Banda larga: WiMax tecnologia dominante sul mercato wireless fisso e mobile

di Alessandra Talarico |

Mondo


WiMax

Il WiMax sarà la tecnologia dominante nel mercato della banda larga fissa senza fili, ma il suo successo nell’arena mobile sarà più lento e difficile da raggiungere.

Nonostante questo, secondo la società Senza Fili Consulting, l’802.16e – la versione del WiMax che supporta l’accesso mobile – vincerà la battaglia contro l’802.16-2004, che supporta solo i servizi fissi.

 

Le sue prestazioni superiori soddisfano infatti le esigenze dei service provider sia fissi che mobili e crea le economie di scala necessarie per far scendere i costi delle infrastrutture.

 

Anche se la tecnologia non sarà disponibile ancora per almeno un anno, nel 2010 il 57% degli utenti WiMax utilizzerà la versione mobile.

 

Non saranno tuttavia gli operatori mobili proprietari di network 3G i primi ad adottare il WiMax.

 

Secondo l’analista Monica Paolini, infatti, a trainare l’adozione della tecnologia saranno piuttosto “service provider nuovi e già riconosciuti, desiderosi di entrare nel mercato mobile e portatile ma che non hanno a disposizione spettro radio”.

 

Il WiMax offre accesso sia fisso che mobile sulla stessa infrastruttura, aprendo la via a servizi a banda larga nuovi e personalizzati, che permettono agli utenti un accesso continuo a casa, al lavoro e in mobilità.

 

Nel 2010 ci saranno 15,4 milioni di utenti WiMax, che genereranno profitti per 16,5 miliardi di dollari.

I mercati più caldi saranno quelli emergenti come la Cina e il Messico, per i quali il WiMax rappresenta la soluzione di accesso migliore e più economica, e anche la Corea, dove continua a crescere la domanda di servizi mobili e portatili.

 

Nel 2010, le regioni dell’area Asia Pacifico ospiteranno il 41% degli utenti WiMax.

 

Il successo della tecnologia 802.16e dipenderà in particolare dalla disponibilità di prodotti certificati all’inizio del 2007 e dalla sostanziale riduzione dei prezzi dei dispositivi consumer mobili e portatili, che secondo Senza Fili Consulting dovrebbero scendere a circa 140-190 dollari da qui ai prossimi 4 anni.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2022 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia