Tlc ‘verdi’: nasce Green Touch, maxi-alleanza promossa da Bell Labs di Alcatel-Lucent per telecomunicazioni eco-responsabili

di |

Industria, centri di ricerca, università e telcos insieme per migliorare l'efficienza energetica.

Mondo


Green ICT

Laboratori industriali, centri di ricerca, istituti universitari, operatori di Tlc di tutto il mondo uniscono le forze, per migliorare di 1000 volte l’efficienza energetica di internet e delle reti. Il consorzio, promosso dai Bell Labs, nasce con l’appoggio di governi e realtà hi-tech di tutto il mondo.

Un decisivo passo in avanti verso un mondo delle telecomunicazioni ‘verde‘ e più sostenibile è stato segnato oggi con l’avvio di Green Touch, un consorzio su scala planetaria promosso e organizzato dai Bell Labs con lo scopo di sviluppare le tecnologie necessarie per rendere le reti di comunicazione mille volte più efficienti dal punto di vista energetico.

Il consorzio Green Touch unisce realtà leader nel mondo industriale, accademico e centri pubblici di ricerca per inventare e rendere disponibili approcci radicalmente nuovi al tema dell’efficienza energetica, che saranno al centro delle future reti ecosostenibili dei prossimi decenni. Con l’annuncio odierno Green Touch apre anche le porte con un invito a tutti i protagonisti del settore ICT (Information and Communication Technology) per unire le forze in vista di questo ambizioso obiettivo.

“Le vere sfide mondiali hanno sempre trovato la loro risposta più adeguata unendo le menti migliori in un ambiente creativo e senza limitazioni. La Green Touch Initiative è un esempio di risposta di questo genere: mettere insieme scienziati e ricercatori di tutto il mondo e di molte discipline diverse in un ambiente di innovazione aperto per attaccare il problema da diverse direzioni“, ha affermato Steven Chu, il Segretario per l’Energia degli Stati Uniti.

La Green Touch Initiative dimostra come le aziende possono svolgere il loro ruolo nella direzione di una società a più basso impatto energetico-ambientale che tutti siamo impegnati a creare. Accanto all’opera del Governo, diamo il benvenuto a questo avvicinamento stretto dell’industria con il mondo accademico per creare la ricerca, la tecnologia e le soluzioni necessarie per ridurre le emissioni di CO2“, ha dichiarato Ed Milliband, Ministro per l’Energia e il Cambiamento Climatico in Gran Bretagna.

“L’industria deve svolgere un ruolo importante nell’azione per aumentare l’efficienza energetica su scala mondiale“, ha commentato a sua volta Christian Estrosi, Ministro per l’Industria in Francia. “Si tratta contemporaneamente di una questione di responsabilità verso l’ambiente e di competitività. Il consorzio Green Touch, operante su scala mondiale, aprirà la strada al conseguimento di vere e proprie rivoluzioni tecnologiche”.

“Il cambiamento del clima è una sfida di enorme portata e urgenza che ha bisogno di trovare una risposta globale e con forti azioni”, ha sostenuto Jong-Soo Yoon, direttore generale del Ministero dell’Ambiente della Corea del Sud. “Solo attraverso il ricorso alle migliori menti di tutto il mondo, senza distinzioni tra aziende, settore e nazionalità saremo in grado di ‘fare la differenza’ di cui abbiamo bisogno. Il consorzio Green Touch è il modello per questo genere di iniziative radicali di cui abbiamo bisogno per contrastare l’enorme sfida del riscaldamento globale”.

“Il Governo Portoghese ha adottato le iniziative necessarie per promuovere la produzione di energia con tecnologie pulite, la Green Touch Initiative richiama la nostra attenzione sull’importanza della rete e della collaborazione tra le diverse istituzioni per rispondere alla sfida globale dello sviluppo sostenibile”, ha precisato Paulo Campos, Segretario di Stato per i Lavori Pubblici e le Comunicazioni del Portogallo. “Incoraggiamo i partecipanti a questa iniziativa a portare soluzioni positive per promuovere l’efficienza energetica nelle reti di comunicazione”.

Gee Ritterhouse, vice president della ricerca ai Bell Labs e alla guida del consorzio, ha affermato: “Nel decennio davanti a noi, altri miliardi di persone saranno impegnate a condividere e aggiungere propri video, immagini e informazioni su reti pubbliche e private, mentre comunicheremo in modalità nuove e più elaborate. L’incremento conseguente di energia consumata per fronteggiare questa domanda minaccia pertanto di essere esponenziale e richiede azioni immediate per ridurre le emissioni”.

“Questo consorzio farà leva sul meglio della capacità per ridurre le emissioni di CO2 nell’ICT”.

Jeong Kim, President, Bell Labs, ha precisato: “Ciò a cui stiamo assistendo è un modo fondamentalmente diverso di pensare all’ICT, passando dall’idea di ottimizzazione delle reti dal punto di vista della massima capacità a quella della loro ottimizzazione energetica. Il consorzio che stiamo formando costituisce una pietra miliare nella strada verso un futuro in cui il potenziale delle reti di comunicazione di rispondere alle richieste dei loro utilizzatori e di fornire un servizio alla società nel suo complesso è intrinsecamente legato alla nostra capacità di ottenere una effettiva sostenibilità ambientale tagliando i consumi di energia”.

I membri fondatori della Green Touch Initiative comprendono:

* Laboratori industriali: i Bell Labs di Alcatel-Lucent, il Samsung Advanced Institute of Technology (SAIT), Freescale Semiconductor.

* Operatori di TLC: China Mobile, Portugal Telecom, Swisscom, Telefonica.

* Laboratori universitari di ricerca: il Massachusetts Institute of Technology (MIT). Il Re-search Laboratory for Electronics (RLE), il Wireless Systems Lab (WSL) della Stanford University , l’Institute for a Broadband Enabled Society (IBES) dell’Università di Mel-bourne.

* Istituti pubblici e organizzazioni di ricerca no-profit: il CEA-LETI Applied Research Insti-tute for Microelectronics (Grenoble, Francia), Imec (con sede a Lovanio, Belgio), l’Istituto Nazionale per la Ricerca Informatica e Automazione (INRIA) in Francia. (r.n.)

Webcast video dell’annuncio di Green Touch

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2021 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia