La decisione

BreakingDigital. Par condicio, un lanciafiamme che balcanizza il giornalismo (video commento)

La decisione dell’Agcom di imporre un censimento di opinioni e voti dei giornalisti nei talk show distrugge ogni ruolo e funzione professionale del mondo dell'informazione.

di Michele Mezza, (docente di Culture Digitali all’Università Federico II Napoli) - mediasenzamediatori.org |
Michele Mezza

BreakingDigital, rubrica a cura di Michele Mezza (docente di Culture Digitali all’Università Federico II Napoli) –mediasenzamediatori.org. Autore di ‘Giornalismi nella rete, per non essere sudditi di Facebook e Google’. Direttore di Pollicina Academy, centro di ricerca sugli effetti del mobile (www.pollicinacademy.it) Analista dei processi digitali e in particolare delle contaminazioni social del mondo delle news. Clicca qui per leggere tutti i contributi.

La decisione dell’Agcom di imporre un censimento di opinioni e voti dei giornalisti nei talk show distrugge ogni ruolo e funzione professionale del mondo dell’informazione. Ma dopo le proteste del mondo dell’informazione arriva la precisazione dell’Autorità, che spiega come le norme sulle presenze dei giornalisti sono limitate solo alle trasmissioni tematiche (ad esempio, sui vaccini) dove ogni tesi deve essere rappresentata (ad esempio anche quella dei medici o dei professionisti che partecipano alle trasmissioni) e i giornalisti sono citati solo come una delle figure di opinionisti più presenti in video.

 

Per saperne di più su: AGCOM

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL