Economia digitale: creazione, distribuzione e accesso ai contenuti. Se ne discuterà alla conferenza OECD/MIT

di |

Italia


Contenuti Digitali

Cosa riserva il futuro per l’economia digitale? Quale impatto avrà lo sviluppo dei contenuti digitali sui mercati business e consumer? E cosa possono fare i Governi per creare un ambiente forte e competitivo che stimoli l’innovazione e la crescita economica?
 

Per rispondere a questi ed altri quesiti, l’OECD (Organisation for Economic Co-operation and Development) e il Ministero per l’Innovazione e le Tecnologie terranno a Roma nei giorni 30 e 31 gennaio 2006 la Conferenza Internazionale The future Digital Economy: Digital Content Creation, Distribution and Access, che mira ad analizzare in ogni suo aspetto il mercato dei contenuti digitali.

 

Alla Conferenza parteciperanno esperti e addetti ai lavori provenienti da tutto il mondo, dai decisori istituzionali e accademici fino ai manager d’impresa del mondo della televisione, del cinema, di Internet, della musica e delle telecomunicazioni.

Nel corso delle due giornate di lavori verrà esaminato l’impatto dei contenuti digitali sui modelli di business ed il modo in cui essi possono favorire la conoscenza attraverso iniziative come le biblioteche digitali, identificando nel contempo le vie per la realizzazione di un mercato e di un ambiente politico positivi per la distribuzione dei contenuti digitali attraverso la televisione ed Internet.

 

Oltre a Donald J. Johnston, Segretario Generale dell’OECD e a Lucio Stanca, Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, interverranno, tra gli altri: Nikesh Arora (Google), Frieda Brioschi (Wikipedia Italia), Andrew Burke (BT-Entertainment), Chin Dae-Je (Ministro coreano per l’Informazione e la Comunicazione), Fabio Colasanti (Commissione Europea), Michael J. Copps (Federal Communications Commission), Terry Fisher (University of Harvard), Rita Hayes (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale (World Intellectual Property Organization), Gwen Hinze (Electronic Frontier Foundation), Bradley Horowitz (Yahoo), Jens Uwe Intat (Electronic Arts), Linda Jensen (HBO Europe), Adam Klein (EMI Music), Tom Mockridge (Sky Italia), Marco Tronchetti Provera (Telecom Italia), Arndt Rautenberg (Deutsche Telekom), David Sifry (Technorati), Martin Sorrell (WPP), Hal Varian (University of Berkeley), Hiro Yoshihara (KPMG International).

 

La conferenza si svolgerà in più sessioni che tratteranno i seguenti temi:

  • Le nuove piattaforme e le opportunità di distribuzione dei contenuti;

  • Le nuove modalità di consumo degli utenti e gli atteggiamenti sociali;

  • Le nuove vie di accesso alla conoscenza e ai contenuti;

  • Sicurezza, proprietà intellettuale e gestione dei diritti digitali.

Una conferenza stampa con Lucio Stanca, Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, avrà luogo alle 12:30 di martedì 31 gennaio nella Sala conferenze dell’Istituto San Michele, sito in via di San Michele 22 a Roma.

 

Per ragioni logistiche e di sicurezza l’accesso sarà consentito solo ai giornalisti e foto-cineoperatori accreditati (online nel sito www.innovazione.gov.it) entro mercoledì 25 gennaio 2006.

Tutte le informazioni relative all’evento dell’OCSE sono disponibili nel sito www.innovazione.gov.it, oppure si possono richiedere telefonando al n° 06.8456.3193fax 06.8456.3106.3103 o all’indirizzo:
ufficio.stampa.mit@governo.it.

 

Per consultare l’agenda provvisoria della Conferenza clicca qui

  

Per un approfondimento dei temi che saranno trattati nella Conferenza, si possono consultare i seguenti Reports:

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2022 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia