Alcatel testa la tecnologia Universal WiMax in Giappone e Libano

di |

Mondo


WiMax

Alcatel e ACCA Network, tra i principali fornitori di servizi DSL in Giappone, hanno ultimato con successo i test dell’Universal WiMax nelle aree suburbane del Parco di Ricerca di Yokosuka e progettano ora di espandere i test per includere l’area urbana di Yokohama a partire dal prossimo mese. ACCA sarà il primo fornitore giapponese a condurre un test WiMax nella versione 802.16e sia nelle aree urbane che suburbane, per verificarne le prestazioni nelle due tipologie di ambiente.

 

Questo test è un importante passo avanti verso l’offerta di servizi commerciali per soddisfare la crescente domanda di accesso a banda larga senza fili per accedere ad applicazioni Internet evolute da tutto il Paese.

 

Alcatel ha fornito ad ACCA la soluzione WiMax end-to-end Alcatel 9100 Evolium, che include le stazioni radio base, il Wireless Access Controller, l’Operation and Maintenance Center, nonché i terminali mobili (CPE) e i servizi di integrazione.

A partire da giugno, le due società hanno validato le capacità del WiMax e hanno testato applicazioni a larga banda wireless, come video streaming, Internet veloce e VoIP. Nella seconda fase, ulteriore attenzione verrà prestata ad altre funzionalità, tra cui la Qualità del Servizio (QoS), in particolare con la prevista integrazione dei servizi con IMS. Il test opera in banda di frequenza 2.5GHz e si basa su apparati a standard Universal WiMax IEEE 802.16e-2005.

 

“ACCA sarà il primo fornitore in Giappone a condurre test sia in aree urbane che suburbane. Per questo progetto avevamo bisogno del miglior partner in questo campo, Alcatel” ha dichiarato Yoshio Sakata, presidente di ACCA e responsabile Business Development WiMax. “Alcatel, che ha un consistente portafoglio di soluzioni WiMax, NGN, IMS e router IP service edge, si è fin dal principio  impegnata sullo standard IEEE 802.16e e ha presentato una roadmap di prodotto evoluta”.

 

“La nostra collaborazione con ACCA Networks su questo trial WiMax è stata finora un grande successo e una ‘prima’ in Giappone – uno dei mercati wireless più sofisticati e sfidanti al mondo. Approfitteremo di questa esperienza dare risalto internazionale all’enorme potenziale di questa soluzione WiMax”, ha aggiunto Marc Rouanne, presidente delle attività di comunicazione mobile di Alcatel. “Alcatel oggi è riconosciuta tra i leader nel WiMax e sempre più operatori nel mondo la scelgono”, ha aggiunto.

 

La soluzione Universal WiMax di Alcatel integra le più avanzate tecnologie radio attualmente disponibili sul mercato, semplificando le operazioni di rollout e di configurazione. Tecnologie Advanced Antenna integrate, consentono di incrementare il througput, estendere la copertura e ridurre gli investimenti.

Alcatel ha iniziato a fornire apparati a standard 802.16e e sta lavorando a diversi trial nel mondo.

 

Il gruppo è stato inoltre scelto da Globalcomm Data Services, un operatore dati a larga banda libanese, per condurre il primo trial WiMax a standard IEEE 802.16e-2005 del Medio Oriente. Questo test, che inizierà in questo mese, consentirà a GDS di valutare le potenzialità del WiMax prima del suo lancio commerciale in Libano.

 

Il test opera in banda di frequenza 2.5GHz e si basa sempre sulla soluzione WiMax end-to-end Alcatel 9100 Evolium.

 

GDS intende offrire accesso broadband in tutto il Libano entro il 2007. Nelle grandi città, la larga banda arriverà su DSL e il WiMax sarà utilizzato a complemento. Al di fuori delle grandi città, il WiMax sarà la modalità primaria di accesso.

 

“Vediamo un grande potenziale per il WiMax in Libano nel prossimo futuro ed estenderemo la nostra partnership con Alcatel, tra i protagonisti del settore. Intendiamo diventare il primo service provider a offrire WiMax non solo del Libano, ma dell’intero Medio Oriente”, ha commentato Habib Torbey, presidente di GlobalCom Data Services. (a.t)