De Agostini sbarca su Sky e pensa già a digitale terrestre e web Tv

di |

Italia


De Agostini

“…In 4 o 5 anni contiamo di lanciare 4 o 5 canali tematici, tutti siglati De Agostini, nelle nostre aree di interesse”. Lo ha annunciato l’amministratore delegato Stefano Di Bella, in occasione della presentazione a Milano di ‘Deakids‘, la prima rete per ragazzi targata De Agostini, in onda da oggi su Sky.

Non è detto, però, che tutti i canali firmati De Agostini vengano inseriti nella piattaforma Sky.

L’80% dei ricavi dei canali tematici “…arriveranno dalla Pay TV – sottolinea Di Bella – e il 20% dalla pubblicità”.

 “…Con Sky abbiamo un accordo per 3-4 canali perché è la piattaforma più forte e internazionale, ma non abbiamo un’esclusiva e, quindi – spiega l’ad – non escludiamo l’Iptv o il digitale terrestre. Quando le piattaforme di Mediaset e di La7 saranno più consolidate, potremo fare qualcosa anche con loro”.

 

Per lo sbarco nel digitale, a gennaio De Agostini ha creato una divisione apposita dove, oggi, lavorano 21 persone. Dopo la fase di rodaggio di Deakids, da gennaio lavoreranno a un nuovo canale, dedicato alla cultura generale, stile National Geographic o Discovery Channel, “ma più accattivante”.

 

Ogni rete, comunque, sarà fedele alla formula De Agostini dell’edutainment, dell’educare divertendo, piccoli e adulti.

A gennaio, inoltre, debutterà anche la web tv del Gruppo, con 36 minicanali, perché “…fare il digitale è più semplice e meno costoso del mezzo tradizionale che, comunque, non scomparirà, almeno – conclude l’ad – per le aree tematiche”.

L’altro media su cui migrare è internet – ha precisato Di Bella – ma non ci siamo fissati obiettivi di profitto. Puntiamo sulla web tv, che offra contenuti che parlano di scoperte, scienze, fai-da-te. Nel primo semestre del 2009 dovremmo essere pronti, ma non c’è ancora un nome”.

 

Quanto alle società di produzione di contenuti parte del gruppo De Agostini, come Magnolia, Zodiak Television e Marathon Group, che però fanno parte della divisione Communications, Di Bella precisa che “…sono società cugine, ma lavoriamo insieme“. Magnolia in particolare, “per noi è un enorme vantaggio. Ci ha dato un aiuto strepitoso – ha detto Di Bella – e abbiamo sviluppato grandi sinergie”.

 

Massimo riserbo, poi, sugli investimenti nei nuovi canali. Per quanto riguarda Deakids, spiega Pierfrancesco Gherardi, direttore generale di Digital De Agostini, “…l’investimento è coerente con il livello qualitativo dell’offerta. E i ricavi e i profitti saranno coerenti con l’investimento”. (r.n.)

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2021 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia