FastWeb –

di |

Italia



Controllata dae.Biscom al 64,4% e partecipata da AEM al 30,8%, ha portato in Italia l’impiego avanzato della tecnologia IP (Internet Protocol) su una rete estesa e capillare infibra ottica consentendo l’offerta di servizi integrati di telefonia fissa, Tv on Demand e Internet Video.

 

 

Profilo

 

Attualmente FastWeb ha clienti nelle principali città italiane: Milano, Torino, Genova, Roma, Napoli e Bologna.  Attende di essere collocata in Borsa.

 

 

I servizi

 

Sul fronte dei servizi innovativi, FastWeb ha introdotto per la clientela residenziale il “VideoRec”, che permette di registrare le trasmissioni televisive dei principali canali nazionali senza l’ausilio di videocassette o videoregistratore.

Tra gli altri servizi FastWeb che hanno riscontrato successo, le reti private virtuali su protocollo IP e l’offerta Business to Employee (B2E). Alla fine del primo trimestre il numero di reti IP private virtuali è salito a 180, con un incremento del 50% rispetto al termine del 2001.

Il pacchetto B2E, oltre alla connessione Internet, comprende il servizio di telefonia FastWeb e il Video on Demand, con la possibilità di usufruire su fibra dell’offerta pay e pay per view dei canali satellitari.

Il menù di contenuti FastWeb a disposizione del pubblico si va progressivamente arricchendo e a oggi comprende il canale e.BisMedia (con l’informazione de IlNuovoTG, i film di Universal e Dreamworks, i documentari di Discovery Channel e BBC), Rai Click (joint venture tra e.Biscom e Rai per vedere ¿a richiesta¿ fino a 10mila ore di archivio storico e i programmi RAI trasmessi nell’ultima settimana, all’ora desiderata).

Sul fronte business, FastWeb si presenta con una gamma di servizi a larga banda rivolti alle più diverse tipologie aziendali e consulenza con pacchetti “chiavi in mano”: servizi di telefonia avanzata e gestione della LAN, videosorveglianza, presenza sul web, applicazioni Bandwidth on demand, Reti Virtuali Private, Web Hosting (fornitura di siti e loro gestione) e Web Housing (allestimento e gestione dei siti presso le proprie strutture informatiche aziendali), Broadband Audio e Video Streaming, forme avanzate di e-commerce.

 

 

Cronologia

 

2003

 

29 agosto

Presentati i dati di bilancio relativi al primo semestre 2003.

Ricavi: 183,1 milioni di euro, raddoppiati rispetto al primo semestre 2002; MOL: 40,1 milioni di euro, rispetto ai -5,5 milioni di euro del primo semestre 2002; clienti FastWeb: 249.000, più del doppio rispetto al giugno 2002; clienti video: oltre il 60% dei nuovi clienti in fibra e ADSL.

 

29 luglio
Il Consiglio di Amministrazione di FastWeb formalizza le cariche: Silvio Scaglia, Presidente e Amministratore Delegato, Carlo Micheli Vice Presidente esecutivo, Emanuele Angelidis Amministratore Delegato, Mario Rossetti Consigliere con deleghe nell’area finanziaria, amministrativa e fiscale e Alberto Trondoli Consigliere con deleghe operative nell’area tecnologica e commerciale. 

 

16 giugno

Il Gruppo Banca Sella affida alla rete di FastWeb la connessione voce, dati e video delle filiali presenti su tutto il territorio nazionale. Da dicembre 2003 saranno collegate tutte le 265 succursali.

 

9 aprile

Sono 700.000 le famiglie e le aziende romane raggiunte dalla rete FastWeb in fibra ottica o con tecnologia ADSL. Ai numerosi quartieri dove già FastWeb commercializza i servizi voce-dati-video, si aggiungono l’area di nuova costruzione di Parco Leonardo (Fiumicino) e il comprensorio di Ponte di Nona, i cui abitanti saranno i primi a essere collegati solo con connettività FastWeb e ad avere quindi con un unico operatore tutti i servizi di telecomunicazione.

 

27 marzo

Presenta il primo servizio in Italia di Video on Demand disponibile anche su ADSL.

Il servizio, accessibile dal dicembre 2000 agli abbonati collegati in fibra ottica, è ora disponibile per tutti i clienti residenziali di Milano, Roma, Genova, Torino, Napoli e Bologna che risiedono in quartieri non ancora raggiunti dalla fibra.

 

10 marzo

Firmato l’accordo definitivo per la compravendita delle partecipazioni di AEM in FastWeb S.p.A. e di e.Biscom in Metroweb S.p.A.. l’accordo è stato sottoscritto da Giuliano Zuccoli, Presidente e Amministratore Delegato di AEM, e da Silvio Scaglia, Amministratore Delegato di e.Biscom. l’operazione, approvata dai Consigli di Amministrazione delle due Società lo scorso 13 febbraio, sarà sottoposta all’approvazione dell’Assemblea straordinaria di e.Biscom convocata per il 14 aprile, con l’intervenuto accordo che tutti i soci di Anphora (che detiene oltre il 50% dei diritti di voto in e.Biscom) voteranno a favore di quanto proposto. Da parte sua, AEM sottoporrà all’Assemblea degli Azionisti, convocata per il 31 marzo, l’approvazione della cessione della partecipazione in FastWeb e dell’acquisto della partecipazione in Metroweb.

 

 

2002

 

Maggio

Firma un accordo di collaborazione commerciale con Tecnonet. Il progetto, denominato Extra 6, si propone di fornire servizi Vpn (Virtual Private Network) a larga banda anche nelle città non ancora raggiunte dalla rete in fibra. Al di fuori delle aree urbane raggiunte dalla fibra ottica di FastWeb, l’accesso ai servizi sarà assicurato con il supporto locale di Tecnonet.

 

Aprile

Lancia l’offerta per telefonia fissa, Internet veloce e Tv on demand rivolta all’utenza residenziale di Napoli, dopo la commercializzazione dei servizi per le aziende partita nel mese di marzo. Lo sviluppo dell’infrastruttura sul territorio di Napoli prevede investimenti complessivi per circa 150 milioni di euro e la rapida estensione di un¿infrastruttura che andrà a coprire il territorio comunale con circa 600 km di rete in fibra ottica.

 

 

2001

 

Agosto

Sottoscrive con Omnitel Vodafone un accordo che consente all’operatore di telefonia mobile di usufruire di un¿infrastruttura di rete fissa in fibra ottica. FastWeb concede a Omnitel Vodafone per 15 anni i diritti d’uso di un tratto della sua rete lungo circa 2.500 km, di cui 1.600 km di rete dorsale e 900 km di rete di raccordo, che andrà a raggiungere 30 fra le principali città del centro-nord Italia dove hanno sede le centrali di controllo e commutazione del gestore mobile. In base ai termini dell’intesa, le città di Milano, Torino, Genova, Bologna e Roma sono connesse entro la fine di settembre 2001, i raccordi di Novara, Parma, Firenze e Pisa sono attivati entro la fine dell’anno e i rimanenti centri vengono raggiunti nel corso del 2002.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2022 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia