YouTube: soluzione-sicurezza per mettere un freno alla pirateria dei video

di Raffaella Natale |

Mondo


YouTube

YouTube (Google) ha deciso di mettere a disposizione degli aventi diritto un software contro la pirateria dei video. Argomento molto dibattuto che è già costato a Google diversi processi.

Questo sistema di protezione è largamente atteso dai produttori del mercato audiovisivo del mondo intero.

 

In Francia, Giappone e Stati Uniti in particolare, sono state aperte diverse cause contro YouTube e i propri sistemi di sicurezza. Fino a oggi, gli aventi diritto delle opere piratate sul sito di video-sharing non potevano che intervenire a posteriori, vale a dire dopo che il video era stato già fatto circolare su internet.

La nuova soluzione di YouTube dovrebbe adesso bloccare i video postati illegalmente, come desideravano gli utenti.

 

Questa forma di protezione, messa a punto con gli ingegneri di Google, si aggiungerà agli altri filtri già esistenti di Los Gatos-based Audible Magic Corp, che YouTube usa per filtrare almeno parzialmente i video. I lavori su questa soluzione sono durati più di sei mesi, come ha fatto sapere David King, Responsabile prodotti per YouTube.

 

Gli aventi diritto dovranno adesso fornire a Google delle copie dei loro video protetti, in modo che il sistema paragoni le immagini proposte alle originali vietate.

Seconda opzione: la possibilità per gli utenti di guadagnare una certa percentuale sulle entrate generate dalla pubblicità che si trova sulla pagina, dal momento che si autorizza la libera trasmissione dell’opera.

 

Per contro, però, le cose si complicano per gli aventi diritto: gli studios, i broadcaster e i produttori dovranno fornire interi archivi di video a YouTube per non vederli trasmessi liberamente sul sito.

 

“…Abbiamo veramente bisogno che i possessori dei contenuti lavorino con noi”, ha sottolineato King, spiegando che solo avviando un lavoro di sinergie si potrà contrastare la pirateria.