Rifiuti elettronici

RAEE, in aumento del 25% la raccolta dei rifiuti elettronici nei primi mesi del 2017

Ecco i dati secondo Ecodom, il Consorzio italiano di gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE). Lombardia, Emilia Romagna e Toscana le Regioni in cui il Consorzio ritira i maggiori quantitativi di La Sicilia è la regione leader nel Sud Italia.

di Redazione | @Key4biz |

 

Il Consorzio italiano di gestione dei RAEE Ecodom nei primi sei mesi del 2017 ha trattato 50.415 tonnellate, effettuando 21.386 trasporti e ottenendo un + 25,3 % rispetto allo stesso periodo del 2016, in cui aveva gestito 40.247 tonnellate.

 

Il Raggruppamento R2 passa da 24.465 a 31.230 tonnellate (+ 27,6 %), mentre il Raggruppamento R1 sale da 15.458 a 18.731 tonnellate (+ 21,2 %).

 

Il trend di crescita dei quantitativi gestiti dal Consorzio continua ad essere rilevante, sia nel Raggruppamento R1 che in R2”. dichiara Giorgio Arienti, Direttore Generale di Ecodom.

 

LombardiaEmilia Romagna e Toscana si confermano le Regioni in cui Ecodom ritira i maggiori quantitativi, rispettivamente 10.249 tonnellate (+ 17,7 % rispetto al 2016)6.315 tonnellate (+ 55,5 % rispetto al 2016) e 4.852 tonnellate (+ 32 % rispetto al 2016).

 

A livello nazionale, la Regione che ha registrato il maggior incremento percentuale rispetto allo scorso anno è il Lazio con il 57,1 % in più di RAEE gestiti (da 2.562 tonnellate a  4.026 tonnellate).

 

Al Sud la Regione leader è la Sicilia con 3.069 tonnellate (+ 46,3 % rispetto al 2016).

 

Arienti infine aggiuge che “È significativo il fatto che anche molte Regioni del Centro e del Sud stiano lavorando con impegno per incrementare la raccolta. Due esempi particolarmente virtuosi: il Lazio e la Sicilia”.

 

Al 30 giugno 2017 Ecodom eroga i propri servizi a oltre 4.000 Punti di Prelievo ubicati in tutta Italia.

© 2002-2017 Key4biz