Convergenza web-mobile: dopo eBay e MySpace, anche YouTube sui telefonini Vodafone

di Alessandra Talarico |

Europa


YouTube

Continua l’impegno di Vodafone in nome della convergenza tra internet e telefonino: dopo aver siglato nei giorni scorsi accordi per consentire ai suoi utenti di accedere ai servizi di MySpace e di eBay direttamente dal telefonino, oggi tocca ai servizi del popolarissimo servizio di video-sharing YouTube.

 

Grazie al nuovo accordo i video di YouTube, tutti rigorosamente filmati e caricati su internet dagli stessi utenti, saranno accessibili dal telefonino.

 

A differenza dei servizi del portale d’aste eBay, che partiranno dall’Italia, YouTube mobile sarà lanciato in anteprima per i clienti britannici e verrà poi esteso agli altri mercati europei, consentendo così di accedere alla versione mobile del sito direttamente dal portale Vodafone live!

 

Ovviamente non saranno fruibili tutti i filmati del sito – ne vengono caricati fino a 65 mila al giorno – ma soltanto una selezione a cura della società statunitense, acquisita lo scorso anno dal re mida del web, Google, per 1,65 miliardi di dollari in azioni.

Un’operazione che per i due creatori del sito – Chad Hurley e Steve Chen – e per il suo principale finanziatore, Sequoia Capital, è valsa quanto una vincita alla lotteria.

 

Tornando al servizio Vodafone, tra le opzioni previste, gli utenti potranno inviare ad amici e familiari i propri video preferiti, caricare contenuti direttamente dal proprio cellulare e cercare i video che ritengono più interessanti tra le diverse categorie disponibili, ovunque ed in qualsiasi momento.

 

YouTube ­ disponibile anche in francese, spagnolo, tedesco, cinese e giapponese – funziona grazie alle potenti entrate pubblicitarie. Stando ai dati forniti da eMarketer si prevede che i profitti si moltiplicheranno per sei entro il 2010, arrivando a 2,3 miliardi di dollari, vale a dire quasi il 10% della pubblicità totale su internet.

 

Il gruppo aveva già siglato un simile accordo sul mercato statunitense, ma la versione mobile, resa disponibile dall’operatore Verizon Wireless, a differenza di quella online sarà a pagamento: per accedere a YouTube bisognerà dunque abbonarsi, per 15 dollari al mese, al servizio VCast.

 

Per Steve Chen, lo sbarco su un mercato “dalle enormi potenzialità” come quello mobile non è altro che “una transizione naturale” per YouTube, che già dal maggio 2006 offre agli utenti il servizio YouTube To Go, che permette di caricare i video direttamente dal telefonino.

Senza contare poi che molti filmati sono anche realizzati col cellulare: la versione mobile del sito, che permette agli appassionati del video-sharing, di condividere e guardare i video direttamente via telefonino, va dunque a sopperire ai diversi servizi di condivisione proposti finora dagli operatori, che però non sono mai effettivamente decollati.

 

“L’accordo – ha spiegato Frank H. Rövekamp, Global Chief Marketing Officer di Vodafone – conferma il costante impegno del Gruppo nell’arricchire la gamma di servizi Internet fruibili in mobilità sul cellulare. Vodafone e YouTube continueranno a collaborare nei prossimi mesi, al fine di ampliare ulteriormente la propria offerta e garantire il meglio dell’intrattenimento a tutti i propri clienti”.

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2022 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia