La sperimentazione

5G, Vodafone presenta 12 progetti sperimentati a Milano

In occasione dell’evento Vodafone 5G Experience Day la compagnia, capofila della sperimentazione a Milano, ha presentato 12 progetti realizzati con architettura Edge Cloud Computing su rete 5G negli ambiti di sanità e benessere, sicurezza e sorveglianza, manifattura e industria 4.0, education e entertainment.

di Redazione | @Key4biz |

In occasione dell’evento Vodafone 5G Experience Day la compagnia, capofila della sperimentazione a Milano, ha presentato 12 progetti realizzati con architettura Edge Cloud Computing su rete 5G negli ambiti di sanità e benessere, sicurezza e sorveglianza, manifattura e industria 4.0, education e entertainment. Lo scrive Vodafone in una nota, aggiungendo che in occasione dell’evento “Vodafone 5G Experience Day” dedicato a partner, start up e imprese coinvolte nella sperimentazione 5G a Milano, Vodafone ha presentato 12 progetti realizzati su rete 5G negli ambiti di sanità e benessere, sicurezza e sorveglianza, manifattura e industria 4.0, education e entertainment.

 

Vodafone – che si è recentemente aggiudicata blocchi di frequenze in tutte le bande disponibili nell’ambito dell’asta 5G indetta dal Mise –  è capofila della sperimentazione 5G a Milano e area metropolitana, con l’obiettivo di coprire l’80% della popolazione entro dicembre 2018.

 

Vodafone: Bisio, Milano capitale 5G, già più di 50 siti accesi

“Ci eravamo impegnati a rendere Milano la capitale del 5G e ci stiamo riuscendo: in questo momento è la città più avanzata dal punto di vista della copertura e dei progetti attivi, abbiamo già oltre 50 siti accesi”. Lo ha sottolineato l’ad di Vodafone Italia Aldo Bisio, aggiungendo che “La sperimentazione 5G sull’area metropolitana, con cui siamo partititi meno di un anno fa, è un laboratorio di innovazione” che porterà entro il 2019 a realizzare 41 servizi e applicazioni di nuova generazione. “Per accelerare l’implementazione di questi progetti, abbiamo già acceso oltre 50 siti in luoghi strategici – ribadisce Sabrina Baggioni, Direttore Programma 5G di Vodafone Italia – per lo sviluppo delle singole applicazioni e per fornire la necessaria copertura ai servizi in mobilità”.

“Il nostro obiettivo è quello di trasformare Milano nella capitale europea del 5G – ha aggiunto Sabrina Baggioni- La sperimentazione 5G sull’area metropolitana, con cui siamo partititi meno di un anno fa, rappresenta per noi un vero e proprio “laboratorio” di innovazione aperta: lavoriamo ogni giorno con i nostri partner per realizzare 41 use case, servizi e applicazioni di nuova generazione entro il 2019. Per accelerare l’implementazione di questi progetti, abbiamo già acceso oltre 50 siti 5G sul territorio di Milano in luoghi strategici per lo sviluppo delle singole applicazioni e per fornire la necessaria copertura ai servizi in mobilità. Oggi, con la presentazione durante il primo Vodafone 5G Experience Day di 12 use case, abbiamo voluto mostrare dal vivo la portata rivoluzionaria del 5G in settori fondamentali per lo sviluppo dell’intero sistema Paese quali la sanità, la sicurezza, l’industria manifatturiera, l’education e il turismo”.

“E’ un nuovo ciclo di investimenti enorme – ricorda l’ad Aldo Bisio – Per l’Italia vuol dire decine miliardi che gli operatori investiranno in questa nuova infrastruttura ma si tratta di un ‘salto quantico’ per le opportunità che dà. La discontinuità si gioca sull’Iot, ci permetterà di ridisegnare e migliorare servizi e
produttività”.
Quella del 5G “è una gara e dobbiamo correre velocemente perché – come ricorda il sindaco di Milano Giuseppe Sala tutto ciò possa servire a creare innovazione sociale da esportare velocemente in tutte le città d’Italia”.

Banner Tiesse

 

I partner industriali e istituzionali della sperimentazione guidata da Vodafone sono 38, in tutti i settori e ambiti: sanità e benessere, sicurezza e sorveglianza, smart energy e smart city, mobilità e trasporti, manifattura e industria 4.0, education e entertainment, digital divide.

Il Politecnico di Milano è partner strategico della sperimentazione, impegnato nello sviluppo di circa metà dei servizi.

Collaborano al progetto altri due centri di ricerca e università italiane (IIT e CNIT), importanti partner tecnologici (Huawei, Nokia, Qualcomm, Altran, IBM,  Exprivia|Italtel, Prisma Telecom Testing, SIAE Microelettronica), aziende attive in vari ambiti industriali (ABB, FCA, Magneti Marelli, Pirelli, Vodafone Automotive, ENI Fuel, FS Italiane, Poste Italiane, Sky Italia, Esselunga), due primari ospedali italiani (Humanitas e IRCSS Ospedale San Raffaele), alcune startup di spicco e piccole imprese innovative (L.I.F.E., e-Novia, Movendo Technology, Intellitronika, TIE). Molto importante anche il supporto di alcune istituzioni locali, aziende municipalizzate e altre imprese: Regione Lombardia, Polizia Locale di Milano, AMAT, ATM, ACI Vallelunga, Croce Rossa Italiana – Comitato di Milano, Touring Club Italiano, CREA, AWS e Siemens. E’ stata, inoltre, realizzata una cabina di regia che coinvolge anche il Comune di Milano e la Città Metropolitana di Milano.

 

Sanità e Benessere

 

L’ambulanza connessa – progetto realizzato da Vodafone con l’IRCSS Ospedale San Raffaele, Regione Lombardia – Azienda Regionale Emergenza Urgenza, Croce Rossa Italiana – Comitato di Milano, in collaborazione con Altran.

Soluzione che permette di condividere l’intervento sul paziente in ambulanza direttamente con l’AREU (Azienda Regionale Emergenza Urgenza) e l’ospedale, garantendo l’accesso immediato alle cure e il soccorso in minor tempo possibile. Grazie al 5G sarà possibile, effettuare video-chiamate in alta risoluzione con la centrale operativa per una migliore comprensione dell’emergenza, identificare i volti dei pazienti per recuperarne la storia clinica, eseguire procedure non standard con l’aiuto della realtà aumentata, condividere parametri vitali ed esami diagnostici per immagini in tempo reale.

            

 

Internet of Things per la telemedicina – progetto realizzato da Vodafone con Humanitas, L.I.F.E. e Exprivia|Italtel.

Soluzione che consente di monitorare lo stato di pazienti con problemi cardiaci e di personalizzarne la cura, intervenendo in caso di anomalie. Grazie al 5G, i dati del paziente, raccolti attraverso indumenti dotati di sensori continuamente attivi, vengono inviati ad una piattaforma che sfrutta un sistema di intelligenza artificiale per monitorare lo stato di salute del paziente in tempo reale durante le sue attività quotidiane.

 

Robotica riabilitativa – progetto realizzato da Vodafone con Movendo Technology.

Soluzione di robotica riabilitativa interattiva che consente a un medico di seguire da remoto una sessione di riabilitazione attraverso una video-chiamata in 4K. Grazie al 5G, il medico potrà controllare da remoto sia l’impostazione degli esercizi, sia l’esecuzione di ogni singolo movimento del paziente, visualizzando i dati di bio-feedback generati dal dispositivo in tempo reale.

Sicurezza e Sorveglianza

 

Video-sorveglianza per le stazioni ferroviarie – progetto realizzato da Vodafone, IBM e FS Italiane.

Soluzione innovativa di video-sorveglianza con un sistema di video camere ad altissima risoluzione per la sicurezza nelle stazioni ferroviarie. Grazie al 5G il sistema di video analisi intelligente consente di visualizzare in tempo reale una serie di situazioni anomale o di pericolo, permettendo così di intervenire e reagire in maniera tempestiva.

 

Drone per la pubblica sicurezza – progetto realizzato da Vodafone con Intellitronika, Politecnico di Milano, Huawei, col supporto della Polizia Municipale di Milano e la collaborazione di Italdron.

Soluzione di video-sorveglianza aerea per finalità di pubblica sicurezza attraverso l’uso di droni. Grazie al 5G, la piattaforma in rete raccoglie i flussi video in 4K inviati dal drone e li trasmette in tempo reale e in altissima definizione ai sistemi di video-sorveglianza della Centrale di Polizia.

 

Telecamere mobili per la video-sorveglianza – progetto realizzato da Vodafone e Intellitronika, col supporto della Polizia Municipale di Milano.

Soluzione di videosorveglianza per finalità di pubblica sicurezza attraverso l’uso di videocamere in mobilità installate sulle autovetture di pattuglia della Polizia. Grazie al 5G, che permette di utilizzare videocamere mobili connesse alla piattaforma di raccolta video in rete, la polizia potrà implementare rapidamente nuovi punti di ripresa temporanei durante eventi o situazioni di emergenza.

 

Manifattura e Industria 4.0

 

Consegne dell’ultimo miglio – progetto realizzato da Vodafone con Politecnico di Milano, e-Novia, Poste Italiane e Esselunga.

Soluzione di last mile logistics che permette di effettuare consegne in città, sfruttando Yape, il veicolo elettrico ultraleggero semiautonomo di e-Novia. Grazie al 5G, Yape è in grado di districarsi negli spazi stretti e irregolari delle città reagendo in tempo reale a ostacoli sul percorso, diventando sempre più autonomo e riducendo sensibilmente l’impatto di inquinamento e traffico.

Robotica collaborativa per l’Industria 4.0 – progetto realizzato da Vodafone con ABB, e-Novia e il Politecnico di Milano.

Soluzione innovativa di robotica collaborativa dove YuMi, il primo robot collaborativo al mondo a due bracci di ABB, lavora fianco a fianco con un operatore assemblando valvole con un approccio davvero collaborativo, supportato dalla connettività 5G e dall’edge computing sulla rete Vodafone.

Grazie al 5G è possibile collegare e integrare in un’unica soluzione gli elementi di una stazione robotica collaborativa, consentendo di utilizzarla in modo flessibile e riprogrammabile in tempo reale, senza necessità di investimenti infrastrutturali sull’impianto.

 

L’esperienza di acquisto in realtà aumentata – progetto realizzato da Vodafone e Esselunga.

Soluzione di realtà aumentata in ambito Retail, con la finalità di arricchire l’esperienza d’acquisto del consumatore all’interno del punto vendita. Grazie al 5G, il cliente sarà in grado di identificare istantaneamente in realtà aumentata semplicemente sul proprio smartphone informazioni di vario tipo sui prodotti (es. informazioni nutrizionali, promozioni attive, preferenze personali) per effettuare la scelta di acquisto di fronte allo scaffale.

 

Education e Entertainment

 

Mixed Reality per l’apprendimento immersivo – progetto realizzato da Vodafone con il Politecnico di Milano e Huawei.

Una piattaforma di Mixed Reality, che combina Realtà Virtuale e Realtà Aumentata, per migliorare l’apprendimento degli studenti e renderlo immersivo. Grazie al 5G, gli studenti potranno accedere, attraverso dispositivi indossabili (visori e smart glass), a contenuti multimediali in 4K e modelli 3D per seguire insieme e contemporaneamente una lezione o per lavorare in gruppo, anche a distanza.

 

Servizi giornalistici di nuova generazione – progetto realizzato da Vodafone, Sky Italia e Altran.

Soluzione che permette la produzione di contenuti audiovisivi live ad altissima qualità e in totale mobilità, per la realizzazione di servizi giornalistici. Grazie al 5G, gli operatori di Sky TG24 potranno utilizzare una telecamera 4K per la messa in onda immediata dei loro servizi.

Realtà aumentata per il turismo 4.0 – progetto realizzato da Vodafone con il Politecnico di Milano e CNIT, con il supporto di Touring Club Italiano e la collaborazione di Altran e Altair4.

Soluzione di realtà aumentata che rivoluziona e arricchisce il modo di fruire le esperienze turistiche, come le visite a un museo o a un sito archeologico. Grazie al 5G, le persone attraverso un visore connesso e un’applicazione sull’edge cloud della rete Vodafone potranno godere di un’esperienza turistica unica in realtà virtuale e in totale mobilità.

 

A livello tecnologico, le applicazioni che sono state presentate hanno utilizzato:

 

  • la rete 5G di Vodafone conforme allo standard 3GPP
  • 4 siti 5G New Radio dei 50 accesi finora da Vodafone a Milano
  • funzionalità di edge cloud su piattaforma Multi-access Edge Computing, che sfrutta il punto della rete più vicino al dispositivo connesso per l’erogazione del servizio e l’elaborazione dei dati, garantendo il massimo della sicurezza e protezione oltre a ottimizzare le performance in termini di latenza
  • una trasmissione dei dati in 5G end to end, ovvero fino ai terminali o ai dispositivi connessi, in modo da verificare la performance della nuova tecnologia nel modo più accurato possibile
  • oltre 15 terminali 5G contemporaneamente connessi durante le dimostrazioni

 

 

Il Vodafone 5G Experience Day è stato inoltre l’occasione per incontrare startup, PMI e imprese sociali interessate al secondo bando “Action for 5G” e che vogliono contribuire con le loro idee innovative allo sviluppo del 5G in Italia. La raccolta delle candidature per la seconda edizione di “Action for 5G” è aperta fino al 31 gennaio 2019 attraverso il sito: Actionfor5G.it.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL