Amazon

di |

Stati Uniti


Amazon

Sede
Suite 1200, 12th Avenue South WA 98144-2 Seattle, Washington

President, Chief Executive Officer e Chairman
Jeffrey P. Bezos


Senior Vice President e Chief Financial Officer

Thomas J. Szkutak

URL: www.amazon.com

ATTIVITA’

Vendita online

ASSETTI

Azionisti

Non disponibili

Partecipazioni

Stati Uniti
Amazon Services, BookSurge, Altre non disponibili.

Europa
amazon.fr (Francia); amazon.de (Germania); amazon.co.uk (Regno Unito).

Mondo
amazon.ca (Canada); joyo.com (Cina); amazon.co.jp (Giappone).

CRONOLOGIA

1995
(Luglio) Nasce Amazon.

1998
(Luglio) www.m3milano.com il sito di M3 Milanomultimediale stringe un accordo con Amazon. In base ai termini dell’accordo M3 potrà inserire i suoi CD rom nel catalogo di Amazon.

1999
(10 luglio) Annuncia che commercializzerà giocattoli e distribuirà gratuitamente brani musicali attraverso la tecnologia Mp3.
(Novembre) Apre Sothebys.amazon.com, sito comune di Amazon e Sotheby.

2000
(Febbraio) Acquista il 18% di Living.com, azienda che vende mobili online.
Investe 30 milioni di dollari in Drugstore.com.
Rileva una quota di minoranza di Basis Technology, società che aiuta le aziende Internet statunitensi a realizzare i propri siti web e negozi virtuali all’estero, occupandosi anche della traduzione o della modifica dei codici HTML o software per renderli compatibili con quelli utilizzati negli altri paesi.
(Maggio) Crea negli Stati Uniti un centro “Kitchen & Home” (Cucina e casa).
(1 giugno) Jeff Bezos vende 380mila delle sue azioni. La quota corrisponde solo allo 0,5% delle azioni da lui detenute.
(20 settembre) Conclude la sua collaborazione durata tre anni con Yahoo, affermando di volersi concentrare sul concorrente America Online.
(Ottobre) Viene chiuso Sothebys.amazon.com, sito comune di Amazon e Sotheby. Le aste verranno fatte esclusivamente sul sito di Sotheby, Amazon si limiterà ad avere un link e ad essere pagata per la promozione sulle sue pagine web.
(Novembre) Nasce Amazon.co.jp.

2001
(19 aprile) Amazon.co.jp. annuncia che renderà disponibile nel suo negozio virtuale circa 2 milioni di libri in lingua inglese e giapponese, accessibili anche dagli utenti i-Mode, servizio d’Internet mobile offerto di NTT DoCoMo.

2002
Lancia in Gran Bretagna e Germania un mercatino per l’acquisto di oggetti usati e da collezione.
(Novembre) Bertelsmann Group annuncia che darà in outsourcing a Amazon le operazioni relative al negozio di musica online CDNow. In particolare Amazon si occuperà di servizi ai clienti e delle consegne e riceverà una quota dei profitti. Il sito manterrà il nome CDNow.

2003
(Aprile) Allarga la propria offerta di prodotti: inizia a vendere in Gran Bretagna anche apparecchi per la cucina e posateria., mentre lo scorso anno ha lanciato in Gran Bretagna e Germania un mercatino per l’acquisto di oggetti usati e da collezione che ha fatto registrare buoni risultati.
(Giugno) Nasce Amazon Services, filiale di Amazon.com che metterà a disposizione dei clienti la tecnologia e i servizi del grande negozio virtuale.
(Luglio) Aol Time Warner annuncia che inizierà a vendere direttamente Cd e video online, senza più utilizzare la libreria virtuale Amazon come intermediario.
(Ottobre) Lancia “Search Inside the Book”, motore di ricerca per libri.
(Novembre) Grazie a un accordo con la British Library, Amazon offrirà ai suoi utenti tutti i libri pubblicati in Gran Bretagna negli ultimi quattrocento anni. Amazon non venderà direttamente ai suoi utenti, ma funzionerà da tramite tra venditore e acquirente.
Lancia un nuovo marketplace sulla sua versione canadese e su quella francese. Gli utenti potranno così acquistare e vendere prodotti usati e nuovi direttamente dalle pagine del sito.

2004
(Gennaio) Lancia una nuova sezione all’interno della libreria virtuale che consente ai navigatori di donare fondi ai candidati alle presidenziali statunitensi. La donazione potrà essere di massimo 200 dollari. Amazon non sostiene alcun candidato in particolare e fatturerà agli uomini politici la stessa commissione che abitualmente preleva sui prodotti venduti.
(4 giugno) Firma un accordo con Getty Images, fornitore di foto e immagini. I clienti di Amazon, grazie a questo accordo, potranno acquistare le immagini a un costo fra i 15 e i 60 dollari per stampa e avranno accesso anche alla collezione Hulton di foto storiche e a quella del National Geographic
(13 settembre) Avvia le trattative per rilevare Joyo.com Limited,società cinese per circa 75 milioni di dollari.
(15 settembre) Presenta A9.com , nuovo sito dedicato alla ricerca. A9.com consente ai navigatori di accedere a informazioni fornite da diverse fonti, organizzare le ricerche e tenere un archivio di quelle fatte in passato.
(30 settembre) Avvia con Microsoft una collaborazione per combattere contro le truffe online. Le due società stanno collaborando alla realizzazione di una soluzione tecnica che renda difficoltoso l’invio di mail spazzatura o fraudolente ai consumatori.
(12 ottobre) Lancia in Giappone sito per vendita giocattoli e hobby.
(20 ottobre) Acquista Joyo.com per 72 milioni di dollari.
(9 dicembre) Lancia in Gran Bretagna il noleggio online di dvd.

2005
(27 gennaio) Lancia sul proprio sito le Pagine Gialle. Il nuovo servizio per il momento è attivo solo in America.
(10 febbraio) Decide di entrare nel mondo dei blog. La società infatti ha annunciato un investimento in 43 Things, sito web che offre strumenti per la realizzazione delle vetrine telematiche personali.
(6 aprile) Sceglie Linux anche per la Business Intelligence.
(8 aprile) Acquista BookSurge, società del Sud Carolina specializzata in titoli fuori catalogo che detiene un catalogo di migliaia di titoli, molti anche stranieri, non più disponibili presso gli editori o di difficile reperibilità offrendoli ai suoi utenti in modalità di print on demand.
(1 agosto) US Patent, organismo preposto all’assegnazione dei brevetti statunitensi, comunica formalmente ad Amazon.com l’ottenimento del brevetto sulla fornitura di servizi on line.
(4 novembre) Annuncia che consentirà ai lettori di acquistare pagine, capitoli e interi libri digitalizzati, nell’ambito di due programmi: Amazon Pages, in collaborazione con alcuni editori, consente agli utenti di acquistare l’accesso Internet a una singola pagina, a un capitolo o a un intero libro; Amazon Upgrade, fornisce accesso web a opere che i clienti possono comprare poi in forma cartacea con un sovrappiù di prezzo.
(10 novembre) Sceglie il motore di ricerca per viaggi Sidestep.com per il suo settore viaggi. La partnership prenderà il via all’inizio dell’anno prossimo.

2006
(20 gennaio) Annuncia che quest’estate lancerà un talkshow di mezz’ora sul web presentato da Bill Maher, con interviste a celebrità ed esibizioni musicali.
(27 febbraio) Compra il sito Shopbob.com, specializzato nella vendita di scarpe e accessori femminili. I termini dell’accordo non sono stati resi noti.
(2 maggio) Annuncia di aver iniziato usare la sua tecnologia di Microsoft, preferendola a quella di Google, per potenziare il suo motore di ricerca su Internet A9.
(23 maggio) Inizia a commercializzare titoli sia in formato Blu-ray che HD-DVD, con la possibilità ovviamente di acquistare anche i lettori compatibili.
(15 giugno) Lancia la vendita di alimentari online. La vendita è diretta ovunque e non limitata solo ad alcune aree geografiche. I prezzi sono competitivi e non ci sono spese di consegna. Al momento i prodotti disponibili sono circa diecimila, tra cui anche una linea biologica
(30 giugno) Annuncia che venderà prodotti biologici. L’offerta di Amazon spazia dai cereali “Special K” di Kellogg alle scatolette di tonno StarKist, ma comprendono anche scatole di detersivo Tide. Con il lancio del negozio alimentare on line, Amazon gestisce direttamente lo stock.
(29 luglio) Acquista i diritti per realizzare un film dal romanzo fantasy di Keith Donohue “The Stolen Child”.
(11 settembre) Lancia Unbox, nuovo servizio di download su PC, e solo su PC, di film e spettacoli televisivi. Il servizio consentirà agli utenti di Amazon di scaricare film e programmi televisivi di 30 diversi produttori televisivi – CBS, Fox, Comedy Central e E! Entertainment – e cinematografici, tra cui Twentieth Century Fox e Warner Bros.
(13 dicembre) Annuncia che utilizzerà le macchine da stampa digitale a colori HP Indigo per espandere il proprio business nell’editoria on demand.

2007
(4 gennaio) Lancia Endless.com, nuovo sito dedicato a scarpe e borse.
Lancia un nuovo sito internet chiamato Amapedia, dove gli utenti possono scrivere recensioni e dare pareri su qualsiasi prodotto.
(6 febbraio) Annuncia insieme a TiVo che le due società a partire da oggi inizierano oggi a sperimentare un servizio che permette agli utenti di guardare video noleggiati o acquistati da internet direttamente sulla televisione. L’alleanza tra Amazon e TiVo, infatti, permette di scaricare i video del servizio online Unbox di Amazon direttamente sul decoder TiVo che viene attaccato direttamente alla Tv di casa.

DATI ECONOMICI E FINANZIARI

Amazon.com Inc.*

2005

2004

Ricavi

8.490

6.921

Spese d’esercizio 1.607 1.162

Risultato operativo

432

440

Utile d’esercizio

359

588

*I valori sono riportati in milioni di dollari

Ricavi per attività*

2005

2004

Media

5.931

5.102

Electronics & other general merchandising 2.329 1.687

Altro

230

132

Totale

8.490

6.921

*I valori sono riportati in milioni di dollari

Ricavi per area geografica*

2005

2004

America del Nord

4.711

3.847

Resto del mondo 3.779 3.074

Totale

8.490

6.921

*I valori sono riportati in milioni di dollari