CA e UNICEF insieme per promuovere la scolarizzazione in Eritrea

di |

COMUNICATO STAMPA


CA, multinazionale specializzata nel settore del software per la gestione delle infrastrutture informatiche aziendali, ha partecipato, attraverso la propria sede italiana, al “Programma istruzione di base in Eritrea” promosso dall’UNICEF.
L’iniziativa di UNICEF, dedicata a oltre 25.000 bambini tra i 6 e gli 11 anni, prevede interventi di costruzione di nuove scuole, ristrutturazione di edifici inagibili, fornitura di materiale didattico e formazione di 300 insegnanti. In particolare, il programma intende sensibilizzare la comunità sull’importanza dell’istruzione femminile colmando così le disparità tra i due generi.
Tradizionalmente attiva nell’attuare programmi di intervento a sostegno della vita civile e sociale della collettività in ognuno dei 140 Paesi in cui è presente, CA ha sempre dedicato attenzione al supporto di piani solidaristici rivolti ai minori affinché siano compiute azioni concrete per migliorare la qualità della vita fin dalla prima infanzia e per offrire reali opportunità di benessere.

Tale convinzione, nel 2003, ha portato CA Italia, con l’accordo dei dipendenti, a sostenere il progetto UNICEF contribuendo, nello specifico, alla costruzione di due edifici scolastici nelle regioni dell’Anseba e del Debub, che ospiteranno complessivamente quasi 600 studenti. Le strutture, edificate secondo gli standard qualitativi stabiliti dall’UNICEF, rappresentano una tappa significativa nel processo di avvicinamento dei bambini alla scuola e di completamento degli studi in un Paese ancora oggi toccato da eventi e situazioni drammatiche come guerra e siccità.

Oggi le due scuole sono perfettamente funzionanti. La prima sorge nel villaggio di Emni-Tselin, nella regione del Debub, e risponde alle esigenze di tutta la popolazione della zona per un raggio di cinque chilometri. Composta da sei aule, accoglie giornalmente 362 bambini, in due turni, che frequentano le prime 4 classi della scuola primaria. La seconda scuola si trova nel villaggio di Wasentet, nella zona dell’Anseba, a circa duecento chilometri da Asmara; gli alunni che attualmente frequentano sono 150, provenienti anche da villaggi limitrofi. L’edificio dispone, inoltre, di due spogliatoi per consentire ai bambini di svolgere le lezioni di educazione fisica in un’area, di fronte alla scuola, che verrà appositamente attrezzata per le attività sportive.
Il forte coinvolgimento di tutto lo staff di CA Italia, che ha seguito le diverse fasi del progetto, è testimoniato dalla recente visita in Eritrea di Nicoletta Nicolai, Responsabile della divisione dei servizi informatici di CA.

“Questo viaggio, durato cinque giorni, è stato un’esperienza unica, che non dimenticherò”, racconta Nicolai. “Ho potuto costatare di persona il risultato del nostro impegno e il lavoro impagabile svolto dall’UNICEF. Un lavoro prezioso visto che la scuola rappresenta il fulcro della vita sociale dell’intera comunità, lo strumento di aggregazione, di crescita culturale, di sensibilizzazione della popolazione su temi anche scabrosi, oltre che il mezzo primario per debellare malattie che affliggono adulti e soprattutto bambini. Difficile comprendere le difficoltà che si incontrano per costruire una scuola in luoghi così remoti, senza esserci stati. Ho ancora davanti agli occhi lo sguardo di bambini ed adulti che ho incontrato, a ricordarmi con dignità, attimo per attimo, che hanno bisogno anche del nostro aiuto”.

“Ringraziamo CA per l’impegno etico che da sempre la caratterizza e il prezioso sostegno al progetto ‘Scuole in Eritrea’, un’iniziativa di grande valore culturale e sociale”, ha dichiarato Antonio Sclavi, Presidente dell’UNICEF Italia. “Dopo tanti anni di guerra, questo Paese ha bisogno di generare nei giovani la consapevolezza delle proprie potenzialità e la formazione è un aspetto fondamentale per intraprendere questo cammino di progresso”

“CA è orgogliosa di aver collaborato a questo progetto”, ha dichiarato Alberto Fidanza, Country Manager di CA Italia. “La tradizione di responsabilità sociale dell’azienda si caratterizza non solo per i valori di cui è portatrice verso il mercato, in termini di innovazione tecnologica e progresso economico, ma anche per l’elevata attenzione nel creare valore sociale e contribuire allo sviluppo e alla crescita dei Paesi che necessitano di questo sostegno”.

Cari Lettori, stiamo cambiando la piattaforma tecnologica di Key4biz. Nel corso dei prossimi giorni avrete nuove funzionalità e nuove modalità di consultazione.

E’ possibile che si verifichi qualche malfunzionamento e per questo ci scusiamo in anticipo. Naturalmente, saranno graditi i suggerimenti di voi tutti perché Key4biz funzioni sempre al meglio come strumento della Community italiana dell’ICT.