Rifiuti elettronici

RAEE, in aumento del 25% la raccolta dei rifiuti elettronici nei primi mesi del 2017

Ecco i dati secondo Ecodom, il Consorzio italiano di gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE). Lombardia, Emilia Romagna e Toscana le Regioni in cui il Consorzio ritira i maggiori quantitativi di La Sicilia è la regione leader nel Sud Italia.

di Redazione | @Key4biz |

 

Il Consorzio italiano di gestione dei RAEE Ecodom nei primi sei mesi del 2017 ha trattato 50.415 tonnellate, effettuando 21.386 trasporti e ottenendo un + 25,3 % rispetto allo stesso periodo del 2016, in cui aveva gestito 40.247 tonnellate.

 

Il Raggruppamento R2 passa da 24.465 a 31.230 tonnellate (+ 27,6 %), mentre il Raggruppamento R1 sale da 15.458 a 18.731 tonnellate (+ 21,2 %).

Tiesse, innovazione made in Italy

 

Il trend di crescita dei quantitativi gestiti dal Consorzio continua ad essere rilevante, sia nel Raggruppamento R1 che in R2”. dichiara Giorgio Arienti, Direttore Generale di Ecodom.

 

LombardiaEmilia Romagna e Toscana si confermano le Regioni in cui Ecodom ritira i maggiori quantitativi, rispettivamente 10.249 tonnellate (+ 17,7 % rispetto al 2016)6.315 tonnellate (+ 55,5 % rispetto al 2016) e 4.852 tonnellate (+ 32 % rispetto al 2016).

 

A livello nazionale, la Regione che ha registrato il maggior incremento percentuale rispetto allo scorso anno è il Lazio con il 57,1 % in più di RAEE gestiti (da 2.562 tonnellate a  4.026 tonnellate).

 

Al Sud la Regione leader è la Sicilia con 3.069 tonnellate (+ 46,3 % rispetto al 2016).

 

Arienti infine aggiuge che “È significativo il fatto che anche molte Regioni del Centro e del Sud stiano lavorando con impegno per incrementare la raccolta. Due esempi particolarmente virtuosi: il Lazio e la Sicilia”.

 

Al 30 giugno 2017 Ecodom eroga i propri servizi a oltre 4.000 Punti di Prelievo ubicati in tutta Italia.

© 2002-2018 Key4biz

Instant SSL