Femtocelle: Nokia Siemens Networks avvia nuova collaborazione con Ubiquisys

di Alessandra Talarico |

Mondo


Nokia Siemens

Nokia Siemens Networks ha avviato una collaborazione con Ubiquisys per la realizzazione di una soluzione basata su femtocelle atta a migliorare la qualità delle connessioni 3G indoor.

 

Le femtocelle – trasmettitori mobili in miniatura per la casa e i piccoli uffici – sono considerate come una delle tecnologie più adatte per aiutare a migliorare significativamente la copertura delle reti mobili.

Grazie a questo sistema, il traffico viene indirizzato attraverso il protocollo internet, consentendo agli utenti di offrire servizi addizionali come il VoIP o l’IPTV.

 

La soluzione NSN è indirizzata agli operatori mobili che vogliono estendere la copertura delle reti con costi ridotti, incrementando allo stesso tempo l’Arpu – grazie all’offerta di più servizi – e limitando il carico del macronetwork.

 

In base ai termini dell’accordo, Nokia Siemens Networks e Ubiquisys collaboreranno a livello globale sia nel marketing che nella vendita della soluzione che unirà i vantaggi del sistema ZoneGate di Ubiquisys all’architettura aperta della soluzione 3G Femto Home Access di NSN.

 

Il sistema Femto Home Access offre connessioni indoor per le chiamate voce e dati e consente agli utenti di usufruire di un servizio veloce e qualitativamente superiore per servizi quali la navigazione internet o il download di musica e video.

 

“Insieme a Ubiquisys possiamo offrire agli operatori eccellenti soluzioni indoor per il 3G. La nostra offerta si avvantaggia della maturità raggiunta da Ubiquisys nella progettazione e nello sviluppo delle femtocelle e dagli standard aperti che completano il nostro ecosistema femto”, ha dichiarato Timo Hyppölä, della divisione Indoor Radio Solutions Product Line di Nokia Siemens Networks.

 

Ubiquisys è impegnata in 10 trial sulle femtocelle e molti altri verranno avviati nel corso di quest’anno. Il 2008 dovrebbe essere infatti l’anno della consacrazione per la tecnologia, che tra due anni dovrebbe generare un mercato da circa 600 milioni di dollari.

 

Il Femto Forum, intanto, ha anche lanciato un programma volto ad armonizzare l’integrazione delle femtocelle nelle reti mobili core.

 

Il Forum ha già approvato un’architettura di riferimento che verrà usata per fornire una base di comparazione concreta tra le diverse opzioni di integrazione e ha annunciato l’ingresso tra i suoi membri di diversi big del settore, tra cui BT Group, Mobilkom Austria, Softbank Mobile, Telecom Italia, Samsung e Vodafone.

 

Nokia Siemens Networks, che sta collaborando con  Airvana, Thomson e RadioFrame, sta realizzando un ecosistema aperto che spingerà il mercato mobile, aiutando gli operatori a realizzare il pieno potenziale della convergenza fisso mobile.

 

La 3G Femto Home Access è stata lanciata nel luglio dello scorso anno con l’intento di permettere agli operatori di migliorare l’offerta di servizi convergenti fisso-mobile all’interno degli edifici.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2022 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia