La piattaforma

WiFi Italia, al via l’app per l’accesso gratuito a internet. Roberto Viola: ci sono 120 milioni dall’Ue

Utilizzabile da oggi la piattaforma “WiFi°Italia°it”. L’evento di lancio a Roma con Roberto Viola e Beatrice Covassi in rappresentanza della Commissione europea. Dall’Ue 120 milioni di risorse per federare le reti WiFi e offrire nuove opportunità di accesso, condivisione e business, a turisti e cittadini di tutta Europa.

di Flavio Fabbri | @FabbriFlav2 |

Partito ufficialmente stamattina il progetto “WiFi°Italia°It, con l’obiettivo di permettere a cittadini e turisti, italiani e stranieri, di connettersi gratuitamente e in modo semplice a una rete WiFi libera e diffusa su tutto il territorio nazionale.

 

Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact), il Ministero per lo Sviluppo economico (Mise) e l’Agenzia per l’Italia digitale (Agid), hanno sviluppato un’applicazione per dispositivi mobili che permetterà a ciascun utente di accedere in maniera trasparente e immediata a tutta la federazione di reti WiFi°Italia°it e di usufruire sia della connettività che dei contenuti e dei servizi dell’ecosistema del Turismo che via via verranno messi a disposizione.

 

All’evento di stamattina, “WiFi°Italia°it: una rete per fare rete”, svoltosi presso la Sala Spazio Europa della Commissione europea a Roma, ha partecipato anche Roberto Viola, attuale direttore generale della DG Connect della Commissione Ue, che ha annunciato la possibile sinergia della piattaforma italiana con quella europea WiFi4EU e l’opportunità di sfruttare il fondo da 120 milioni di euro.

Il direttore generale della DG Connect della Commissione si è poi detto lieto “di annunciare oggi l’inizio della collaborazione tra l’Italia e la Commissione europea per creare sinergie tra l’iniziativa Wi-Fi-Italia e quella di WiFi4EU dell’Unione europea, una collaborazione pragmatica che renderà i due progetti più efficaci. Perché condividiamo lo stesso obiettivo di mettere a disposizione del pubblico punti gratuiti di connettività Wi-Fi di alta qualità”.

 

Una rete nazionale di accesso gratuito alla rete che si dovrà integrare con quella europea, ha commentato Viola, per potenziare la connessione generale, favorire lo sviluppo economico dei territori e moltiplicare le occasioni di scoperta, innovazione, scambio, condivisione e crescita.

 

Progetti, ha ricordato il capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Beatrice Covassi, “che dimostrano quanto l’Unione europea è fatta di attività concrete a beneficio dei cittadini“.

 

“Come con il 5G, l’Italia fa da apripista in Europa – ha dichiarato il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Antonello Giacomelli – e avvia la costruzione di una rete federata nazionale che potrà essere il primo tassello del mosaico per l’individuazione di una rete federata europea in grado di abbattere gli ostacoli digitali tra i cittadini comunitari e accelerare l’utilizzo della rete e dei servizi digitali”.

 

“La nuova app Wifi°Italia°It è uno strumento indispensabile per il turismo, settore in crescita esponenziale che può e deve essere governato tramite il digitale –  ha sostenuto inevce il ministro dei Beni e Attività Culturali e Turismo, Dario FranceschiniIl Wifi può essere uno straordinario strumento per aiutare a promuovere un turismo diffuso, segnalando i siti sovraffollati e suggerendone altri in prossimità, e per fare sempre più dell’Italia una meta di un turismo colto, sostenibile e intelligente”.

 

“Nasce un’importante infrastruttura abilitante per lo sviluppo di nuovi servizi digitali – ha infine commentato il direttore generale di AgID, Antonio Samaritani  Un risultato concreto e una spinta all’attuazione della nuova strategia Ict di paese. Abbiamo posto le basi, ora continueremo il percorso di accompagnamento e supporto dei territori per la creazione di nuovi servizi per cittadini, imprese e turisti”.

 

Quadro generale degli obiettivi di “WiFi°Italia°it:

Federare tutte le reti pubbliche e private per avere un unico e semplice sistema di accesso al Wi-Fi a disposizione di cittadini e turisti;

far crescere la rete di accessi Wi-Fi, in particolare nei luoghi del turismo e della cultura;

sfruttare la rete di accessi per arricchire di dati l’ecosistema del turismo (analisi statistica dei dati, opportunamente anonimizzati, per studiare comportamenti e preferenze degli utenti e conseguentemente migliorare i servizi)

 

Prossimi passi

MIbact, Mise e Agid, hanno spiegato che l’applicazione sarà ulteriormente sviluppata, offrendo all’utente la possibilità di registrarsi alla piattaforma con SPID e nelle prossime settimane di accedervi anche da PC portatili e altri dispositivi di connessione a internet.

Inoltre, spiegano in una nota i promotori dell’iniziativa, l’app diventerà presto una piattaforma sempre più completa e semplice, “per dare a tutti i cittadini ed i turisti non solo il servizio di navigazione internet, ma tanti altri contenuti e servizi che amministrazioni e istituzioni partecipanti metteranno a disposizione”.

Per saperne di più su: WiFi

© 2002-2017 Key4biz