Tv on demand: zoom su Joost, il nuovo progetto dei creatori di Skype

di |

Mondo


Niklas Zennstrom e Janus Friis

Lo slogan dice che Joost mette insieme il “meglio della televisione e di internet“. Ma di cosa si tratta?

Joost è un software che, una volta installato, consente di guardare i programmi televisivi selezionati direttamente sullo schermo del proprio pc. Tecnicamente usa il principio del peer-to-peer.

Ogni utente è ricevitore del programma e trasmettitore delle parti che ha già caricato. Per tutelare i diritti d’autore nessun utente potrà disporre della trasmissione per intero.

 

La versione 0.9 propone già 26 canali di contenuti. Tuttavia non si tratta di canali tradizionali che trasmettono un contenuto dato a un’ora fissa. Ogni canale consente di guardare decine di programmi, quando lo si desidera, rispondendo al più moderno principio del video on demand, che sta riscuotendo enorme successo sul mercato televisivo.

I principali fornitori di contenuti di Joost sono, al momento, due canali del gruppo Viacom: MTV, che fornirà tra l’altro Beavis & Butthead e Real World, e Comedy Central (Stella, Freak Show). La lista si allunga di giorno in giorno e consente di navigare da un canale all’altro. Ogni programma dispone di una scheda informativa dettagliata, come una sorta di guida Tv.

 

Altra cosa estremamente importante per i creatori di Joost, è che non si troveranno contenuti prodotti dai telespettatori. Tutti i programmi provengono da produttori e sono pagati con inserzioni pubblicitarie di circa un minuto.

 

Mentre si guarda un programma, si può – in ogni istante – operare sul pannello di controllo del software, che presenta: il riassunto dei programmi, i bottoni pause e forward, la lista completa dei canali in corso e quella di tutti quelli proposti. Si può anche effettuare una ricerca con il titolo di una trasmissione. Quando il pannello di controllo è chiuso, l’immagine può essere vista a tutto schermo, con una definizione paragonabile a quella dei canali trasmessi via Adsl. E poi ancora Joost consente agli utenti che stanno guardando lo stesso programma, di chattare tra loro in tempo reale.

Quasi tutti i programmi saranno gratuiti, qualcuno sarà invece distribuito in modalità pay-per-view.

 

A lanciare Joost sono stati Janus Friis e Niklas Zennstrom, inventori del servizio VoIP (Voice over Internet Protocol) Skype, ceduto nel  2005 a eBay per 2,6 miliardi di dollari.

 

La versione beta del software è già scaricabile sul sito, ma al momento il numero dei canali disponibili è limitato. Il nuovo servizio sarà diffuso al grande pubblico entro la prima metà del 2007.

 

Frederick de Wahl, presidente e direttore generale di Joost, ha commentato: “…Gli utenti cercano maggiore scelta e flessibilità nell’uso della televisione e l’industria dell’entertainment vuole mantenere il controllo dei propri contenuti”.

Numerosi gruppi stanno valutando da tempo soluzioni che mettano insieme televisione e internet, attraverso la trasmissione di contenuti internet sulla Tv, con decoder, ma anche trasmettendo la televisione su internet, come propongono diversi canali Tv, senza dimenticare i siti di video-sharing come YouTube (Google) o il rivale Grouper (Sony).

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2022 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia