Mondiali di calcio: il Consiglio utenti dell’Agcom dice ‘No’ all’accordo Rai-Sky, ‘Indebolisce il servizio pubblico’

di Raffaella Natale |

Italia


Sky

“…L’accordo Rai-Sky sui Mondiali di calcio rappresenta un ulteriore indebolimento del servizio pubblico”.  E’ quanto afferma il presidente del Consiglio Nazionale degli Utenti (Cnu), organismo dell’Agcom, Luca Borgomeo.

“…Dare alla Rai un tetto a manifestazione di venticinque incontri su sessantaquattro – ha detto ancora Borgomeo – significa nei fatti privare gli utenti, che pagano il canone, di una parte importante dello spettacolo calcistico. Non possiamo – ha concluso – che essere preoccupati”.

 

Per Viale Mazzini però si tratta di scegliere gli eventi di maggiore interesse. E nelle venticinque ci sono tutte le partite che vedranno impegnata la nazionale azzurra, peraltro nel 2010 di diritto presente alla fase finale dei Mondiali in quanto detentrice del titolo vinto a Berlino nel luglio 2006.

 

Ieri la Fifa ha, infatti, dato il via libera all’intesa tra la Tv pubblica e la piattaforma satellitare di Rupert Murdoch in fatto di diritti televisivi per le partite dei Mondiali di calcio del 2010 in Sudafrica e del 2014 in Brasile.

Il preaccordo tra i due operatori risale a qualche mese fa e andava formalizzato entro novembre 2008, cosa che è effettivamente avvenuta e ora è arrivato il ‘placet’ del massimo organismo a livello mondiale che governa il calcio, per l’appunto la Fifa presieduta da Joseph Blatter.

 

L’amministratore delegato di Sky, Tom Mockridge, ha dichiarato: “…Per Sky questo accordo rappresenta un segnale di grande importanza agli abbonati ed è la conferma che il gruppo intende comunque continuare ad investire per garantire un arricchimento continuo dell’offerta in tutti i campi”.

 

I canali Sky Sport trasmetteranno in diretta tutte le 64 partite di ciascuna edizione, dal match di inaugurazione alla finale, di cui 39 partite saranno in esclusiva per gli abbonati Sky. I diritti erano stati acquisiti dalla Rai, che poi in base a obblighi Fifa ha dovuto cedere in parte – nel quadro ovviamente di una trattativa di mercato vera e propria – ad altro operatore, ovvero la Pay TV.

 

L’accordo non riguarda solo la Coppa del Mondo: la Pay TV italiana ha infatti acquisito anche i diritti della Fifa Confederations Cup 2009, il torneo che otto nazionali, tra le quali il Brasile, l’Italia, la Spagna campione d’Europa e il Sud Africa disputeranno nella Repubblica Sudafricana tra il 14 e il 28 giugno prossimi, e dell’edizione della Confederations Cup che precederà nel 2013 i mondiali brasiliani.

 

“…Saranno – ha concluso Mockridge – 8 anni all’insegna dell’eccellenza nel campo delle più importanti manifestazioni sportive, messe a disposizione dei nostri abbonati. Uno sforzo importante, compiuto per garantire a chi sceglie Sky la certezza di avere a disposizione un panorama di eventi live senza paragoni nel mondo”.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2021 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia