key performance indicators

Vorticidigitali. Quali sono i KPI di un piano di social media marketing?

La scelta dei parametri da monitorare è tanto più essenziale quanto più Facebook, in particolare, ha ampliato le tipologie di metriche rese disponibili.

di Andrea Boscaro, fondatore di The Vortex |

Vorticidigitali è una rubrica settimanale a cura di @andrea_boscaro promossa da Key4biz e www.thevortex.it. Per consultare gli articoli precedenti, clicca qui.

I KPIkey performance indicators – sono le metriche che si decide osservare e, nel tempo, di migliorare attraverso i dovuti sforzi sia in termini di allocazione delle risorse che di investimenti media.

 

Non tutte le metriche rese disponibili dalle piattaforme social sono KPI e non tutte le strategie considerano KPI le stesse metriche: la scelta dei parametri da monitorare è tanto più essenziale quanto più Facebook, in particolare, ha ampliato le tipologie di metriche rese disponibili.

 

Ecco pertanto qualche esempio di obiettivo strategico con i relativi KPI da seguire:

 

  • Protezione della reputazione del marchio -> aumento della quantità e miglioramento della qualità delle menzioni ottenute, impression-share negli conversazioni rilevanti;

 

Banner Tiesse
  • Attivazione di un canale di customer care -> efficacia ed efficienza nella risposta alle domande e nella gestione delle criticità, aumento del rating della Pagina Facebook ed acquisizione del badge “Risponde istantamente”;

 

  • Miglioramento della rilevanza nei confronti del target -> aumento dei follower sui profili social ufficial e della reach organica e virale dei post pubblicati;

 

  • Coinvolgimento degli utenti -> aumento dell’engagement rate dei post e della durata media delle views dei video;

 

  • Acquisizione di nuovi contatti -> efficacia ed efficienza nelle campagne pubblicitarie tese ad accrescere follower con particolare riferimento alla loro coerenza con il target atteso sia sul piano socio-demografico che dell’attenzione mostrata ai contenuti resi disponibili sul sito proprietario (es. frequenza di rimbalzo, pagine per sessione, tempo speso per sessione);

 

  • Conversione dei contatti in clienti -> sostenibilità degli sforzi organizzativi e degli investimenti sostenuti sui social media rispetto alle vendite online realizzate sul sito e alle iniziative promozionali di coinvolgimento online dei consumatori (es. tasso di conversione);

 

  • Fidelizzazione dei contatti acquisiti -> consolidamento dei follower e loro adesione ai contenuti ed alle offerte proposte sul sito (es. frequenza di ritorno).

 

La chiarezza degli obiettivi strategici e la coerenza della scelta dei KPI permetteranno di lasciare spazio alla creatività e all’innovazione perchè la barra sarà diritta sulla progettualità definita.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL