Novità

Cosa Compro. Huawei: i nuovi smartphone Nova e Nova Plus a IFA 2016

Uno dei punti di forza della gamma Nova in arrivo sul mercato a ottobre è la fotocamera frontale da 8 Megapixel, completa di LED flash. Per il pubblico femminile make up virtuale e fotoritocchi mirati.

di Silvio Spina |

Rubrica settimanale Cosa Compro, frutto della collaborazione fra Key4biz e SosTariffe. Un servizio al consumatore: qualità, virtù e difetti dei prodotti hitech di uso quotidiano. Per consultare tutti gli articoli clicca qui.

In occasione dell’apertura dell’IFA di Berlino, la casa produttrice Huawei ha ufficializzato due nuovi smartphone, i Nova e Nova Plus. Prodotti molto interessanti sia per quanto riguarda il design, sia per le caratteristiche e il prezzo, come vedremo di seguito. Di questi terminali si erano già diffuse delle indiscrezioni durante le settimane che hanno preceduto la conferenza stampa e, a quanto pare, la maggior parte delle informazioni trapelate si sono rivelate esatte.

 

Design

 

Per quanto riguarda il design e i materiali costruttivi, è l’alluminio a fare da padrone su uno stile moderno e ben curato, altamente ergonomico per facilitare l’utilizzo ad una mano, in particolare sul Nova, il più piccolo dei due. I nuovi dispositivi del colosso cinese hanno uno stile particolare, ereditato dai top di gamma P9 e dagli Honor, quasi in una sorta di mix estetico tra le due famiglie.

 

Display

World IP Day 2018

 

Veniamo ora ai display dei due smartphone: il Huawei Nova monta uno schermo IPS 2,5D, leggermente curvato, con una diagonale da 5 pollici e una risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel), con una densità di 443 pixel per pollice.

 

Il Nova Plus, invece, ha un display più ampio, esattamente da 5,5 pollici, ma con una risoluzione identica a quella del Nova, quindi Full HD. Di conseguenza la densità per pixel cala un po’, a 401 ppi: una differenza che non è possibile comunque percepire ad occhio nudo.

 

8-settembre-cosa-compro-key4biz-huawei-nova-3

Connettività e reti

 

Il Nova e il Nova Plus sono dotati del supporto per le reti LTE (vi ricordiamo che potete avere maggiori info sulle offerte 4G in Italia tramite il comparatore di tariffe LTE messo a disposizione gratuitamente da SosTariffe.it), del Wi-fi e delle connettività Bluetooth (4.1) e USB Type-C.

 

Non manca neppure il sensore di impronte digitale, quelli di prossimità, luminosità e il giroscopio (quest’ultimo presente solo nella variante standard). Huawei dovrebbe rilasciare i due terminali anche nelle versioni con supporto dual sim su alcuni mercati selezionati.

 

Fotocamere

 

Eccoci ora ad uno dei punti di forza della gamma Nova: entrambi i modelli sono dotati di fotocamera frontale da 8 Megapixel, completa di LED flash. L’interfaccia software è ben curata e permetterà all’utente di scattare selfie perfetti e di qualità. Particolare attenzione viene data anche al pubblico femminile: sarà possibile, infatti, applicare effetti interessanti, come ad esempio un make up virtuale e fotoritocchi mirati (non a caso le funzioni di questa camera sono state presentate durante la conferenza stampa da una fashion blogger), rendendo l’uso del modulo frontale ancora più divertente e particolare.

 

Cambiano, invece, le fotocamere posteriori: sul Nova è stato implementato un modulo da 12 Megapixel, mentre sul Plus è da 16 Megapixel. In entrambe troviamo il flash, lo zoom digitale, l’autofocus e il touch focus rapido, nonché la possibilità di catturare video in qualità 4K. Sul Nova Plus abbiamo, inoltre, lo stabilizzatore OIS, non presente invece sul Nova flat.

 

8-settembre-cosa-compro-key4biz-huawei-nova-2

Memoria

 

La memoria interna dei due Huawei Nova e Nova Plus è da 32 GB (22 GB circa a disposizione per l’utente, il resto è occupato da sistema e software), espandibile grazie allo slot per microSD che ha una capacità massima di 128 GB.

 

RAM, processore e sistema operativo

 

La RAM è da 3 GB su tutti e due gli smartphone, così come identico è il processore: un Qualcomm Snapdragon 625 octa-core a 2 Ghz. Le prestazioni dovrebbero essere buone in qualsiasi utilizzo, anche ad alta intensità. Entrambi montano il sistema operativo Android 6.0 Marshmallow, personalizzato con l’interfaccia utente proprietaria di Huawei, la EMUI, giunta alla versione 4.1.

 

Batteria

 

La batteria nei Nova e Nova Plus è differente ma promette in entrambi i modelli una durata di almeno due giorni (un po’ di più sul Plus). Sul Huawei Nova la batteria è da 3020 mAh, mentre sul Nova Plus è da 3340 mAh. Secondo quanto dichiarato scherzosamente dall’amministratore delegato Richard Yu durante la presentazione dei dispositivi, l’autonomia dei Nova consentirà di giocare a Pokémon GO per ben 5 ore di fila.

 

8-settembre-cosa-compro-key4biz-huawei-nova-3

Prezzi e data di lancio

 

Ed ecco quali saranno i prezzi di questi nuovi smartphone targati Huawei: il Nova avrà un costo di 399 euro, mentre la variante Plus sarà disponibile a 429 euro. Una trentina di euro di differenza di quest’ultimo rappresentati sostanzialmente da uno schermo più ampio, una batteria leggermente più performante e una fotocamera posteriore di qualità superiore, in particolare grazie alla presenza dello stabilizzatore ottico.

 

I due smartphone dovrebbero arrivare sul mercato a partire da ottobre. Le colorazioni disponibili saranno quattro per entrambi i modelli: grigio, argento, oro e oro rosa.

 

Riusciranno i Nova a ritagliarsi uno spazio importante sul mercato? E’ ancora difficile dirlo, nonostante Huawei possa contare su una crescita importante, in controtendenza con molti dei marchi più blasonati del settore. La fascia media rappresenta un mercato ancora florido, con una qualità sempre crescente, dove Huawei ha già mostrato i muscoli (pensiamo ad esempio al Huawei P9 Lite, uno dei telefoni più apprezzati e richiesti quest’anno).

 

I prezzi di vendita annunciati per i Nova e Nova Plus non sono esagerati e, ne siamo abbastanza certi, caleranno sensibilmente già nei primi mesi di lancio: vedremo se gli utenti premieranno ancora una volta il lavoro di Huawei, soprattutto sul mercato italiano, dove l’azienda asiatica detiene il secondo posto nella classifica dei produttori di smartphone, subito dopo Samsung e prima di Apple.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL