il report

Sostenibilità. World Economic Forum: ‘Nel 2050 negli oceani ci sarà più plastica che pesci’

Dagli anni ’50 ad oggi sono state prodotte 8 miliardi di tonnellate di plastica nel mondo, pari all’estensione dell’Argentina. Lo riporta lo studio pubblicato sulla rivista Scientific Advances. Entro il 2050, secondo World Economic Forum, negli oceani ci sarà più plastica che pesci.

di Luigi Garofalo | @LuigiGarofalo |

Nel mondo c’è così tanta plastica che si potrebbe coprire tutta la superficie dell’Argentina. Per essere più precisi le tonnellate di plastica prodotte dagli anni ’50 sono 8 miliardi, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Advances, in cui si legge anche che dal 2015 il numero è salito a 400 milioni e la metà è stata prodotta solo negli ultimi 13 anni.

“Tutta questa plastica prodotta è pari alle dimensioni dell’Argentina”, ha detto Roland Geyer, professore di ecologia industriale e referente dello studio.

Di questi rifiuti di plastica, solo il 9% è stato riciclato e il 12% è stato incenerito. La maggioranza (il 79%) oggi è nelle discariche e negli oceani.

Geyer ha anche avvertito che entro il 2050 più di 12 miliardi di tonnellate di rifiuti di plastica potrebbero riempire l’ambiente naturale se i tassi di produzione attuali dovessero continuare con questo trend. Sulla stessa lunghezza d’onda anche lo studio del World Economic Forum: “nel 2050 negli oceani ci sarà più plastica che pesci”.

Ogni milione di bottiglie di plastica viene acquistato in tutto il mondo ogni minuto. Una bottiglia impiega 450 anni per smaltirsi completamente, con un impatto devastante sulla fauna selvatica e sugli esseri umani. Nelle discariche, le sostanze chimiche tossiche provenienti dalle decomposizioni delle materie plastiche entrano nelle acque sotterranee e poi nei rifornimenti di acqua potabile e nei nostri corpi.

*Credit: la foto in copertina è di Chris Jordan/Reuters

© 2002-2017 Key4biz