Satelliti e solidarietà: Tartufi in the Sky

di |

Italia



L¿evento &#232 la prima ¿Asta Internazionale del Tartufo di Toscana¿. La data &#232 il 1° novembre 2003. I luoghi sono tre. Innanzitutto il Castello Mediceo di Cafaggiolo (Barberino di Mugello – Firenze), ma saranno coinvolti in diretta con collegamenti via satellite il Ristorante Le Cirque di Sirio Maccioni a New York e il Ristorante Valentino di Piero Selvaggio a Los Angeles.

Ma l¿occasione &#232 unica: battere all¿asta i pi&#249 bei Tartufi di Toscana, con una manifestazione globale, grazie ai collegamenti satellitari, e con uno scopo di tutto riguardo: devolvere il ricavato dell¿asta all¿Ospedale Meyer di Firenze, per le malattie rare dei bambini e alla Fondazione ¿Chances for Children¿, presidente dalla Duchessa di York, Sarah Ferguson.

E sono gi&#224 annunciati i rilanci da parte di nomi dell¿industria dell¿Information and Communication Technology.

L&#224 dove hanno vissuto Cosimo I, Lorenzo il Magnifico, Caterina de¿ Medici e Michelangelo Buonarroti, nell¿antica dimora de¿ Medici, gli ospiti saranno accolti da Beppe Bigazzi, chairman, e da Giselle Oberti, producer della manifestazione.

Previste le presenze di personaggi del mondo dello spettacolo come Andrea Bocelli, Paolo Brosio, Antonella Clerici, Paola Saluzzi, con loro gli chef Fulvio Pierangelini e Gianfranco Vissani.

Dal ristorante Le Cirque, a New York, si d&#224 per certa la presenza, tra gli altri, di Robert De Niro, di Elle Mc Pherson, dell¿ex sindaco Rudolph Giuliani, di Henry Kissinger e di altri famosi personaggi.

Dal ristorante Valentino, a Los Angeles, si attende soprattutto Sharon Stone, appassionata di tartufo, e altri divi dello star system. Attese anche numerose personalit&#224 del mondo politico, dell¿imprenditoria e della finanza.

Tutti mobilitati in una manifestazione ubiqua e globale, tutti attratti dai sapori italiani e mobilitati dalla molla della solidariet&#224.

Tra i sapori del lardo di Colonnata, prosciutto del Casentino, maiale di cinta senese, agnello di Zeri, fagioli zolfini, zafferano e tartufo di Toscana abbiamo chiesto a Giselle Oberti, producer della manifestazione, di esporci caratteristiche, dettagli e motivazioni della manifestazione.

D. Quali le novit&#224 di questa prima Asta del Tartufo di Toscana a scopo benefico?

R. L¿asta viene battuta da Sotheby¿s, sar&#224 quindi una vera asta professionale, con circa 20 lotti di Tartufi ¿rigorosamente¿ di Toscana e questo gi&#224 ci differenzia rispetto a iniziative simili. Sar&#224 un¿asta aperta a professionisti, imprenditori, personaggi del mondo della finanza e dell¿economia, a operatori del settore eno-gastronomico e del settore del turismo.

Le recenti piogge, inoltre, ci danno la possibilit&#224 di presentare finalmente tartufi di ottima qualit&#224, peso e profumo. Fino ad ora non era cos&#236 facile. Ogni tartufo o lotto verr&#224 consegnato all¿acquirente in una magnifica scatola di radica con interno in cedro, di finissima fattura. Ad ogni tartufo sar&#224 abbinato un dono: una bottiglia di Brunello d¿annata, magnum o super magnum da 5 litri di Chianti Classico o Brunello, piccole teche di marmo con lardo di Colonnata, il coltello da tartufo realizzato per la prima volta da un famoso artigiano di Scarperia¿ e cos&#236 avanti.

D. Quali i significati e le sedi per partecipare alla vostra iniziativa??

R. Questo evento ha molte valenze positive per chi ci ha sostenuto, ma ne ha ancor di pi&#249 per chi decider&#224 di partecipare attivamente in una delle tre prestigiose sedi: il Castello Mediceo di Cafaggiolo nel Mugello, il ristorante Le Cinque a New York o il Valentino di Los Angeles. Vorrei dire alle imprese che vorranno partecipare, che acquistare un tartufo di alcuni etti &#232 un vero affare per il palato e per il ritorno pubblicitario che imprese e singoli individui, in un contesto internazionale come questo, possono ottenere. Ecco perch&#233 chiediamo anche alle imprese anche del settore dell¿Information Technology di partecipare all¿asta.

D. Allora il tartufo come grande attore?

R. Non solo. Grazie al tartufo possiamo veicolare l¿immagine di una Toscana che offre il meglio del meglio in campo artistico, culturale e ambientale e con essa l¿idea forte di partecipare ad una manifestazione che promuove una piccola gara di solidariet&#224.

D. Insomma una grande vetrina del made in Toscana per offrire una testimonianza significativa?

R. Sarebbe riduttivo. Certo &#232 importante poter riunire sotto un unico marchio i territori toscani votati al tartufo bianco, le colline di San Miniato e Volterra, le crete senesi, la Val Tiberina, il Mugello stesso. Chi conosce un po¿ la Toscana e i toscani sa quanto sia difficile e importante. Tutto ci&#242 fa qualit&#224 di vita. Ma attenzione la solidariet&#224 deve essere parte integrante della qualit&#224 di vita, perch&#233 &#232 un motore di integrazione. Per questo ho affrontato con passione lo sforzo di organizzare da zero una manifestazione cos&#236 ampia, complessa e di cos&#236 alto livello, tanto da non temere confronti con nessun altra dello stesso settore. Il mio augurio &#232 che essa veda la pi&#249 ampia partecipazione, grazie alla partecipazione di voi tutti, con una gara in difesa della tradizione, della tipicit&#224 e della solidariet&#224.

Alessandra Talarico

Per ulteriori informazioni:

Giselle Oberti, Producer ¿Asta Internazionale del Tartufo di Toscana¿

tel. – fax 06.3332988cell. 335.6343465

eMail:astatartufoditoscana@tiscali.it

Klaus Davi&Co. Roma 06.3207276-279

e- mail: e.rinzivillo@klausdavi.191.it o m.abbate@klausdavi.191.it

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2021 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia