come evitarle

Sos Energia. Caldaie non a norma, tutte le sanzioni

Una caldaia non a norma comporta anche sanzioni amministrative che possono raggiungere i 3mila euro. Come evitarli?

di Davide Raia |

Rubrica settimanale Sos Energia, frutto della collaborazione fra Key4biz e SosTariffe. Una guida per il consumatore con la comparazione dei prezzi dell’elettricità, del gas e dell’acqua. Per consultare tutti gli articoli, clicca qui.

La caldaia è un elemento essenziale per il sistema di riscaldamento domestico e per poter contare avere sempre a disposizione l’acqua calda. Le caldaie, in generale, possono essere considerate dei dispositivi ad elevata sicurezza anche se, al fine di evitare qualsiasi tipo di rischio di malfunzionamento, è necessario assicurarsi di rispettare, in modo preciso, tutte le norme legate alla sua manutenzione.

Ricordiamo che per poter utilizzare liberamente la caldaia di casa senza dover fare i conti con bollette energetiche troppo salate la soluzione migliore è rappresentata dalla possibilità di attivare una delle migliori tariffe per il gas naturale, scegliendo tra le tante disponibili sul mercato libero dell’energia. Per scegliere con precisione l’offerta più adatta alle proprie esigenze è possibile consultare il comparatore di SosTariffe.it per offerte gas da cui è anche possibile procedere all’attivazione della tariffa stessa.

Torniamo ora sulla questione legata alle caldaie non a norma. Una caldaia non a norma comporta una lunga serie di rischi tra cui c’è da segnalare anche l’arrivo di possibili sanzioni amministrative che possono raggiungere anche i 3 mila Euro. Trascurare la corretta manutenzione della caldaia e gli interventi di controllo e revisione è assolutamente da evitare, quindi, per diversi fattori.

Gli interventi di manutenzione vengono effettuati da tecnici specializzati che eseguono l’analisi sui fumi di scarico e il corretto funzionamento dell’impianto rilasciando il relativo bollino blu che certifica il rispetto della normativa vigente per la caldaia esaminata. A seconda della tipologia di caldaia installata, gli interventi di verifica vanno effettuati con cadenza diversa. E’ necessario verificare la tipologia del proprio impianto ed il libretto dell’impianto per tutti i dettagli sulle tempistiche.

E’ importante sottolineare che vengono eseguiti controlli a campione per verificare il rispetto della normativa sulla manutenzione e la messa a norma degli impianti domestici. Il rischio sanzioni è, quindi, concreto. Oltre alla sanzione amministrativa legata al mancato intervento di manutenzione sono previste sanzioni anche in caso di mancanza del libretto di impianto, sino a 600 Euro, ed in caso di mancata comunicazione di avvenuta manutenzione della caldaia alla pubblica amministrazione competente, sino a 300 Euro.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL