Digital transformation

Italtel, la blockchain per la sicurezza dei dati nell’eHealth e nell’agrifood per tracciare i cibi

Italtel sfrutta tale tecnologia in 4 ambiti: Blockchain Lab, Identity management for IoT, eHealth e agrifood. Ma si potrebbe pensare anche al GDPR per la gestione dei dati personali a fini scientifici e di ricerca. E crescono in tutto il mondo gli investimenti in blockchain, stimati attorno ai 10 miliardi di dollari nel 2021.

di Flavio Fabbri | @FabbriFlav2 |

Nei primi due mesi dell’anno gli investimenti dei fondi venture capital in tecnologia blockchain sono cresciuti del 40% rispetto al 2017. In un recente Report di CruchBase News si legge che il totale investito in startup della blockchain, da fondi di venture capital tra gennaio e febbraio 2018, in tutto il mondo, ammonta a circa 400 milioni di dollari.

 

A livello mondiale, i trend relativi agli investimenti generali in tali soluzioni sono attesi crescere in maniera sostanziosa, fino a 10 miliardi di dollari nel 2021 secondo Data Corporation, grazie ad un tasso di crescita annuo composto stimato attorno all’81%.

 

Stiamo assistendo a una vera e propria corsa all’oro digitale: i bitcoin. Più in generale, la tecnologia blockchain, finora strettamente legata alle cripto-valute, sta crescendo velocemente trovando applicazioni in ambiti nuovi e completamente diversi”, ha scritto sull’argomento Giorgio Angiolini, Head of Communication Software Marketing Management & Offering di Italtel.

 

In molti stanno iniziando ad investire in questo settore, ha spiegato sul sito aziendale Angiolini, riportando alcune iniziative, tra cui SwissCom, che ha lanciato SwissCom Blockchain AG per supportare le aziende che lanciano Initial Coin Offerings (ICO), oppure Orange, che è attiva attraverso chain.com, operatori telefonici come AT&T e Telefonica, ma anche player come Italtel, che offrono applicazioni su segmenti verticali che vanno dalla sanità all’agroalimentare.

Banner Tiesse

 

Proprio Italtel, ha precisato il suo responsabile, utilizza la tecnologia blockchain in 4 ambiti: Blockchain Lab, Identity Management for IoT, eHealth e Agrifood.

Blockchain Lab fornisce consulenza strategia e tecnologica, Identity Management for IoT è una rete p2p per la gestione dell’internet delle cose. In campo medico le potenzialità della blockchain sono tante. La soluzione DoctorLINK di Italtel applica la blockchain al settore sanitario, rendendo sicuri i dati d’accesso e la gestione dei dati sanitari. Ad oggi non esiste un sistema di gestione nazionale ed integrato. Ogni regione ha un proprio standard spesso non interoperabile”.

 

Per quel che riguarda l’agricoltura 4.0, invece, la soluzione blockchain sviluppata da Italtel trova applicazione nel settore dell’Agrifood, in particolare per tracciare gli alimenti certificati: “Questa applicazione si rivela molto utile davanti all’esplosione degli alimenti contraffatti che si sta registrando negli ultimi tempi. Oggi il valore d’affari della contraffazione è di 600 miliardi di dollari su scala globale e solo per l’Italia la contraffazione dei nostri cibi raggiunge la cifra di 65 miliardi”, ha affermato Angiolini.

La blockchain permette di tracciare il percorso del cibo, aspetto molto importante per un Paese come l’Italia che ha prodotti di qualità o a denominazione d’origine protetta e riconosciuta da salvaguardare e consumatori da tutelare che vogliono essere informati della “storia” di ciò che comprano”.

 

Un’ulteriore spazio di utilizzo per la blockchain è quello della privacy, soprattutto in relazione all’entrata in vigore del nuovo regolamento europeo sul trattamento dei dati personali, il Gdpr (General Data Protection Regulation): “Questione sulla quale si è acceso un forte dibattito perché secondo alcuni ci sarebbero forti rischi sul fronte privacy per gli utenti e alcuni non condividono il fatto che in Italia si debbano concedere i propri dati a un’azienda multinazionale, sebbene vengano anonimizzati e solo per ricerca scientifica”.

 

Riguardo al Gdpr, si tratta di riflettere sulle potenzialità di una piattaforma con la quale “è la persona che concede i propri dati e indica quali informazioni mettere a disposizione”.

La blockchain, ha concluso il responsabile Italtel, “può finalmente essere vista come l’occasione per governare i nostri dati personali davanti allo strapotere della “Gang of Four” (Google, Apple, Facebook e Amazon) che insieme capitalizzano in Borsa quanto il Pil dell’India”.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL