eCommerce: aumentano i siti di shopping online ma la crisi frena gli acquisti

di Raffaella Natale |

Europa


eCommerce

La vendita sui siti di eCommerce dovrebbe diminuire di circa la metà entro il 2010, dopo un primo rallentamento nel terzo trimestre per via della congiuntura economica. E’ quanto rileva uno Studio della Federazione eCommerce e vendita a distanza (Fevad).

Il fatturato degli acquisti online, che era aumentato del 34% nel 2007, non crescerà che del 27% nel 2008 rappresentando un business da 20,4 miliardi di euro, del 22% nel 2009 e del 17% nel 2010.

Nel terzo trimestre, le vendite sono progredite del 27% l’anno, con un aumento del 31% nel secondo trimestre e del 30% nel primo.

 

“Il numero di ordini continua allo stesso ritmo, ma il paniere medio ha subito una frenata” e stagna ormai a 93 euro, ha constato Marc Lolivier, direttore generale della Fevad, in occasione della conferenza stampa di presentazione del Rapporto.

Nel 2009, il settore dell’eCommerce “subirà un brutto colpo“, ha avvertito Pierre Kosciusko-Morizet, Ceo del sito PriceMinister.

 

La crisi si fa sentire maggiormente nei prodotti tecnologici, che crescono solo del 5% l’anno. Tra i siti di vendita via internet, solo le agenzie di viaggi sembrano resistere con una crescita del 16% nel terzo trimestre (contro il 24% del secondo).

Per via della crisi economica, il 72% degli internauti dichiara di fare più attenzione al raffronto tra prezzi, il 54% ha “spostato una parte dei loro acquisti verso internet“, e il 53% “frequenta maggiormente i siti di acquisto e compere tra utenti“, stando a uno Studio realizzato da Médiamétrie per la Fevad.

 

I distributori online sono più ottimisti per le spese di Natale, “…che rappresentano dal 25 al 30% del fatturato” di questi siti.

Marc Lolivier ha indicato che il 68% degli internauti avrebbe intenzione di riempire il carrello online e il 44% di loro sborserebbe più di 100 euro.

 

I venditori online possono puntare sui prodotti culturali, in testa alle intenzioni d’acquisto per le Feste. Per Frédéric Landais, dell’istituto GfK, tra le migliori vendite di prodotti natalizi ci dovrebbero essere Black Ice, l’ultimo album di AC/DC, Millenium di Stieg Larsson…

 

Continua comunque a salire, ha sottolineato la Fevad, il numero dei siti internet di eCommerce. Dall’inizio dell’anno sono stati registrati 8.000 nuovi website e 3 milioni di nuovi clienti hanno riempito il loro carrello online.

L’eCommerce, molto utilizzato dagli uomini tra i 25-34 anni e le categorie agiate, ha trovato nuovi sostenitori tra gli ultracinquantenni, i pensionati e i meno abbienti che hanno già fatto i loro primi acquisti sul web.

 

Siti come eBay (12,4 milioni di visitatori unici nel terzo trimestre) e PriceMinister (8,9 milioni), seguiti da voyages-sncf.com (7 milioni) sono i più frequentati dagli shopper online francesi.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2024 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia