Vodafone batte le concorrenti e si aggiudica Hutchison Essar per 18,8 miliardi di dollari

di |

Mondo


Vodafone

Vodafone sbaraglia la concorrenza e si aggiudica Hutchison Essar, il quarto operatore mobile indiano. Il colosso britannico, infatti, ha confermato le voci che si rincorrevano da mesi circa l’acquisto del 67% di Hutchison Essar. Vodafone, in base all’accordo, pagherà a Hutchison Telecommunications International – controllata da Li Ka Shing e proprietaria di Hutchison Essar – 18,8 miliardi di dollari. Il gruppo, guidato da Arun Sarin, inoltre ha annunciato che lancerà un’offerta pubblica d’acquisto (OPA) sul restante 33% in mano al gruppo Essar.

 

Il gruppo britannico con la sua offerta ha battuto quelle presentate da tre gruppi indiani. La prima presentata da Reliance Communications, secondo operatore di telefonia mobile del Paese, la seconda della conglomerata Hinduja e la terza de i soci di minoranza della stessa Essar, che già possiedono il 33% della società.

 

Grazie a questa acquisizione Vodafone entra come protagonista nel mercato di telefonia mobile del Paese, uno dei mercati a più forte crescita. L’operazione consente a Vodafone di compensare il rallentamento della crescita nell’Europa occidentale. L’India conta 143 milioni di utenti mobile che, secondo le stime fornite dal TRAI (Telecom Regulatory Authority of India), Authority per la regolamentazione delle telecomunicazioni in India, dovrebbero raggiungere quota 180 milioni per la fine del 2007 e diventare  500 milioni entro il 2010.

 

Per l’acquisizioni di Hutchison Essar aveva presentato un’offerta anche il gruppo di private equity Texas pacific e Maxis Comunications, operatore mobile della Malesia, che aveva offerto circa 13,5 miliardi di dollari. L’offerta di Maxis è stata rifiutata da Hutchison Telecommunications perché inferiore ai 14 miliardi di dollari. Hutchison Telecommunications, infatti, non ha preso in considerazione le proposte inferiori ai 14 miliardi di dollari.

 

Dopo l’annuncio della firma dell’accordo tra Hutchison e Vodafone, il titolo del gruppo inglese sulla London Stock Exchange ha guadagnato l’1,5%, mentre quello di Hutchison Telecommunications International – che è salito del 28% da quando si è iniziato a parlare della possibile cessione di Essar a Vodafone – è stato sospeso dalle contrattazioni. Sulla Borsa di Bombay, invece, il titolo di Reliance Communications, l’altra pretendente all’acquisto di Hutchison Essar, ha lasciato sul terreno il 3%.  Gli analisti di Dresdner Bank, sempre dopo l’annuncio dell’accordo, hanno alzato il target price di Vodafone a 200p dal precedente 165p, confermando il giudizio buy. 

 

Oltre all’acquisizione, Vodafone ha annunciato anche di aver siglato una lettera di intenti per la condivisione delle infrastrutture con Bharti Airtel Ltd., principale operatore di telecomunicazioni mobili indiano di cui controlla una partecipazione del 10%.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2022 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia