Interoperabilità: Microsoft e Sun tirano le somme della collaborazione avviata un anno fa nel campo delle specifiche Web

di |

Mondo


Interoperabilità

A conferma dei progressi compiuti tra le societ&#224 un anno dopo l”avvio dell”accordo di collaborazione siglato nell”aprile 2004, il Chairman e CEO di Sun Microsystems Scott McNealy e il CEO di Microsoft Steve Ballmer hanno annunciato una serie di iniziative mirate a migliorare l”interoperabilit&#224 tra i rispettivi prodotti, in particolare lo sviluppo di nuove specifiche che permetteranno di effettuare il single sign-on (SSO) via Web tra sistemi che utilizzano le architetture Web service di Liberty Alliance e WS.

Queste iniziative scaturiscono dall”accordo decennale di collaborazione tecnica che ha definito il framework per una pi&#249 ampia cooperazione tra le due societ&#224 affinch&#233 i rispettivi prodotti possano funzionare meglio insieme. I due Chief Executive Officer hanno sottolineato i considerevoli progressi compiuti nell”arco di quest”anno dalle loro aziende per stabilire un rapporto costruttivo a vari livelli e gettare le basi di una serie di progetti destinati a risolvere i problemi di interoperabilit&#224 incontrati dai clienti.

Nell”arco dell”ultimo anno i vertici delle due aziende hanno dialogato regolarmente con i clienti per ottenere una migliore comprensione delle loro priorit&#224. Un”area evidenziata dai clienti era quella della cooperazione tra prodotti diversi; oltre alle specifiche Web, le due societ&#224 hanno anche annunciato accordi di licenza e collaborazioni sui prodotti proprio per risolvere le esigenze di interoperabilit&#224 espresse dai clienti.

Durante quest”anno abbiamo lavorato per stabilire una comunicazione perfetta a tutti i livelli tra le nostre due societ&#224, dalle riunioni periodiche degli executive fino alle sessioni tecniche tra i nostri ingegneri“, ha dichiarato Ballmer. “Nel primo anno siamo passati dalle aule del tribunale al laboratorio di informatica. Adesso stiamo uscendo dal laboratorio per andare sul mercato“.

Sun e Microsoft stanno lavorando insieme e con profitto“, ha affermato McNealy. “Un anno fa gli scettici dubitavano persino che potessimo essere d”accordo sulla forma di questo tavolo, tanto meno collaborare per risolvere alcuni dei problemi pi&#249 complessi dell”intero settore. Sorpresa: ci siamo riusciti e oggi abbiamo intrapreso un nuovo, importante passo avanti. La possibilit&#224 di effettuare il single sign-on tra Solaris, Sun Java Enterprise System e Microsoft Windows Server era un¿esigenza prioritaria dei nostri clienti. Questo &#232 solo l”inizio di un lungo elenco di progetti sui quali stiamo lavorando“.

Dalla collaborazione sono nati due draft di specifiche inerenti il protocollo Web Single Sign-On Metadata Exchange (Web SSO MEX) e il Web Single Sign-On Interoperability Profile (Web SSO Interop Profile). Queste nuove specifiche consentono di effettuare login in SSO via Web tra pi&#249 domini di sicurezza che utilizzano Liberty ID-FF e WS-Federation.

Nell”ambito dell”impegno delle due societ&#224 verso il perfezionamento dell”interoperabilit&#224 tra le rispettive linee di prodotti, Microsoft e Sun hanno anche reso nota l”intenzione di supportare le nuove specifiche all”interno delle rispettive offerte inclusi Microsoft Windows Server e Sun Java Enterprise System.

Microsoft e Sun auspicano la partecipazione di coloro che sono interessati all”ulteriore sviluppo di queste specifiche attraverso il processo del Web Services Protocol Workshop con l”obiettivo ultimo di presentarne la versione definitiva a un ente di standardizzazione per la finalizzazione e la ratifica come standard di settore.

Trovare delle strade che migliorino l”interoperabilit&#224 e riducano le sovrapposizioni tra le specifiche Liberty Alliance e Web service architecture WS &#232 un obiettivo primario della Liberty Alliance“, ha ricordato Michael Barrett, Vice President, Security Strategy di American Express Co., gi&#224 Presidente della Liberty Alliance dal 2002 al 2004. “L”accordo tra Microsoft e Sun &#232 molto promettente in termini di soluzione pratiche per raggiungere una tale interoperabilit&#224. Questi nuovi annunci rappresentano un notevole passo avanti in direzione di quello di cui necessitano tanto le aziende quanto i produttori IT“.

Microsoft e Sun stanno collaborando anche nell”area del systems management per aumentare l”interoperabilit&#224 tra i propri sistemi operativi e i prodotti di gestione.

Nell”ambito di quest”area le due societ&#224 sono impegnate a sviluppare WS-Management, una specifica di Web service stilata congiuntamente da Microsoft, Intel, Sun e altri per definire un unico protocollo capace di soddisfare le necessit&#224 di gestione di dispositivi hardware, sistemi operativi e applicazioni.

Le due societ&#224 intendono inoltre rispondere alle esigenze dei clienti per la tecnologia a 64 bit. Le linee di server Sun Fire x64 e la gamma Sun Java Workstation hanno conseguito il ¿Designed for Windows logo¿, hanno superato i severi test di compatibilit&#224 definiti da Microsoft e sono elencati all”interno di Windows Catalog.

Sun e Microsoft hanno inoltre firmato un accordo che fornisce a Sun supporto di secondo livello per Windows sui sistemi Sun.

Anche i pi&#249 importanti systems integrator come Accenture, EDS e NEC. supportano la collaborazione tra Sun e Microsoft e offrono ai loro clienti l”interoperabilit&#224 tra i prodotti delle due societ&#224.

Le due societ&#224 hanno infine annunciato che Sun ha acquisito la licenza relativa al Remote Desktop Protocol di Microsoft, e intende implementarlo nel prossimo futuro sulla propria linea di ultra-thin client Sun Ray. Ci&#242 significa che gli utilizzatori di Sun Ray potranno accedere a Windows Terminal Services su Windows Server 2003.

Alessandra Talarico

&#169 2005 Key4biz.it

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2023 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia