Wi-Fi: Cisco definisce il futuro della mobilità aziendale con il wireless di nuova generazione 802.11n

di |

Mondo


Comunicazione Unificata Cisco

Cisco annuncia la prima serie di prodotti che supportano lo standard 802.11n: protezione degli investimenti e semplicità operativa grazie a soluzioni wireless integrate di classe enterprise.

 

Cisco ha annunciato l’introduzione dell’unica soluzione attualmente disponibile sul mercato che supporta l’802.11n,  concepita per combinare maggiori prestazioni e affidabilità con la semplicità di installazione.

 

L’offerta all’avanguardia Cisco Unified Wireless Network comprende la serie di access point modulari Cisco Aironet serie 1250, il primo access point classe enterprise compatibile 11n disponibile sul mercato, scalabilità dei controller wireless LAN sino a 48 Gbps per la famiglia Cisco Catalyst 6500, e unificazione dei servizi wired e wireless grazie alla release 4.2 del software Unified Wireless Network. Cisco fornirà inoltre, tramite la propria famiglia di switch Catalyst, la possibilità di alimentare interamente i prodotti dual-radio della famiglia Cisco Aironet serie 1250 da una singola porta ethernet.

 

I nuovi access point Aironet serie 1250 di Cisco sono i primi access point certificati Wi-Fi 802.11n draft 2.0 e gli unici prodotti disponibili sul mercato ad aver partecipato alla fase di test di tale standard effettuata dalla Wi-Fi Alliance, costituendo il punto di riferimento del mercato rispetto a tutti gli altri prodotti certificati per l’interoperabilità Wi-Fi. Cisco ha messo a frutto la propria esperienza nelle comunicazioni in radio frequenza per quintuplicare l’ampiezza di banda e ha adottato la tecnologia MIMO (multiple-in, multiple-out) per assicurare un’elevata affidabilità della copertura wireless, in modo particolare negli ambienti RF più impegnativi, come quelli dei settori sanità, education, stoccaggio, logistico e manifatturiero.

 

In qualità di leader di mercato nelle tecnologie di rete avanzate, Cisco offre ai propri clienti a livello globale la sicurezza di implementare reti wireless pervasive e all’avanguardia, da cui ci si possa attendere una compatibilità tra il client e l’infrastruttura altamente sicura. Molta parte dei test sull’interoperabilità dello standard 802.11n draft 2.0 sono stati condotti in collaborazione con il partner di Cisco Intel presso i laboratori Intel in Oregon, strutturati in modo da simulare tipici ambienti enterprise. Effettuando la sperimentazione con Intel, Cisco rende disponibili soluzioni wireless di nuova generazione che offrono prestazioni più affidabili e maggiore compatibilità tra i dispositivi client basati su tecnologia Intel e le reti wireless Cisco. Nel complesso, più del 90% dei laptop utilizzati a livello enterprise dispongono di processori Wi-Fi certificati Cisco Compatible Extensions, assicurando le migliori funzionalità di una connettività semplice ed altamente sicura.

“Assicurare la compatibilità e le prestazioni è la cosa più importante nell’adozione di tecnologie wireless all’avanguardia,” ha dichiarato Randy Nickel, direttore wireless marketing di Intel mobile platforms group. “Cisco e Intel hanno collaborato a stretto contatto per fare in modo che l’adozione delle tecnologie 802.11n abbia meno impatto possibile sui clienti enterprise.”

 

I prodotti wireless di Cisco di prossima generazione supportano lo standard 802.11n con le seguenti funzionalità:

 

– Massima capacità sui controller Wireless LAN e servizi di rete integrati. Studiato per supportare sia un’introduzione graduale sia un’immediata adozione su larga scala dell’802.11n, il Wireless Service Module (WiSM) di Cisco per lo switch Catalyst 6500 consente agli utenti di aggiungere capacità di controllo quando necessario.  Tale scalabilità offre al cliente una soluzione flessibile e personalizzata per i propri ambienti wireless. Grazie alla famiglia Catalyst 6500, i clienti wireless di Cisco possono anche beneficiare di funzionalità di sicurezza integrata cablata e wireless, alta disponibilità, e intelligenza applicativa per entrambi gli ambienti wired e wireless.

– Cisco Unified Wireless Network 4.2. Cisco fornisce servizi di mobility estesi grazie al nuovo Cisco Unified Wireless Network Software versione 4.2. Essi includono il wireless mesh enterprise, monitoraggio degli access point, tool per la migrazione, e funzioni di guest access unificate wired e wireless. Inoltre, questi sevizi integrano estensioni wireless voice-ready, analisi da remoto dello stato degli access point e analisi integrate dello spettro. 

 

– Funzionalità potenziate lato client, fra cui Cisco Secure Services Client 5.0. I miglioramenti apportati al Cisco Secure Services Client sono indirizzati alla semplificazione del processo di provisioning nelle enterprise per la sicurezza del singolo client ed alla gestione del framework. La versione 5.0 dispone di un’interfaccia utente migliorata con funzionalità “2 Click Connect”.

 

“Il wireless di prossima generazione promette un’ampiezza di banda maggiore ed una mobilità più affidabile, e Cisco ha riconosciuto l’importanza, per rendere possibile tutto questo,  di fornire non solo la tecnologia wireless più richiesta dal mercato, ma anche una soluzione integrata wired-wireless” ha dichiarato Brett Galloway, vice president e general manager della Business Unit Wireless Network di Cisco. “Grazie alla leadership nell’innovazione che la contraddistingue da sempre, solo Cisco ha potuto realizzare una soluzione wired e wireless 802.11n che potesse davvero essere adottata dai propri clienti.  Questa è una ineguagliabile opportunità per abbassare il total cost of ownership per gli utenti, che non dovranno più rivedere l’infrastruttura esistente.”

 

L’impegno di Cisco nello sviluppo di soluzioni tecnologiche all’avanguardia per la mobility in ambito aziendale si estende anche alla protezione degli investimenti di quei clienti che desiderano avvantaggiarsi delle nuove opportunità di mercato permesse dai significativi ampliamenti di affidabilità e ampiezza di banda che l’802.11n garantisce. Il framework Cisco Unified Wireless Network è già oggi pronto per l’802.11n e ha in sé la possibilità di scalare in modo efficace per gestire i requisiti dello standard draft, mantenendo al contempo la compatibilità con gli attuali standard wireless come gli 802.11a/b/g, senza che sia necessario riprogettare l’infrastruttura della rete o sostituire componenti.

 

Entro la fine dell’anno Cisco prevede di abilitare le funzionalità di auto-negotiating e di alimentazione tramite una singola porta per l’Access Point Aironet serie 1250 sui principali switch della famiglia Catalyst. Questa unica soluzione integrata elimina la necessità di stendere un cablaggio di alimentazione aggiuntivo o di utilizzare un alimentatore esterno.

 

La Duke University si sta avvalendo delle maggiori prestazioni mobile permesse dall’adozione dell’802.11n e dall’utilizzo dei nuovi access point Cisco Aironet® serie 1250. Secondo il chief information officer della Duke, Tracy Futhey, i tecnici di Cisco e Duke stanno collaborando per configurare la rete wireless in una residenza studentesca, per assicurare l’interoperabilità, le prestazioni e la struttura più adeguate.

 

“Le università costituiscono un modello in piccolo della più vasta realtà esterna: un banco di prova realistico ma anche controllato,” ha dichiarato Futhey. “Qui ci sono persone che lavorano in questi edifici, che ci vivono, che si intrattengono o che sono di passaggio. Tutti utilizzano la rete wireless Duke per differenti applicazioni come video, media streaming e altre tecnologie che necessitano di banda. La nostra prima impressione della tecnologia 802.11n di Cisco è che sia veramente in grado di fornirci in modo affidabile quell’ampiezza di banda wireless di cui la nostra estesa popolazione mobile necessita.”

 

La nuova tecnologia 802.11n offre una serie di vantaggi anche alla comunità di partner Cisco specializzati nel wireless, non solo per le opportunità di proporre la nuova tecnologia, ma anche per l’offerta dei servizi professionali. I partner Cisco specializzati in wireless possono fornire sia i servizi tecnici sia la competenza progettuale per supportare gli utenti nella creazione e nello sviluppo di queste nuove offerte con standard 802.11n.

 

“La soluzione wireless Cisco di prossima generazione inaugura una nuova era di mobilità dell’ambiente aziendale”, ha affermato Neil Louw, CTO di Dimension Data Europe. “Mentre le comunicazioni aziendali stanno diventando sempre più mobili e assistiamo all’adozione di soluzioni RFID in ambienti come l’healthcare, la logistica e il manufacturing, che così diventano molto più agili, soluzioni infrastrutturali come quelle di Cisco in definitiva supportano le aziende nel diventare più competitive e nel soddisfare i loro stessi clienti.”

 

La disponibilità dei nuovi access point Cisco Aironet® serie 1250 è prevista per gli ordini che verranno effettuati il mese prossimo; il relativo supporto Power-over-Ethernet attraverso la famiglia di switch Catalyst di Cisco è prevista per i prossimi mesi. Cisco inoltre offre controller integrati wired-wireless per i Catalyst 3750, 4500 e 6500, che danno agli utenti imperdibili occasioni di risparmio nell’adozione delle nuove soluzioni Cisco wireless di prossima generazione. Maggiori informazioni sono disponibili all’indirizzo web www.cisco.com/go/nextgen-wireless.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2021 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia