Come funziona

Reddito di cittadinanza erogato e tracciato con l’app ‘io.italia.it’

L'annuncio di Diego Piacentini, il commissario straordinario per l’Agenda digitale: ‘L'app io.italia.it permetterà di tracciare il passaggio dei soldi del reddito di cittadinanza e di ricevere messaggi dalla pubblica amministrazione, esprimere preferenze. La stiamo testando con Milano, Torino, Palermo, Cagliari, ma anche piccoli comuni. È l’app del cittadino’.

di Luigi Garofalo | @LuigiGarofalo |

Nella nota di Aggiornamento del Def 2018 è prevista l’erogazione del reddito di cittadinanza “in via completamente digitale”. Così lo staff del vicepremier e ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio ha chiesto al Team digitale una soluzione tecnologica per il sussidio, che è stata trovata in io.italia.it, l’app ideata per rendere digitali i servizi della PA. L’annuncio è stato dato da Diego Piacentini, il commissario straordinario uscente per l’Agenda digitale: “l’app io.italia.it servirà anche a tracciare il passaggio dei soldi del reddito di cittadinanza e valutare se il sistema funziona o no”, ha detto Piacentini nella videointervista al Corriere.it.

Ma tecnicamente come funziona l’app io.italia.it per erogare e tracciare il reddito di cittadinanza?

“Permette ai cittadini di ricevere messaggi dalla pubblica amministrazione, esprimere preferenze. La stiamo testando con sette comuni e amministrazioni con alcuni servizi. Ci sono Milano, Torino, Palermo, Cagliari, ma anche piccoli comuni. È l’app del cittadino”, ha precisato Diego Piacentini alla guida del Team digitale che ha suddiviso il progetto in “4 blocchi tecnologici: chi ne ha diritto; qual è il passaggio dei soldi dallo Stato al cittadino; qual è il passaggio dei soldi dal cittadino al mercato; la valutazione a posteriori della policy attraverso i Big Data. Quest’ultimo è il più importante, quello che permette di rispondere alla domanda: ha funzionato questa policy, sì o no?”, ha aggiunto il Commissario straordinario che a fine mese lascerà l’incarico.

 

I 4 requisiti per ricevere il reddito di cittadinanza

Per finanziare il bonus lo Stato dovrebbe stanziare dagli 8 ai 9 miliardi. E chi potrà beneficiarne? I cittadini in possesso di 4 requisiti:

  • Ricerca attiva del lavoro.
  • Completamento dei percorsi di formazione.
  • L’involontarietà della disoccupazione.
  • Un determinato livello di reddito e ricchezza familiare misurata con l’ISEE anche tenendo conto degli immobili di proprietà.  

Per tre mesi 780 anche alle aziende che assumono? 

Il premier Conte ha annunciato la possibilità di assegnare il reddito di cittadinanza a determinate aziende: “Stiamo pensando di dare per tre mesi i 780 euro alle aziende che assumono e di spingere le persone ad accettare posti di lavoro non solo nella propria Regione”. 

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL