eBook: Bruno Editore sceglie l’iPhone per sostenere il mercato del libro elettronico. L’iniziativa sarà presentata al 1° evento del Club Autori Italiani

di Raffaella Natale |

Appuntamento a Roma sabato 20 settembre.

Italia


iPhone

Nella prima settimana del lancio dell’iPhone oltre 100.000 persone hanno scaricato l’applicazione gratuita per la lettura degli eBook chiamata “eReader“. Nello stesso periodo è schizzata in alto la vendita di libri elettronici: 35.000 in pochissimi giorni. L’opportunità è stata raccolta da Bruno Editore, una delle prime case editrici online in Italia, che ha messo a disposizione dei lettori un eBook della sua collana, scaricabile gratuitamente e fruibile direttamente su iPhone.

 

Giacomo Bruno, presidente dell’omonima casa editrice, ha commentato: “Da anni tutto ciò che è insieme passione per i libri e per la tecnologia ci riguarda molto da vicino, per questo riteniamo che l’iPhone possa dare nuovo impulso al mercato del libro elettronico anche in Italia, dove peraltro i segnali di crescita sono sempre più visibili”.

 

Sabato 20 settembre a Roma, Bruno Editore riunisce per la prima volta il Club Autori Italiani, che raggruppa oltre 100 autori di eBook tra i migliori esperti di formazione nel nostro Paese. Quella della formazione è la strada maestra scelta dal giovane editore (ha soli 30 anni).

“Fin dal 2002 – ha ricordato Giacomo Bruno – ci siamo specializzati nella produzione di eBook per la formazione, dedicati anche al settore finanziario e ai new media su temi quali guadagnare online, web marketing, investimenti mobiliari e immobiliari, affiliate marketing, google adwords, yahoo overture, ebay, social network, second life”.

 

Quest’anno, seguendo la sua vocazione hi-tech, Bruno Editore ha lanciato l’USB-BOOK, una novità assoluta per il panorama italiano che scuote il settore. Mentre gli editori tradizionali cercano di entrare nel settore del digitale e di internet, Bruno Editore propone l’opposto: portare gli eBook in libreria. E lo fa in un formato innovativo e hi-tech.

Il risultato è la creazione di un modello editoriale rivoluzionario per il mercato italiano, che sfrutta appieno le potenzialità dell’eCommerce.

“Mentre infatti – ha sottolineato Bruno – gli editori tradizionali cercano di entrare nel settore del digitale e di internet, noi siamo già arrivati a portare gli eBook in libreria”.

 

La Bruno Editore è stata fondata nel 1987 da Enzo Bruno che nel 1998, con l’avvento delle nuove tecnologie e la diffusione di internet, passa il testimone al figlio Giacomo che lo trasforma in uno dei primi editori online. La passione per l’editoria si sposa con quella per la tecnologia.

Con la guida di Giacomo Bruno, la casa editrice lancia due riviste online “Trucchi” e “Gsmpoint“.

Nel 2008 la svolta Web 2.0: Bruno Editore fa parlare di sé con le due nuove community online Club Autori Italiani, che racchiude oltre cento autori di eBook tra i migliori esperti di formazione, e il Club Affiliati Italiani, un esclusivo punto di raccolta online per promuovere il business della casa editrice.

L’esercito degli affiliati di Bruno Editore rappresenta il principale canale di distribuzione degli eBook: 2.500 persone espongono nelle vetrine di bit delle loro librerie virtuali i prodotti della casa editrice.

Il risultato è la creazione di un modello editoriale rivoluzionario per il mercato italiano, che sfrutta appieno le potenzialità dell’eCommerce.

 

Per iniziativa di Bruno Editore ad agosto 2008 nasce il primo “Osservatorio eBook” in Italia, un’area del portale della casa editrice interamente dedicata al monitoraggio del mercato eBook per offrire un punto di riferimento agli appassionati e interessati al settore dell’editoria elettronica e per essere costantemente aggiornati con le ultime novità dall’Italia e dal mondo. Uno strumento conoscitivo per creare un punto di incontro e di confronto con esperienze, numeri, innovazioni tecnologiche, iniziative ed eventi, che intendono anche stimolare la nascita di nuovi progetti editoriali nel settore degli eBook.

 

Negli ultimi 6 anni il settore degli eBook ha quintuplicato il suo valore e rappresenta, secondo l’ultima analisi dell’Associazione Italiana Editori (AIE), l’1% del fatturato complessivo del mercato dei libri di carta per un valore di oltre 5 milioni di euro. Il trend positivo viene confermato dall’International Digital Publishing Forum (organo ufficiale americano che monitora il mercato mondiale degli eBook), secondo cui in meno di 6 anni il volume di vendite di eBook è passato da un milione e mezzo a 7 milioni di euro. Nel solo 2007 il fatturato mondiale degli eBook ha raggiunto i 21.000.000 di euro.

 

Il “leggere multimediale” si posiziona come una delle più interessanti novità tecnologiche e commerciali nel panorama dei nuovi media e sembra poter mettere in discussione se non la permanenza, almeno la centralità del libro cartaceo come supporto della lettura.

Secondo un’indagine dell’Osservatorio Permanente dei Contenuti Digitali (AIE) “il 14% della popolazione italiana abbina un uso consapevole, interattivo ed evoluto delle tecnologie con un’elevata propensione al consumo di contenuti culturali“. Da questo punto di vista l’eBook si candida a diventare uno strumento di uso quotidiano: gli analisti del Global Industry Analysts ne prevedono nei prossimi anni una diffusione simile a quella dei lettori mp3.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2024 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia