Web for fun: sempre più persone navigano in rete per puro divertimento

di Alessandra Talarico |

Mondo


Internet

Sempre più persone navigano il web per puro divertimento, senza, cioè, avere una particolare ragione per connettersi a Internet, ma semplicemente per passare il tempo.

 

Secondo un nuovo studio di Pew Internet & American Life Project, la navigazione per puro divertimento è una delle attività online più popolari negli Usa, tra le dozzine di attività quotidiane praticabili sul web, e batte anche la consultazione della posta elettronica e dei motori di ricerca.

 

Sono circa 40 milioni gli americani che, nel mese di dicembre 2005 si sono connessi almeno una volta al mese senza avere uno scopo preciso, rispetto ai 25 milioni dell’anno prima.

 

Si tratta per lo più di giovani, maschi, dotati di connessioni a banda larga: in percentuale, va online per divertirsi il 34% degli uomini contro il 26% delle donne.

 

Altri numeri in breve: il 37% degli utenti in cerca di svago ha tra i 18 e i 29 anni, il 31% tra i 30 e i 49 anni e il 24% è over 50.

 

Proprio la velocità delle connessioni e il costante arricchimento dei contenuti sono stati determinanti per questo nuovo approccio al web, considerato come un emporio virtuale in cui cercare informazioni di tutti i generi, dalla salute alle news, dal gossip alla musica e i film.

L’archivio dei siti indicizzati da Google, ad esempio, è cresciuto di 1.000 volte rispetto alla sua creazione nel 1998, il numero di siti web è passato da 17 milioni nel  2000 a 65 milioni alla metà del 2005.

 

E così, il web è diventato il passatempo preferito per spezzare la giornata, o per ammazzare il tempo morto di un’attesa, magari navigando dal telefonino.

Sempre di più, ci si connette, insomma, per vedere che si dice in giro.

 

I risultati della ricerca ci dicono che Internet è il posto preferito dove andare per ingannare il tempo o per divertirsi alla ricerca di nuove tendenze e magari anche di qualche oggetto che non si sarebbe mai comprato in un negozio non virtuale.

“Il mondo online – ha spiegato  la ricercatrice Deborah Fallows – sta diventando una destinazione di per sé e ha il potenziale di rivoluzionare ulteriormente la maniera delle persone di trascorrere il loro tempo libero”.

 

Dopo lo svago, le attività online più praticate sono la consultazione delle email (52%), l’uso dei motori di ricerca (38%) e la consultazione dei servizi di informazione (31%).

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2023 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia