Eutelsat: trimestrale in forte crescita. Berretta, ‘Servizi digitali di Tv e banda larga driver della crescita’

di |

Europa


Giuliano Berretta

Eutelsat Communications ha pubblicato oggi i dati finanziari per il primo trimestre chiuso al 30 settembre. La società registra una crescita record del fatturato dell’11,6%. Applicazioni Video: +8,5%, trainate dalla dinamica della televisione digitale nei mercati emergenti e dalla crescita della TV in HD; Servizi Dati e a Valore aggiunto: +16%, domanda sempre sostenuta, in particolare in Africa e Medio Oriente

 

Giuliano Berretta, Presidente e CEO di Eutelsat, ha commentato: “Il ritmo di crescita a due cifre raggiunto dalla società nel primo trimestre attesta il successo del piano di espansione in orbita che, grazie anche ad un’eccellente performance commerciale, ci ha permesso di valorizzare queste risorse aggiuntive nei mercati che registrano le dinamiche più forti. Dopo l’entrata in servizio di tre nuovi satelliti e il reimpiego di altri cinque nel secondo semestre dell’esercizio 2008-2009, il programma di espansione continua con il lancio di W7 a novembre. Questo satellite servirà i mercati particolarmente dinamici della TV e delle telecomunicazioni in Russia, Ucraina, Africa e Asia centrale. Altri quattro satelliti saranno lanciati entro la fine del 2011 per proseguire la crescita”.

 

Il presidente e CEO ha aggiunto: “La nostra attività commerciale è trainata dal continuo sviluppo dei servizi digitali della televisione e della banda larga. Questi mercati, al centro del nostro portafoglio di attività, hanno imperativamente bisogno del satellite per servire direttamente molti utenti, alimentare le reti terrestri e assicurarne il complemento di copertura. Le nostre applicazioni video si avvalgono anche dello sviluppo delle offerte di televisione in HD che richiedono in media 2,5 volte la capacità dei canali TV in formato standard. Infine, il moltiplicarsi delle iniziative nazionali e regionali per rendere la banda larga accessibile nelle zone non servite dall’ADSL aumenta la domanda per servizi a valore aggiunto, Internet via satellite per imprese, collettività locali e utenze domestiche. Grazie ad una strategia ambiziosa e a solidi vantaggi nei mercati che confermano importanti potenziali di sviluppo, Eutelsat è fiduciosa di poter raggiungere i nostri obiettivi e di portare avanti una crescita durevole e vantaggiosa”.

 

L’eccellente performance registrata nel primo trimestre (+11,6%) riflette la forte crescita di tutte le applicazioni. Si avvale appieno dell’aumento delle risorse in orbita in seguito all’entrata in servizio di 3 satelliti nel corso degli ultimi 9 mesi e del reimpiego di altri 5 satelliti. Quest’aumento ha permesso ad Eutelsat di conquistare i mercati dinamici di Europa centrale e orientale, Medio Oriente e Africa.

 

 

Applicazioni video (71,9% del fatturato)

 

Le Applicazioni Video registrano un aumento sostenuto (+8,5%) del fatturato assestandosi a 180,8 milioni di euro. Con 3.329 canali televisivi trasmessi al 30 settembre 2009 (+4,7%), Eutelsat consolida la potenza commerciale delle sue 9 posizioni orbitali video.

Questa performance commerciale è stata sostenuta da molteplici fattori:

* Nei mercati europei, il lancio riuscito dell’HOT BIRD 9 e il riposizionamento di EUROBIRD 9A  e di EUROBIRD 16  hanno permesso al Gruppo di consolidare la leadership della posizione HOT BIRD e di accrescere le risorse delle posizioni  orbitali 9° Est e 16° Est per servire al meglio i suoi clienti.

L’aumento registrato nel primo trimestre riflette di conseguenza il pieno effetto dei contratti firmati nel corso degli ultimi 9 mesi grazie alla gestione dinamica della flotta satellitare. Si tratta, ad esempio, di contratti a lungo termine conclusi nella posizione HOT BIRD con Sky Italia e Cyfrowy Polsat (Polonia), nei 9° Est con Hello HD (Ungheria) e Platforma HD (Russia), e nei 16° Est con Total TV-SBB (Serbia) e Globecast per conto di TVR, il broadcaster pubblico rumeno.

 

* Nei mercati del Medio Oriente e del Nord Africa, grazie all’entrata in servizio del satellite ATLANTIC BIRD 4A, le risorse di trasmissione nei 7° Ovest sono praticamente raddoppiate. Eutelsat ha così potuto approfittare appieno del rapido sviluppo della televisione in queste regioni, nell’ambito dell’accordo strategico concluso con l’operatore egiziano Nilesat. Il numero di canali televisivi in questa posizione orbitale è così cresciuto del 64% assestandosi a 247 canali televisivi al 30 settembre 2009.

 

* L’alta definizione che aumenta in tutte le posizioni orbitali Video del Gruppo: il numero di programmi in HD é aumentato di oltre il 60% e ha superato la soglia dei 100 canali al 30 settembre 2009. Trasmettendo più del 40% dei canali satellitari in HD in Europa, Russia e Medio Oriente, Eutelsat ha quindi consolidato la sua leadership in questo segmento di crescita.

 

 

Servizi dati e a valore aggiunto (19% del fatturato)

 

In aumento del 17,8% a 36,9 milioni di euro, i Servizi Dati registrano una forte domanda di capacità satellitare sostenuta dai mercati di interconnessione di reti d’impresa e di reti GSM in Africa, Asia centrale e Medio Oriente, e dai mercati della connessione alla dorsale Internet in tutte le regioni dove le reti terrestri non sono sufficienti ad alimentare le piattaforme dei fornitori di accesso Internet locali. La crescita di fatturato di questi servizi rispecchia soprattutto:

 

* l’attivazione di nuovi contratti, in particolare con British Telecom e Hughes Network Systems;

* l’entrata in servizio del satellite W2A la cui eccellente copertura su Europa e Africa ha permesso di aumentare la capacità noleggiata sulla flotta Eutelsat, in particolare dagli operatori ACS Angola, Globecast, Telespazio, SkyVision e London Satellite Exchange (filiale di Astrium Services).

 

I Servizi a Valore aggiunto continuano ad aumentare stabilendosi a 10,7M (+10,3%), grazie a una domanda sostenuta di servizi di accesso Internet da parte di professionisti e collettività situate fuori dalla copertura delle reti terrestri della banda larga o mobile. Alla fine del trimestre la soluzione D-STAR , che al 30 settembre 2009 aveva una base di 10.028 terminali installati, é stata scelta per fornire una connessione Internet a banda larga a 470 scuole marocchine in zone rurali. La soluzione Tooway   di accesso Internet a banda larga per le abitazioni, con 48 distributori in 22 paesi al 30 settembre 2009, incontra un interesse crescente da parte di governi e collettività per colmare il digital divide. Il Tooway è stato scelto anche dall’operatore irlandese 3 e da Satellite Broadband Ireland per permettere dal 5% all’8% delle abitazioni irlandesi, fuori dalla copertura delle reti fisse terrestri, di disporre di un accesso Internet a banda larga all’interno del National Broadband Scheme.

 

 

Servizi multiuso (9,1% del fatturato)

 

I servizi Multiuso (+46,2% a 22,9 milioni di euro) hanno tratto vantaggio dall’entrata in servizio, a giugno 2009, del satellite EUROBIRD 4A (reimpiego del satellite W1 nella posizione orbitale a 4° Est) che ha permesso al Gruppo di attivare nuovi contratti per i clienti governativi, in particolare in Asia centrale e Medio Oriente.

 

Altre entrate ed entrate non ricorrenti

 

Il leggero regresso (1,5 milioni di euro) delle altre entrate si spiega con una diminuzione dei guadagni sulle coperture di cambio che erano state relativamente elevate nel primo trimestre dell’esercizio finanziario precedente.

 

Nell’ambito del programma di rinnovo e di espansione in orbita, che prevede il lancio di 5 satelliti entro la fine del 2011, Eutelsat sta preparando il lancio, previsto per il 23 novembre, del satellite W7 con International Launch Services su un razzo Proton Breeze M dal cosmodromo di Baikonour.

 

Costruito da Thales Alenia Space, W7 è il satellite più potente mai ordinato da Eutelsat ad oggi. Coposizionato accanto a W4 a 36° Est, questo satellite raddoppierà le risorse operative di Eutelsat in questa posizione orbitale dove la domanda é in forte crescita.

 

Provvisto di una capacità che può arrivare fino a 70 transponder connessi a cinque fasci fissi e orientabili ad elevata potenza, W7 fornirà copertura alla Russia e all’Africa subsahariana per servizi di digital broadcasting, inclusa la Pay TV, e rinforzerà le risorse e la flessibilità di Eutelsat per servizi video e di telecomunicazioni in Europa, Africa, Medio Oriente e Asia Centrale. W7 sostituirà il satellite SESAT 1 gestito nei 36° Est dal 2000. Reso disponibile dalla missione iniziale, SESAT 1 sarà impiegato in un’altra posizione orbitale di Eutelsat dove continuerà la sua vita in orbita.