PA digitale

18App, l’attesa sui social dei nati nel 2000 e c’è chi ha paura che il Bonus cultura sarà cancellato

Su Twitter, Facebook e il sito ufficiale si moltiplicano i commenti dei ragazzi che quest’anno compiranno 18 anni: dalle continue richieste di informazioni sul decreto attuativo alla paura che il Bonus venga cancellato. Negli ultimi otto mesi, grazie al Bonus, spesi dai giovani 100 milioni di euro.

di Flavio Fabbri | @FabbriFlav2 |

Ricordiamo ai nati nel 2000 che per ora non è possibile registrarsi a 18app, perché il bonus cultura per chi compie 18 anni quest’anno non ancora stato attivato”. Questo è il messaggio che compare su tutti gli account social di 18app e ovviamente anche sul sito web ufficiale.

 

Rispetto alle ultime settimane non ci sono novità, ma i commenti del popolo del Bonus cultura si moltiplicano sugli account social. “Salve, si sa quando arriverà il decreto attuativo?”, oppure, “Hanno detto che sarà attivato a fine giugno, è vero?”, “Perché non ci fate sapere ancora niente?”, “Possibile che non lo sapete?”, o anche un simpatico “E se l’attesa del bonus fosse essa stessa il bonus?”, sono queste le domande che i ragazzi e spesso anche i loro genitori rivolgono al team di 18app.

 

 

 

In molti poi, soprattutto nei post più recenti, hanno anche scritto: “E se il Bonus lo annullano?”, riferendosi al nuovo Governo Conte.

Secondo me a breve lo annullano per i 2000”, addirittura c’è chi è sicuro di questo, “E’ inutile che attendente, lo hanno già annullato”, “Siamo a maggio e ancora nulla? Mi sa che è bello che andato”, i commenti degli ultimi giorni prendono una piega più pessimista.

 

In realtà, il Governo Conte non ha mai fatto parola del Bonus cultura e se è vero che con l’introduzione di nuove misure come il reddito di cittadinanza si potrebbe ipotizzare un taglio a questo tipo di aiuti, è anche vero che i 500 euro sono stati spesi dai diciottenni italiani soprattutto per l’acquisto di libri, di brani musicali, di biglietti per eventi live e per andare al cinema.

 

Secondo gli ultimi dati relativi ai primi otto mesi (settembre 2017 – maggio 2018) di questa seconda edizione del Bonus, alla piattaforma 18app si sono registrati 400 mila utenti e 5.000 esercenti, per una spesa complessiva di 100 milioni di euro, di cui 64,6 milioni sono andati in libri, più di 12 milioni in musica, 10 milioni in concerti, 9 milioni in film al cinema, 1,3 milioni per l’istruzione universitaria, 1 milione per il teatro, eventi culturali 420 mila euro e musei 361 mila euro.

 

 

Secondo dati del Ministero dei Beni culturali, invece, relativi ai circa 600 mila ragazzi nati nel 1998 e nel 1999, tra novembre 2016 e novembre 2017 sono stati spesi oltre 163 milioni di euro, di cui più di 131 milioni di euro in libri (l’80,6% della spesa totale).

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL