LTE: i big delle tlc si uniscono. ‘One Voice’ per le soluzioni wireless del dopo 3G

di Alessandra Talarico |

Mondo


LTE

Undici tra i più importanti operatori mobili e produttori di dispositivi, si sono alleati per accelerare l’introduzione e la fornitura in tutto il mondo di servizi voce e dati basati su LTE (Long Term Evolution), l’evoluzione del 3G.

 

I promotori dell’iniziativa  – battezzata ‘One Voice’ – sono AT&T, Orange, Telefonica, TeliaSonera, Verizon, Vodafone, Alcatel-Lucent, Ericsson, Nokia Siemens Networks, Nokia, Samsung e Sony Ericsson hanno sviluppato congiuntamente un profilo tecnico per i servizi voce e sms su LTE che definisce un set ottimale di funzionalità già inquadrate dal 3GPP che potranno essere utilizzate da tutti player, inclusi i vendor di infrastrutture, i fornitori di servizi e i produttori di dispositivi, per offrire soluzioni compatibili con lo standard LTE.

 

Secondo le valutazioni dei partner del progetto, le soluzioni basate su IP Multimedia Subsystem (IMS) così come definite dal 3GPP rappresentano l’approccio migliore per soddisfare le aspettative dei consumatori in fatto di qualità, affidabilità e disponibilità del servizio nel momento del passaggio dagli attuali servizi a commutazione di circuito ai servizi IP basati su LTE.

 

Un approccio che “aprirà anche la strada alla convergenza dei servizi, dal momento che LTE è in grado di servire reti broadband fisse e wireless.

 

La Long Term Evolution è la più recente evoluzione del 3G e consente velocità di connessione internet mobile fino a 100 megabit al secondo, ossia dieci volte superiori rispetto alle reti di terza generazione. Al momento in Europa è in fase di prova in Finlandia, Germania, Norvegia, Spagna, Svezia e Regno Unito, e in Svezia e Norvegia ne è prevista la commercializzazione per il primo semestre del 2010.

 

La tecnologia, che utilizza lo spettro radio in maniera più efficiente, consentendo alle reti mobili di sfruttare il cosiddetto “dividendo digitale” e di utilizzare le frequenze lasciate libere dal passaggio dalla televisione analogica a quella digitale, accrescerà la capacità degli operatori di rete, consentendo loro di fornire la banda larga mobile a velocità maggiore ad un numero più grande di utenti a prezzi inferiori, rivoluzionando il mercato europeo delle telecomunicazioni mobili. Secondo le previsioni dell’industria, l’evoluzione di LTE (LTE Advanced) sarà in grado di portare la velocità della banda larga mobile fino a 1 gigabit al secondo, consentendo agli utenti di beneficiare pienamente di servizi online sofisticati quali la televisione ad alta definizione o i video on demand.

 

Gli analisti del mercato prevedono che entro il 2013 a livello mondiale gli operatori investiranno quasi 6 miliardi di euro (8,6 miliardi di dollari USA) in apparecchiature.

 

Seguire un approccio comune, sostengono i promotori dell’iniziativa ‘One Voice’, consentirà di garantire il roaming internazionale e l’interoperabilità dei servizi voce e dati su LTE, assicurando agli utenti la continuità del servizio.

Obiettivo della partnership è anche di assicurare un ampio ecosistema di prodotti e servizi e di evitare la frammentazione del mercato in mille soluzioni diverse.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2022 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia