Univideo cresce, entrano nuove imprese. Rossi: ‘La nostra Associazione centrale nel sistema audiovisivo e nell’industria culturale italiana’

di |

Italia


CD

Il Consiglio Direttivo di Univideo (Unione Italiana Editoria Audiovisiva), a livello congiunturale, ha osservato con soddisfazione gli ultimi dati relativi all’andamento del mercato che, dopo un primo semestre di risultati stabili, durante l’estate  ha raggiunto risultati più che soddisfacenti (+22% a unità e + 14% a valore).

In particolare, nel mese di Ottobre 2006 si è registrato un trend estremamente positivo (+36% a unità e +31% a valore) rispetto allo stesso mese del 2005.

 

Il Presidente Davide Rossi ha dichiarato: “Sono molto soddisfatto dell’intensa giornata di lavoro che ci ha consentito di mettere a fuoco molti punti e di individuare una precisa linea di azione per i mesi a venire”.

Rossi ha recentemente commentato a Key4biz i dati del mercato audiovisivo, sostenendo: “Crederci sempre, arrendersi mai. L’obiettivo mancato per un soffio lo scorso anno, quando il mercato ha raggiunto i 950 milioni di euro, appare quest’anno raggiungibile. Tutto fa pensare che nel 2006 raggiungeremo il miliardo di euro di spesa delle famiglie italiane per il Dvd, non ci resta che vedere come andrà la stagione natalizia”.

 

Grande apprezzamento è stato espresso anche per la prima Campagna Istituzionale dell’Univideo a tutela e supporto del Dvd, “Devi Vederlo Davvero” lanciata nel mese di Giugno e presentata con successo nel corso dei principali Festival Cinematografici e in altre occasioni di rilievo.

La campagna viene quindi confermata tra gli obiettivi dell’Agenda 2007 dell’Associazione.

 

Al contrario, il Consiglio esprime grande preoccupazione per il futuro della Fapav (Federazione Antipirateria Audiovisiva).

Si teme, infatti, che l’ottimo lavoro svolto in questi mesi dal Presidente Fabrizio Ferrucci rischi di essere vanificato dal fatto che ancora non è stato possibile trovare un accordo su alcune decisioni essenziali per il futuro della Federazione.

Univideo, pertanto, invita gli Associati della Fapav a giungere quanto prima a un chiarimento che possa condurre a soluzioni eque e condivisibili da parte di tutte le parti coinvolte.

 

E’ stato inoltre conferito al Presidente pieno mandato per agire in tutte le sedi e con ogni mezzo di comunicazione istituzionale al fine di ottenere una modifica legislativa sulle norme in materia di contrassegnatura Siae, lamentando al contempo le notevoli carenze organizzative e strutturali di tale ente.

 

Il Consiglio Direttivo si è infine espresso favorevolmente in merito alla adesione di 6 nuove imprese associate: RCS Libri e One Movie, di Milano, Delta Pictures di Biella, Pianeta Zero di Trieste, Dischi Ermitage di Bologna e Impronte Digitali di Sarezzo (Brescia).

 

A riguardo, il presidente Rossi ha sottolineato: “…il fatto che le imprese associate continuino ad aumentare conferma ulteriormente la centralità di Univideo nel Sistema Audiovisivo e più in generale l’importante ruolo della nostra Associazione nel più vasto panorama dell’Industria Culturale Italiana“. (r.n.)

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2021 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia