Le onde della comunicazione: convegno Corecom Lazio sull’impatto dei campi elettromagnetici su salute, ambiente e informazione

di Agostilia Milita |

Roma, 14 dicembre, Casa del Cinema

Italia


Antenne

Il 14 dicembre si terrà il Convegno del Corecom Lazio “Le onde della comunicazione. Ambiente, Salute e Informazione. Tre diritti da rispettare“, per discutere sulle problematiche legate ai campi elettromagnetici. Il Convegno vuole essere un’occasione per illustrare le iniziative delle amministrazioni locali nei riguardi dei campi elettromagnetici per la tutela dei diritti della salute, ambiente e informazione e per spiegare l’impatto effettivo che le onde della comunicazione hanno sull’ambiente e sulla salute.

 

In Italia si registra un’elevatissima percezione del rischio dovuto a potenziali danni alla salute legati all’esposizione ai campi elettromagnetici, mentre l’innovazione tecnologica determina il proliferare di antenne e di altre sorgenti di emissione dei campi elettromagnetici. E’ necessario quindi coniugare la crescita tecnologica del paese con questa elevata percezione del rischio e le istituzioni  italiane rispondono con iniziative concrete, a partire da una legislazione particolarmente dettagliata ed estremamente restrittiva per quanto concerne i limiti di esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici. I limiti imposti dalla norma italiana sono, infatti, di gran lunga  inferiori a quelli adottati in Europa.

 

Il Convegno del Corecom Lazio si propone l’obiettivo di rafforzare la collaborazione tra le istituzioni competenti in tema di elettromagnetismo e migliorare il livello di informazione di consapevolezza dei cittadini, dando loro anche gli strumenti per  sollecitare gli interventi in difesa dei diritti all’ambiente, alla salute, all’informazione.

 

L’intervento introduttivo di Angelo Fredda, Commissario Corecom, illustrerà l’attività del Corecom Lazio, che svolge una funzione di vigilanza e di controllo sui campi elettromagnetici in collaborazione con l’ARPA (Agenzia Regionale per la protezione dell’ambiente) e sollecita provvedimenti della Giunta Regionale della Regione Lazio di messa in conformità degli impianti con eccessiva emissione elettromagnetica.

 

Al convegno parteciperanno anche rappresentanti della Regione Lazio: Massimo Pineschi, Presidente Consiglio Regionale Lazio, Massimo Pompili, Assessore all’Ambiente della Regione Lazio, e Umberto Ponzo, Vice Presidente Commissione Ambiente Consiglio Regionale Lazio, che parleranno delle iniziative  della regione nell’ambito dell’elettromagnetismo, Filiberto Zaratti, Assessore all’Ambiente della Regione Lazio, che presenterà la proposta della nuova legge regionale sull’elettromagnetismo.

 

Giancarlo D’Alessandro, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Roma, parlerà dell’iniziativa della città che ha installato di recente una rete di centraline che monitorizzano in modo automatico e continuo i valori di campo elettromagnetico in punti di particolare interesse dei singoli municipi. Il sindaco Carlo Lunghi di Capranica Prenestina e il sindaco Pasquale Boccia di Rocca di Papa parleranno di come i loro comuni hanno accolto l’installazione di antenne nel loro territorio. Il Presidente della Provincia di Latina, Armando Cusani, interverrà esponendo le esperienze e le iniziative del territorio della sua provincia.

 

Mario Frullone, Direttore Ricerche Fub, descriverà il progetto della rete nazionale di monitoraggio dei campi elettromagnetici che la Fub ha realizzato su incarico del Ministero delle Comunicazioni  in collaborazione delle ARPA, realizzando una rete di sensori in grado di dare una valutazione del reale livello di esposizione della popolazione in tutte le regioni italiane.

 

Paolo Vecchia dell’Istituto Superiore della Sanità proporrà un’analisi dell’impatto dei campi elettromagnetici sulla salute e sull’ambiente, mentre Fabio Garzia, dell’Università Sapienza di Roma illustrerà i problemi della sicurezza e Vincenzo Lobianco dell’Autorità delle Garanzie nelle Comunicazioni esprimerà la posizione dell’Autority.

 

Angelo Gallippi, Presidente del Corecom ha dichiarato a Key4biz: “La comunicazione nella società moderna non sarebbe assolutamente concepibile senza un impiego massiccio delle onde elettromagnetiche. Esse, infatti, rendono possibile non solo la comunicazione radiotelevisiva e telefonica, soprattutto mobile, ma anche quella attraverso la carta stampata, che utilizza le prime due come strumenti indispensabili per raccogliere le notizie e farle giungere fino alle redazioni dei giornali, dove poi sono elaborate e diffuse. La  legge affida al Corecom il compito di vigilare sul rispetto dei valori stabiliti dalla normativa nazionale e regionale per i tetti di radiofrequenze, in quanto compatibili con la salute umana. Un compito che il Corecom svolge da oltre quattro anni, su attivazione dei rapporti che riceve con regolarità da ARPA Lazio e delle segnalazioni di autorità locali o di pubblica sicurezza, di associazioni locali o territoriali, o anche di cittadini singoli. A seguito delle segnalazioni ricevute, il Corecom ha avviato numerose istruttorie che si sono concluse, nei casi di superamento dei limiti stabiliti dalla legge, con la predisposizione di piani di riduzione a conformità per gli impianti in questione“.

 

Le conclusioni del Convegno saranno affidate al Sottosegretario Ministero delle Comunicazioni Luigi Vimercati.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2021 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia