Lo scandalo

BreakingDigital. Il New York Times dimostra la malafede di Facebook (video)

Non solo il vertice del social sapeva degli inquinamenti delle elezioni presidenziali, ma era colluso con le forze che hanno sovvertito in vari stati il risultato elettorale.

di Michele Mezza, (docente di Culture Digitali all’Università Federico II Napoli) - mediasenzamediatori.org |

BreakingDigital, rubrica a cura di Michele Mezza (docente di Culture Digitali all’Università Federico II Napoli) –mediasenzamediatori.org. Autore di ‘Giornalismi nella rete, per non essere sudditi di Facebook e Google’ e ‘Algoritmi di Libertà, La potenza del calcolo tra dominio e conflitto’. Direttore di Pollicina Academy, centro di ricerca sugli effetti del mobile (www.pollicinacademy.it) Analista dei processi digitali e in particolare delle contaminazioni social del mondo delle news. Clicca qui per leggere tutti i contributi.

Non solo il vertice del social sapeva degli inquinamenti delle elezioni presidenziali, ma era colluso con le forze che hanno sovvertito in vari stati il risultato elettorale. Una volta scoperti, Zuckerberg e i vertici dell’azienda hanno tentato di insabbiare le proprie responsabilità. Inizia la crisi solo di Facebook o di un intero mondo?

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL