Internet non è mai stato così popolare: dal lavoro agli hobby, tutto diventa più facile

di Alessandra Talarico |

Stati Uniti


Internet

Internet non è mai stato così popolare: se il mercato statunitense si può considerare specchio di un trend mondiale, la considerazione per la rete ha toccato negli ultimi mesi vertici altissimi, così come la sua abilità  di migliorare la qualità sia del lavoro che della privata.

 

Negli Usa, il 73% della popolazione adulta (147 milioni di persone) utilizza regolarmente il Web: una crescita del 66% (133 milioni di persone) rispetto a gennaio dello scorso anno che conferma come sempre più persone facciano affidamento a internet per risolvere problemi – piccoli e grandi – per i quali prima si ricorreva al consiglio di persone fidate o professionisti.

 

Rispetto al 2001 è raddoppiato, ad esempio, il numero di persone che afferma che internet è di grande aiuto nello shopping e nella pratica di hobby e sport.

Argomenti frivoli, dirà qualcuno, ma che fanno da corollario a un pubblico che su internet trova anche un valido aiuto in caso di questioni serie come può esserlo una malattia: circa 17 milioni di persone si sono rivolte al Web per aiutare un’altra persona alle prese con una patologia grave, mentre 7 milioni di persone hanno cercato informazioni relative a una malattia che le aveva colpite in prima persona.

 

La percentuale di coloro che hanno riferito che internet ha notevolmente migliorato le proprie capacità sul lavoro è cresciuta dal 24% di marzo 2001 al 35% del 2006.

 

Negli Usa, tuttavia, solo il 42% della popolazione adulta – 84 milioni di persone – è dotato di una connessione ad alta velocità, essenziale per fruire dei servizi avanzati e per considerare il web come un punto di riferimento always-on.

Per quanto riguarda nello specifico le connessioni domestiche, il 62% è a banda larga.

 

L’uso della rete resta inoltre molto legato a fattori come l’età e il reddito: l’88% degli adulti al di sotto dei 30 anni utilizza regolarmente internet, contro il 32% degli over 65.

 

Il fattore economico gioca un ruolo ancora più evidente: solo il 53% degli adulti con un reddito annuo inferiore ai 30 mila dollari utilizza internet a casa, contro il 91% delle famiglie con reddito superiore ai 75 mila dollari. Ma anche il livello di educazione rimane un indicatore importante per l’uso di internet: mentre il 40% degli adulti che si sono fermati prima della scuola superiore usa regolarmente internet, la percentuale sale al 64% tra i diplomati e al 91% tra i laureati.

 

Infine, donne e uomini nella stessa percentuale hanno notato gli effetti positivi di internet per gli acquisti e per il lavoro. Sono circa 21 milioni gli americani che si sono rivolti al web per raggiungere una migliore preparazione sul lavoro, equamente suddivisi tra entrambi i gruppi. La rete ha migliorato ‘molto’ l’abilità di fare shopping, di lavorare e di informarsi, anche se gli uomini prediligono ricercare argomenti relativi agli hobby, mentre le donne pensano di più alla salute.

 

La redazione di Key4biz.it esprime il proprio cordoglio per la morte a Nassyria degli italiani impegnati in Missione di Pace e la sentita partecipazione al dolore delle loro famiglie.

Il mondo ICT non è un’isola separata dal resto del mondo.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2023 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia