fact-checking

Sky combatte le fake news con la formazione ai ragazzi, ecco il decalogo per non condividere bufale

Il 2 Aprile Sky Italia partecipa alla giornata mondiale per il fact-checking con un workshop per insegnare a oltre 100 ragazzi il modo corretto di informarsi online. Il format è ideato da Factcheckers in collaborazione con Sky Academy: ecco il decalogo per evitare di condividere bufale sui social network.

di Redazione | @Key4biz |

In occasione della giornata internazionale dedicata al fact-checking, domenica 2 Aprile si terrà il primo evento in Italia pensato per insegnare ai giovani come informarsi online in modo più consapevole. Al workshop educational, organizzato da Factcheckers in collaborazione con Sky Academy, parteciperanno oltre 100 ragazzi tra i 15 e i 18 anni che si metteranno alla prova nel riconoscimento delle fake news e acquisiranno gli strumenti, teorici e pratici, per verificare le informazioni sul web.

L’obiettivo della giornata è quello di stimolare il senso critico dei ragazzi rispetto ai contenuti digitali con cui entrano in contatto, promuovendo la verifica dei fatti e un modo responsabile di informarsi.

I ragazzi, ospitati nella sede Sky di Milano Santa Giulia, saranno suddivisi in 4 gruppi, due al mattino e due al pomeriggio, per un confronto divertente con la verità dei fatti. I workshop si apriranno con un quiz interattivo in cui i partecipanti dovranno valutare l’attendibilità di una serie di contenuti online (notizie virali, post su Facebook e Twitter, video YouTube). Grazie all’intervento di Stefano Moriggi e Paolo Ferri (esperti di media education presso l’Università di Milano-Biccocca), gli studenti acquisiranno un background teorico sul mondo digitale e sulla web-literacy, mentre gli esperti di digital factchecking, Nicola Bruno (Factcheckers e F5-Refreshing Journalism) e Raffaele Mastrolonardo (F5-Refreshing Journalism), mostreranno loro gli strumenti e le competenze necessarie per verificare online le notizie e le relative fonti. Gli studenti avranno anche l’opportunità di incontrare i giornalisti di SkyTG24 che racconteranno loro come la verifica dei contenuti in rete sia diventata una priorità anche per le redazioni.

Per consolidare il processo di apprendimento i ragazzi saranno chiamati a lavorare in gruppo per mettere subito in pratica la lezione dei Factcheckers e verificare in prima persona la veridicità di alcune notizie prima di discuterne apertamente di fronte alla classe dando spazio a un libero confronto sul tema dell’informazione.

Il decalogo per evitare di condividere bufale online

decalogo_buona_ informazione

Al fine di diffondere gli strumenti per un’informazione responsabile, da oggi su www.factcheckers.it/guida sarà possibile scaricare il kit digitale della buona informazione (realizzato da  Factcheckers con il supporto di Sky Academy) con un decalogo di norme da seguire per essere un buon factchecker. Tutti i ragazzi, privatamente o con le loro scuole, potranno accedere al sito anche dai loro smartphone per esplorare in maniera smart la galassia dell’informazione online. Inoltre, sempre sulla pagina si potranno scaricare liberamente altri materiali come un quiz interattivo e una serie di FAQ (domande frequenti) sulle fake news sviluppate in collaborazione con SkyTG24 che, nei prossimi giorni, dedicherà sul proprio sito all news al mondo alcuni approfondimenti sul mondo del fact-checking.

Hashtag della giornata sarà #Factcheckit.

Banner Tiesse

 

Paolo Maria Ferri è Ordinario di Didattica e Pedagogia Speciale all’Università di Milano-Bicocca, presso il Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione. È esperto in didattica delle tecnologie e nella teoria e pratica dei nuovi media, e si è occupato in particolare delle difficili relazioni tra nuove tecnologie digitali, scienze sociali e dell’educazione. Ha inoltre studiato i nuovi metodi di trasmissione delle conoscenze, sul piano tecnologico ed epistemologico.

Stefano Moriggi è nato a Milano nel 1972. Filosofo della scienza, si occupa di teoria e modelli della razionalità e di pragmatismo americano con particolare attenzione al rapporto tra evoluzione culturale e tecnologia. Studioso delle relazioni tra scienza e società, divide i suoi interessi tra il mondo anglosassone del diciottesimo e diciannovesimo secolo e lo sviluppo di modelli per una didattica digitalmente aumentata. Attualmente svolge attività di ricerca all’Università di Milano Bicocca. Su Rai 3 è stato uno dei volti della trasmissione di divulgazione scientifica “E se domani. Quando l’uomo immagina il futuro”.

Factcheckers è un’associazione no-profit nata nel 2016 per promuovere l’educational fact-checking in Italia con un target mirato su studenti, docenti e genitori. Si occupa della creazione di format innovativi per diffondere la cultura delle fonti e di una corretta informazione attraverso percorsi didattici e strumenti divulgativi. E’ partner dell’International Factchecking Network per l’organizzazione del primo International Fackchecking Day (http://factcheckingday.com/).

Sky Academy è un insieme di iniziative che attraverso il potere comunicativo della tv e della creatività si propone di aiutare le nuove generazioni a esprimere il proprio potenziale. Tra questi progetti c’è Sky Academy Studios: un’esperienza di apprendimento interattiva che offre agli studenti l’opportunità di accostarsi in modo critico al mondo dell’informazione e di imparare a costruire un servizio giornalistico.

Social Card_NY

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL