Cosa si compra online? Gli Italiani soprattutto libri e prodotti high-tech. Analisi Nielsen//NetRatings

di Raffaella Natale |

Europa


eCommerce

Un quadro alquanto variegato è quello che caratterizza il mercato europeo di internet, specie per quanto riguarda la popolazione degli utenti attivi che cambia da un Paese all’altro: la Germania, per esempio, conta 36 milioni di persone mentre la Svizzera 3,7 milioni.

 

Nel momento in cui l’eCommerce procede spedito verso l’internazionalizzazione, ci viene da chiederci quanto queste differenze pesano sulla classifica dei primi cinque siti di commercio elettronico per Paese. In altri termini, la top-five dei siti di shopping online è omogenea o strettamente legata alle singole realtà nazionali? E qual è il grado di penetrazione dei primi cinque siti di eCommerce sul mercato nazionale? A rispondere ci ha pensato uno Studio di Nielsen//NetRatings, che fa il punto sui principali siti di eCommerce in Europa, analizzando le singole realtà.

 

Con quasi 35,8 milioni di utenti attivi nel marzo 2007, la Germania è il Paese che, in valore assoluto, può contare sulla più importante popolazione di persone connesse al web. Un mercato sul quale Amazon.de si è ritagliato una fetta importante, con l’audience più importante d’Europa, 10,48 milioni di visitatori unici a marzo per un tasso di copertura attiva (grado di penetrazione di un sito sul mercato domestico) del 29,3%.

Il resto della classifica è più improntato al tradizionale paesaggio commerciale tedesco e rivela soprattutto la potenza che i grandi gruppi di VPC hanno acquisito oltre-Reno nel campo dell’eCommerce.

Il secondo posto è occupato dalle ditte specializzate nella vendita per corrispondenza, con 6,156 milioni di visitatori unici e un tasso di penetrazione del 17,2%. Seguono altri due grandi nomi di questo settore: il gruppo Otto Versand e Tchibo, mentre al quinto posto troviamo T-Shop, la boutique online di Deutsche Telekom.

 

Anche in Gran Bretagna, Amazon domina il mercato con 9,486 milioni di visitatori unici e un tasso di copertura che raggiunge il 30,3%. Subito dopo, eBay Stores che si aggiudica il terzo posto della classifica con 4,691 visitatori unici e copertura del 15%. Il resto è rappresentato da aziende inglesi che, a differenza di quanto avviene in Germania, sono specializzati in diversi settori, come: il supermercato Tesco (4,892 milioni di visitatori e penetrazione 15,6%); Argos per la vendita a distanza di generi alimentari (3,768 milioni di visitatori e penetrazione 12%); Play.com, sito di prodotti culturali e high-tech.

 

Con 10 milioni di utenti attivi meno della Germania, la Francia si caratterizza per un panorama dove è forte la presenza delle aziende locali. Diversamente dai due Paesi precedenti, Amazon occupa solo il secondo posto della classifica realizzata da Nielsen//NetRatings, dove invece primeggia Fnac.com (800.000 visitatori unici). Come in Germania, diverse aziende di vendita per corrispondenza hanno saputo sfruttare le nuove opportunità offerte da internet.

La Redoute si piazza in terza posizione con 4,358 visitatori unici, mentre il gruppo 3 Suisses International (3 Suisses, Cofidis, 2xMoinsCher.com, Monabanq, Becquet e Blanche Porte) registra un’audience di 4,079 visitatori unici. Quanto al tasso di penetrazione: 17,9% per La Redoute e 16,8% per 3 Suisses. Infine, Cdiscount, che nel maggio 2006 ha siglato una partnership con Otto Versand, occupa il quarto posto con 4,281 visitatori unici.

 

Come in Germania, Gran Bretagna e Francia, anche in Italia l’eCommerce è dominato da marchi di prodotti culturali, ma che non sono né di origine italiana, né americana, piuttosto di derivazione inglese come vuole la tradizione.

Con 1,134 milioni di visitatori unici e un tasso di copertura del 5,5%, Internet Bookshop si aggiudica il primo posto nella top-five di Nielsen//NetRatings, superando di 250.000 visitatori Amazon che registra un tasso di penetrazione del 4,1% e due siti specializzati nella vendita di prodotti high-tech: Media World e eprice.it. All’ultimo posto troviamo DVD.it, con 550.000 visitatori unici e un tasso di penetrazione del 2,7%.

Cifre che globalmente restano molto al di sotto di quelle rilevate in Germania, Gran Bretagna e Francia e che testimoniano la crescita potenziale del mercato locale.

 

In Spagna, per contro, i primi posti sono occupati dai grandi marchi di distribuzione. El Cortes Inglés con 2,559 milioni di visitatori unici e un tasso di copertura del 15%. Segue il marchio di origine francese Carrefour, con 1.570 visitatori unici e un tasso di penetrazione del 9,2%. Anche qui troviamo la francese 3 Suisses International e poi Amazon con 886.000 visitatori unici e Fnac con 794.000. Anche qui è evidente la possibilità di crescita futura.

 

Infine, pure la Svizzera presenta un paesaggio commerciale dominato da Amazon che, anche se realizza la più debole audience in valore assoluto  (572.000 visitatori unici), conta su una copertura attiva relativamente elevata (15,2%). 

La grande distribuzione, come in Spagna, è ben presente in rete, a cominciare dal supermercato Coop.ch che totalizza 462.000 visitatori unici e un tasso di copertura del 12,3%. Segue Migros, proprietaria di Leshop.ch (422.000 visitatori unici e un tasso dell’11,2 %), poi il marchio tedesco Tchibo (6,7% di copertura) e infine Weltbild (5,6%).

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2024 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia