Siemens: trimestre particolarmente positivo. Ordini e fatturato crescono del 14%

di Alessandra Talarico |

Europa


Siemens

Un trimestre decisamente positivo quello appena archiviato dal gruppo tedesco Siemens, che ha registrato nel periodo da aprile a giugno un aumento di ordini e fatturato del 14%, rispettivamente a 22,4 miliardi e 21,1 miliardi di euro.

 

L’utile netto, in crescita del 104% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, si è attestato a 792 milioni di euro, mentre il risultato operativo è salito del 32%, a 1,2 miliardi di euro.

 

Noto soprattutto per i prodotti destinati al mercato delle telecomunicazioni, dei servizi e soluzioni IT, della telefonia e dell’elettronica di consumo, le attività del gruppo spaziano tuttavia tra i settori più disparati, dall’automazione industriale, all’energia, dai trasporti, all’illuminazione e alle apparecchiature mediche.

 

“Il terzo trimestre è stato particolarmente positivo, soprattutto per il riposizionamento del nostro portfolio business”, ha dichiarato il CEO Klaus Kleinfeld.

 

Oltre ad annunciare, alla fine di giugno, una nuova joint venture per il business delle comunicazioni aziendali con la finlandese Nokia, Siemens ha anche avviato acquisizioni strategiche nel campo della diagnostica clinica, uno dei settori più dinamici della medicina.

 

Le sinergie ottenute con la creazione di  Nokia Siemens Network consentiranno una riduzione di costi stimata in 1,5 miliardi di Euro l’anno fino al 2010, principalmente derivanti dall’eliminazione di funzioni sovrapponibili, dal consolidamento e da un migliore utilizzo delle organizzazioni di vendita e marketing, dalla riduzione dei costi del personale e da maggiori efficienze nell’R&D. Una parte sostanziale di queste sinergie verrà realizzata nei primi due anni

 

La nuova entità, in base ai risultati 2005, potrà contare su profitti pro-forma per 15,8 miliardi di euro e sarà la seconda al mondo nel settore delle infrastrutture mobili e nei servizi, la terza al mondo nelle infrastrutture fisse e, in generale, nel mercato delle infrastrutture di telecomunicazione.

Il portfolio della società comprende prodotti convergenti Next Generation Network come IMS (IP Multimedia Subsystem), accesso 2G GSM/EDGE e 3G WCDMA/HSDPA, banda larga fissa, trasporto, IPTV, LTE (Long Term Evolution), WiMax e prodotti voce low-cost per gli operatori dei mercati emergenti.

 

La transazione dovrebbe concludersi entro il secondo trimestre del prossimo anno.

 

“Per l’intero anno, ci aspettiamo un risultato operativo in linea con lo scorso anno, nonostante le maggiori spese del gruppo Information & Communications e i sostanziali cambiamenti nel portfolio business”, ha proseguito Kleinfeld, sottolineando come tutti gli sforzi del gruppo restano concentrati sul rispetto dei target fissati per il 2007.

 

A giugno dello scorso anno, Siemens ha ceduto il business dei cellulari alla società taiwanese BenQ, una mossa che ha consentito al gruppo di riprendere fiato e riposizionarsi nel settore delle reti aziendali.

 

La divisione Com ha registrato nel corso del trimestre una crescita del fatturato dell’1% a 2,9 miliardi di euro, mentre gli ordini sono cresciuti del 5% a 3,2 miliardi.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2022 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia