Conflitto nei cieli

5G negli Usa, compagnie aeree incassano un nuovo rinvio vicino ad alcuni aeroporti

di |

Verizon ed AT&T, su richiesta del settore aereo Usa e dell'amministrazione Biden, hanno rinviato l’accensione del 5G prevista oggi nei pressi di alcuni aeroporti americani.

Verizon ed AT&T, su richiesta del settore aereo Usa e dell’amministrazione Biden, hanno rinviato l’accensione del 5G prevista oggi nei pressi di alcuni aeroporti americani. Una pausa di riflessione caldeggiata anche dal presidente Joe Biden, intervenuto sulla vicenda per evitare conseguenze devastanti sul traffico aereo americano. Il nuovo servizi 5G è partito da oggi nel 90% del territorio Usa.

Conflitto fra industry

Il motivo scatenante è il conflitto fra industry aeronautica e operatori Tlc, con il primi che temono interferenze del 5G sulle apparecchiature di sicurezza e sugli altimetri a bordo degli aerei. Il lancio del 5G, fissato per il 5 gennaio, era già stato rinviato di due settimane per apportare le cautele necessarie soprattutto nei pressi di una cinquantina di aerei americani. Qui sono state decise delle zone cuscinetto intorno ad una serie di aeroporti.


Nelle more di un quadro più chiaro sul 5G, alcune compagnie aeree internazionali hanno sospeso i voli per gli Usa a partire da oggi. Fra queste, Air India, Emirates, Japan Airlines, All Nippon Airways. Anche American Airlines si è fatta sentire, denunciando il rischio di migliaia di cancellazioni e di milioni di clienti lasciati a terra in caso di accensione indiscriminata del 5G in zone aeroportuali.


C’è da dire che la FAA (Federal Aviation Administration), che controlla la sicurezza aerea negli Usa, aveva già trovato un accordo con AT&T e Verizon per ritardare di due settimane – dal 5 gennaio al 19 gennaio – il via ai servizi 5G in banda C.


Tra l’altro, sono state decise zone cuscinetto intorno ad una cinquantina di aeroporti.

L’intervento di Biden

L’intervento dell’amministrazione Biden ha ulteriormente bloccato il via al servizio vicino ad alcuni aeroporti.
Il 5G non verrà acceso a meno di 2 miglia (3,2 chilometri) dalle zone aeroportuali del paese, dove sono previste comunque delle vie di fuga.


I rapporti fra la FAA che raccoglie i principali vettori aerei americani e la FTC (Federal Communication Commission), l’autorità delle comunicazione statunitense, non sono dei migliori.


Le principali compagnie aeree americane hanno inviato una lettera di allarme al ministro dei Trasporti Pete Buttigieg, perché temono il rischio di una caos di cancellazioni e ritardi nei cieli se la questione non verrà risolta una volta per tutte.

Leggi anche: 5G negli Usa, zone cuscinetto in una cinquantina di aeroporti

5G negli Usa, tregua fra compagnie aeree e Tlc ma resta lo stallo. E Biden fa da paciere

5G negli Usa, braccio di ferro su rischio interferenze fra compagnie aeree e Tlc

5G, linee aeree Usa verso restrizioni di volo per evitare rischio interferenze