eMail Marketing

di |

REPORT


Di eMarketer

DataGiugno 2004

Pagine143 (+ 126 mappe)

Area di coperturaMondo

Prezzo$ 1.295

Nonostante i rovinosi effetti dello spam sulla gestione dell”attivit&#224quotidiana -in ambito domestico ma soprattutto sul lavoro -e il forte impatto dell”escalation nei volumi del traffico della posta elettronica in generale, l”email marketing rimane un settore fortemente profittevole, soprattutto quando utilizzato per fidelizzare gli utenti.
Destinato ad ISP, operatori dell”e-commerce, della pubblicit&#224 e del web marketing, il rapporto eMarketera nalizza i trend emergenti che si stanno delineando nei diversi comparti del mercato ICT nei confronti dell”eMail come strumento di comunicazione e di business, sia sotto il profilo user che aziendale. In sintesi, il rapporto studia il differente approccio di chi fa uso della posta elettronica per scopi commercialie e di chi, invece, ne &#232 oggetto in quanto destinatario del servizio.
Lo studioindividua e analizza l”intero comparto, soffermandosi sulle tipologie del servizio, sui fattori critici e i punti chiave:

  • Analisi delle caratteristiche tecniche dei messaggi di posta.
  • Criticit&#224 e vulnerabilit&#224 dell”eMailing
  • Utilizzo del servizio da parte dei privati
  • Utilizzo interno delle compagnie
  • Strategie degli email marketers
  • Fattori di profittabilit&#224
  • Suggerimenti per un uso corretto e proficuo del servizio
  • Impatto sul mercato del marketing trasversale
  • Privacy
  • Costi dello spam

Di fatto, il mercato delle email sta acquisendo proporzioni significative in tutto il mondo. Soltanto negli Stati Uniti, l”88% degli internauti adulti possiede un account personale di posta elettronica e, di questi, il 46% di essi ha accesso webmail anche sul posto di lavoro. In tutto si arriva alla notevole cifra di 147 milioni di utenti con accesso al servizio di posta.
Alcuni studi effettuati dalla research firm Quris indicano, inoltre, che i sottoscrittori che fruiscono di un servizio di emailing effettuano pi&#249 acquisti e spendono in acquisti online molto pi&#249 di coloro degli altri.
A conferma delle proporzioni crescenti di questo mercato anche lo studio Pew Internet & American Life Project, secondo cui il 91% degli utenti Internet tra i 18 e i 64 anni spediscono o ricevono abitualmente messaggi di posta e, se si supera la soglia dei 65, questo numero aumenta ancora. Soltanto l”utilizzo dei motori di ricerca riesce ad eguagliare tali cifre fra i servizi internet.
Sotto il profilo commerciale, un bacino potenziale immenso. E in questo scenario che si insinua il fenomeno spam.

Aggregando i dati presentati dagli studi di numerose societ&#224 di ricerche (dvertising.com, DoubleClick, EmailLabs, Forrester Research, Harte-Hanks, Intelliseek, Ipsos, NOP, Quris e Shop.org/BizRate) e proponendoli assieme a proiezioni ed analisi esclusive, il rapporto eMarketer fornisce un quadro d”insieme del segmento tale da offrire un interessante supporto ai suoi diversi player nella definizione delle proprie politiche di eBusiness.

&#169 2004 key4biz.it

Key4Biz

Quotidiano online sulla digital economy e la cultura del futuro

Direttore: Raffaele Barberio

© 2002-2021 - Registrazione n. 121/2002. Tribunale di Lamezia Terme - ROC n. 26714 del 5 ottobre 2016

Editore Supercom - P. Iva 02681090425

Alcune delle foto presenti su Key4biz.it potrebbero essere state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, lo possono segnalare alla redazione inviando una email a redazione@key4biz.it che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Netalia