Ultra broadband

Sinfi, con i 5 milioni dal Governo accelera il primo catasto nazionale delle infrastrutture al mondo

di |

Il Sistema informativo nazionale federato delle infrastrutture ha avuto un’accelerata nella mappatura con i 5 milioni stanziati dal Governo. Il responsabile Sinfi di Infratel Pietro Marescotti: ‘È il primo catasto Nazionale al mondo, sono stati già censiti 200 milioni di oggetti, se fosse a regime risparmi fino al 70%’. Si ridurrebbero i costi di posa della fibra, per esempio. In ritardo sono le Pa a trasmettere i dati.

Azioni finalizzate a implementare l’effettivo utilizzo da parte delle Pubbliche amministrazioni del Sistema informativo nazionale federato delle infrastrutture (SINFI) : il primo catasto nazionale delle infrastrutture al mondo. Questo è l’obiettivo dei due giorni di seminario, iniziato oggi al Ministero dello Sviluppo economico, tra i rappresentanti dei Comuni e delle Province con i rappresentanti di Infratel, soggetto attuatore per le attività tecnico operative del SINFI, e del (MiSe).

Con il SINFI, il MiSE intende realizzare una mappatura a livello nazionale delle reti di comunicazione elettronica veloci esistenti e di ogni altra infrastruttura fisica funzionale ad ospitarle, al fine di facilitare l’installazione di reti ad alta velocità, anche attraverso l’uso condiviso delle infrastrutture esistenti ed il dispiegamento più efficiente delle infrastrutture fisiche nuove.

Il SINFI spiegato in 1 minuto


Marco Bellezza: ‘Un progetto strategico per il Paese sul quale il MiSe ha stanziato 5 milioni per garantire il popolamento del catasto da parte degli enti locali’

“Diventa prioritario e strategico, anche alla luce del recente stanziamento del Governo di 5 milioni di euro per azioni di rafforzamento amministrativo volte proprio al popolamento del SINFI, il coinvolgimento pieno e consapevole di tutte le amministrazioni comunali affinché da un lato trasmettano i dati già direttamente in loro possesso, dall’altro sollecitino gli operatori attivi a livello locale a comunicare tutte le informazioni utili alla realizzazione del sistema”, ha dichiarato il presidente del Comitato di coordinamento e monitoraggio del SINFI, Marco Bellezza, nonché consigliere giuridico per le comunicazioni e l’innovazione digitale del ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio.

Il responsabile Sinfi di Infratel Pietro Marescotti: ‘Se a regime risparmi del 70%’

Il responsabile Sinfi di Infratel Pietro Marescotti, durante la prima giornata di formazione, ha detto ‘Sinfi è il primo catasto zazionale al mondo, sono stati già censiti 200 milioni di ‘oggetti’, se fosse a regime risparmi fino al 70%’. Per esempio si ridurrebbero i cantieri e gli scavi e si abbatterebbero i costi di posa della fibra, ci sarebbe un coordinemento e controllo sulle infrastrutture per accelerare e facilitare l’installazione di reti ad alta velocità.

In ritardo sono infatti le Pa nell’inserire i dati. Per sbloccare quest’impasse sono nati i seminari ad hoc per Comuni e Province: durante l’anno si terranno altre giornate di formazione con l’obiettivo di formare un “Delegato SINFI” in ciascuna area vasta del Paese (Province e città metropolitane).

Il Delegato SINFI svolgerà funzioni di coordinamento tra Infratel, soggetto attuatore per le attività tecnico operative del SINFI, ed i Comuni del territorio di riferimento.