Network

Virgin Media fa causa alla Contea di Durham ‘La tassa sugli scavi frena il roll out della fibra’

Nel Regno Unito è scontro fra l’operatore via cavo e la Contea di Durham per i permessi di scavo troppo costosi.

di Paolo Anastasio | @PaoloAnastasio1 |

E’ scontro aperto nel Regno Unito fra Virgin Media e il Consiglio della Contea di Durham, che secondo l’operatore via cavo farebbe ostruzionismo contro la posa della fibra in migliaia di case che si trovano nel suo territorio.

L’azienda ha fatto causa contro il Consiglio della Contea, reo a suo dire di imporre una vera e propria tassa occulta e molto salata sulla posa della fibra nei terreni, calcolata su ogni metro di cavo steso. In particolare, la Contea ha imposto una nuova tassa agli operatori per l’accesso agli scavi nei terreni erbosi lungo il ciglio della strada, ideali per ottimizzare la posa della fibra senza invadere terreni privati.  Lo scrive il Daily Telegraph, secondo cui l’esito della disputa legale all’Upper Tribunal (La Camera che giudica le dispute su terre e suolo) è un test importante per verificare l’applicazione del nuovo Codice delle Comunicazioni Elettroniche, approvato lo scorso anno nel Regno Unito per velocizzare la posa della banda larga e l’upgrade dei network mobile.

Da tempo gli operatori lamentano le crescenti difficoltà poste dai proprietari terrieri nelle regioni extra urbane del paese e per questo il Governo ha cercato di trovare un equilibrio favorevole alle aziende in sede di negoziato per la posa dei cavi nelle aree in digital divide. Il Tribunale potrà quindi imporre la sua linea in caso di mancato accordo fra le parti.

C’è da dire che Virgin Media vuole ampliare la sua rete nella Contea di Durham nel quadro di un più ampio progetto, si chiama Project Lightning, disegnato per allargare la copertura via cavo a 16mila proprietà nella zona per offrire connesisoni a 350 Mbps, 13 volte migliori di quelle attualmente disponibili con la rete di BT.

Ma il freno imposto al roll out dalla Contea rischia di rallentare l’espasione della banda larga nel paese a dispetto delle raccomandazione dell’Ofcom e degli obiettivi di copertura di Londra.

Secondo Virgin Media, la Contea di Durham sta tenendo la fibra in ostaggio e non ha alcun diritto di imporre una sorta di tassa sul terreno. La vicenda va al di là della Contea in questione e riguarda l’estensione della nuova rete in tutto il Regno Unito, dove gli operatori vanno più o meno veloce nella posa a seconda dell’atteggiamento più o meno disponibile che incontrano da parte dell’amministrazione locale.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL