Francesco Caio

di |

Poste Italiane

WHO IS WHO

Amministratore delegato e direttore generale

Poste Italiane

 

Nato a Napoli il 23 agosto del 1957, si laurea in Ingegneria Elettronica al Politecnico di Milano nel 1980 e successivamente consegue un MBA, INSEAD alla Luca Braito Scholar, a Fontainebleau in Francia.
 

Dopo alcuni anni di esperienza come Product Manager, sistemi di telecomunicazioni, in Olivetti Spa a Milano, e come Responsabile della Pianificazione e Controllo della Divisione Servizi Telematici in SARIN – Gruppo STET a Roma, si trasferisce, dal 1986 al 1991, in McKinsey and Co., a Londra dove si occupa di consulenze in strategia e sviluppo per clienti multinazionali nei settori dell’elettronica, delle TLC e dei media.
In seguito, e sino al 1993, torna in Olivetti dapprima come Assistente del Presidente e quindi come Responsabile della Divisione Telecom e Multimedia.

Dal 1994 al 1996 è Amministratore Delegato di Omnitel Pronto Italia, il primo operatore privato di telefonia mobile in Italia. Nel maggio 1996 Omnitel risultava, per estensione della rete, tempi di realizzazione e successo commerciale, il nuovo operatore GSM di maggior successo sulla scena internazionale. Nello stesso anno lascia Omnitel e diventa Amministratore Delegato di Olivetti Spa a Ivrea.

Nel 1997 diventa Amministratore Delegato di Merloni Elettrodomestici dove resta sino al mese di aprile del 2000 quando si trasferisce in Netscalibur Italia SpA, azienda leader in Europa per servizi Internet di qualità alle imprese, dove ricopre l’incarico di Chief Executive Office.

Dall’autunno del 2000 è Membro del Consiglio di Amministrazione Motorola.

A marzo 2003 viene nominato amministratore delegato di Cable&Wireless il gigante delle tlc britannico, e successivamente entrerà a far parte anche del consiglio di amministrazione.

E’ stato nominato dal Governo britannico nel febbraio 2008 Responsabile del Gruppo di studio per la progettazione della rete a banda larga ultra-veloce nel paese.

 

Nel 2009 è stato chiamato, dall’allora ministro delle Comunicazioni del Governo Berlusconi, Paolo Romani, a redigere il piano per la banda larga nazionale. E’ stato amministratore delegato di Avio, nel 2013 è stato nominato ‘mister’ Agenda Digitale italiana dal Governo Letta.

 

A maggio 2014 è stato nominato amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane, mentre da giugno 2014 assume ad interim anche la responsabilità della funzione Risorse umane e Organizzazione dell’azienda.