AmCham Italy, Umberto Paolucci nuovo presidente: ‘Rimuovere gli ostacoli sulla competitività e rafforzare i rapporti con gli Usa’

di Raffaella Natale |

Italia


Umberto Paolucci

Importanti avvicendamenti al vertice della American Chamber of Commerce in Italy. L’Assemblea Generale ha ufficializzato la nomina del nuovo Presidente di AmCham Italy, che succede a Mario Resca, la cui presidenza ha avuto inizio nel 2002. Il nuovo Presidente è Umberto Paolucci, Senior Chairman di Microsoft EMEA e Vice President di Microsoft Corporation, già vicepresidente di Amcham Italy negli scorsi 4 anni.

 

“Tutta la mia vita professionale si è svolta al servizio di imprese americane di rilevanza internazionale. E’ pertanto con immenso piacere che raccolgo questo invito a proseguire con la presidenza di AmCham Italy il lavoro svolto dai miei illustri predecessori” ha commentato Paolucci.

Aggiungendo “Mi impegnerò per una American Chamber of Commerce in Italy sempre più orientata a incoraggiare e promuovere lo sviluppo dei rapporti economici e culturali tra gli Stati Uniti e l’Italia, creando sempre nuove opportunità per valorizzare il ruolo di AmCham di interprete e facilitatore dei rapporti tra i rispettivi Paesi, imprese e mercati”.

Banner Tiesse

 

Il nostro obiettivo – ha detto Paolucci – è allargare il ponte tra le due sponde dell’Atlantico. Ci sono tanti spazi inesplorati in Italia che possono essere valorizzati con un più intenso rapporto con gli Stati Uniti“. Tra i possibili sbocchi quello di “andare insieme sui mercati del sud-est asiatico” nonché aumentare la percentuale di investimenti esteri in Italia.

Inoltre, gli Stati Uniti potrebbero “regalare” alle aziende del made in Italy italiane alcuni dei loro punti di forza, mettendo in atto “sinergie finora non ancora analizzate. Vorrei che ci fosse più Italia negli Usa – ha detto Paolucci – e più dei punti di forza americani nelle nostre Imprese“.

 

Sugli ostacoli alla competitività delle Imprese italiane e agli investimenti esteri nel nostro Paese, Paolucci spiega che “c’è troppa burocrazia, oneri troppo pesanti, le infrastrutture non sono sufficienti e mancano investimenti adeguati da parte delle Imprese nel campo tecnologico e nel settore dell’Innovazione“.

 

Tra le azioni pratiche che la nuova presidenza della AmCham Italy intende dispiegare, quella di puntare su alcune nuove linee come il turismo, i servizi finanziari, il mondo dello stile italiano e del wellness, per gestire le quali nasceranno degli appositi comitati.

 

Paolucci è poi intervenuto anche al dibattito sulla competitività del sistema Italia e delle Imprese partendo da una considerazione sul taglio del cuneo fiscale: “La competitività è costituita da una serie di fattori che non dipendono solo dalle Imprese – ha detto – ci sono i costi, il cuneo fiscale, altri costi impropri che gravano sul sistema come il peso della pubblica amministrazione e della burocrazia, ma anche la necessità di sviluppare il capitale umano, di intrattenere rapporti stretti con le università, di fare ricerca e squadra con le altre Imprese. Tutte cose che non vedo sempre messe in pratica in Italia. Gli Incentivi – ha concluso – la riduzione dei costi sono certo utili, magari necessari, ma non sufficienti”.

 

Non perde però il suo ottimismo il neopresidente: “E’ una sfida importante che si può vincere lavorando insieme. Valorizzare le sinergie tra i diversi enti è necessario per realizzare quei risultati di cui abbiamo assoluto bisogno”.

 

Umberto Paolucci lavorerà con il nuovo Amministratore delegato di AmCham Italy Paolo Catalfamo, che succede a Enrico Sassoon in carica dal 1998. Paolo Catalfamo, Laurea in Economia, un passato di Investment banker, si è sempre occupato di finanza e investimenti. E’ stato Amministratore delegato del Gruppo Franklin Templeton. Attualmente oltre alla carica di Amministratore delegato di AmCham Italy, è Presidente di Investar.  

 

“Ho accettato con grande piacere questa nuova sfida per l’affinità che vedo fra la mia esperienza professionale e gli attuali obiettivi dell’Associazione”, ha dichiarato Paolo Catalfamo, Amministratore delegato di Amcham Italy.

“Tali obiettivi comprendono lo sviluppo degli investimenti americani in Italia attraverso la promozione dell’Italian Lifestyle e attraverso, le attività di consulenza ad alto valore aggiunto che intendiamo proporre alle imprese italiane e statunitensi”.

 

Soddisfatto per la nomina Marco Comastri, Amministratore Delegato di Microsoft Italia, che ha commentato: “Sono particolarmente lieto della prestigiosa nomina di Umberto Paolucci alla Presidenza della American Chamber of Commerce in Italy“.

“Sono convinto  – ha aggiunto Comastri – che la profonda esperienza e competenza maturate da Umberto Paolucci nella sua importante carriera internazionale nel mondo della tecnologia sapranno ispirare nuove iniziative della AmCham Italy improntate all’innovazione e al moderno spirito di collaborazione internazionale”.

 

La industry italiana dell’ICT incontra il Ministro Paolo Gentiloni

  

Isimm e Key4biz promuovono per il pomeriggio del 4 luglio 2006 un incontro tra gli operatori più rappresentativi delle tlc, dei media e di internet ed il Ministro Gentiloni.
Sarà un’importante iniziativa di community in occasione della quale si porranno a confronto le criticità delle aziende e le priorità dell’azione di governo.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL