliorare il tasso di click: strutturare i contenuti a piramide rovesciata; ottimizzare la call-to-action; creare una brand identity coerente; prestare la massima attenzione alle immagini; attirare il clic in modo creativo.

Per saperne di più su: MailUp

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL